altreinfo.org - libertà di pensare

Cala il sipario sul secolo americano. Wayne Madsen

La storia mostrerà che gli Stati Uniti, trascinati per più di un decennio dai rabbiosi falchi neo-con in conflitti costosi e sconsiderati in Afghanistan e Iraq, vedono calare il sipario sulla loro guerra fredda del “Secolo Americano”. La nomina di Donald Trump, che agisce più come un Caligila o un Nerone che da statista, accelera la fine della sceneggiata della Pax Americana. Scaltri leader mondiali sfruttano l’incompetente politica estera statunitense per fasi avanti mentre gli USA sono preoccupati da ciò che il segretario di Stato Rex Tillerson ha chiamato idiota,...

E’ tutta questione di “narrativa”. E non solo in Austria. Maurizio Blondet

I media hanno già lanciato l’allarme: il vincitore delle elezioni austriache, il “giovane” ma “conservatore” Sebastian Kurz, farà un governo con il partito “xenofobo”, “populista” e venato di nostalgici del nazismo FPO. Sicché in Austria “va al potere l’estrema destra”. E’ evidente che i media ricalcano pedissequamente una “narrativa” dettata da fuori. Sorvolano sul fatto che “l’estrema destra” è già al potere, in Austria, in due regioni. Nel Burgenland e in Alta Austria, infatti lo “xenofobo” FPO è al governo in coalizione – col SPO. Sì, avete capito bene: con i socialisti, mica...

Un anniversario tragico. Intelligenza Artificiale in borsa fuori controllo. E voi? Paolo Barnard

Sono 10 anni da quel 2007 quando nessuno di voi aveva mai sentito le parole subprime, spread, agenzie di rating, Lehman Bank… ecc. D’improvviso tutto ciò che io, e ben altri, andavamo gridando – e che quelli in TV chiamavano ‘complottismo’ – divenne uno Tsunami nero di fango, disperazione e anche morte, soprattutto nella UE dei Trattati Sovranazionali e della perdita di Sovranità Monetaria. La famosa crisi. Noi italiani non ci siamo più ripresi. Roba già raccontata alla noia. Dieci anni di pene strazianti anche dal punto vista delle miserie politiche...

Le misure economiche di Mussolini che salvarono l’Italia dalla crisi del ventinove. Bruno Vespa

Come ogni regime dittatoriale, il fascismo spendeva grosse cifre per la difesa: all’inizio della crisi esse rappresentavano il 32% del bilancio statale, contro il 14 degli stanziamenti per opere pubbliche. Ora, negli anni successivi al 1931, il bilancio della Difesa fu tagliato del 20%, mentre lo stanziamento per opere pubbliche fu quasi raddoppiato. «Nei primi dieci anni del mio governo – amava puntualizzare il Duce – si è speso in opere pubbliche più di quanto abbiano speso i governi liberali nei primi sessant’anni dall’Unità d’Italia» Il bilancio della polizia, altra...

Trump come “Shabbos Goy” del nuovo impero talmudico. Maurizio Blondet

Trump, nel far uscire unilateralmente gli Usa dal trattato con l’Iran sul nucleare (JCPOA), e insieme facendo uscire la superpotenza dall’UNESCO – azioni entrambe dettate da Israele – ha compiuto due atti altamente simbolici: l’uscita, ufficiale e dichiarata, dalla civiltà e dalla cultura. USA ed il suo suggeritore Israele abbandonano la civiltà e ci segnalano che stanno aprendo la fase nuova ed ultima, l’avvento  del Terrore talmudico come governo globale. Mi risparmi il lettore la lezioncina sull’UNESCO come creazione massonico-britannica, evitino di ricordarmi che il suo primo direttore fu il...

Criptomonete, blockchain, intelligenza artificiale e teck-gleba. Intanto quelli vi cuciono la vita. Paolo Barnard

Avrò perso tante cose nella vita, ma non il fiuto giornalistico. Scorro decine di pagine al giorno zeppe di news, poi capita che fra 200 titoli uno mi fulmini, anche se è un titolino a fondo pagina su Bloomberg. E lì, il mio fiuto non sbaglia. Era infatti piccolo piccolo il titolo, ma è immenso immenso per le ripercussioni che avrà su tutti noi, tutti, voi a casa, nel Nord come nel Sud del mondo. Ricordate la Blockchain? Ricordate le cryptomonete? Ricordate cosa ho scritto sul fatto che questa nuova...

Christine Lagarde e Angela Merkel

Lagarde (FMI):”Non tassate i ricchi”. Fabrizio Marchi

“Non sono d’accordo sul fatto che tassare i ricchi sarebbe il modo più efficiente di ridurre le disuguaglianze. Penso che il modo più efficiente sarebbe quello eliminare il differenziale di genere tra uomini e donne”. A pronunciare queste testuali parole è Christine Lagarde, presidente del FMI (Fondo Monetario Internazionale), cioè il più alto (almeno formalmente) organismo del neoliberismo internazionale. http://www.askanews.it/economia-estera/2017/10/12/fmi-lagarde-meno-disuguaglianze-donne-meglio-che-tassare-ricchi-pn_20171012_00228/ Un bel regalo ai ricchi e ai “padroni del vapore” (da cui prende ordini) da questa “liberal” e politicamente corretta signora collocata sulla poltrona che era fino ad alcuni anni...

Trump respinge il Jcpoa e punta a nuove sanzioni. Salvo Ardizzone

Trump ha annunciato che non certificherà l’accordo sul nucleare iraniano e proporrà al Congresso nuove sanzioni a Teheran e alla Guardie della Rivoluzione. L’atteso discorso del Presidente Usa è stato un’inverosimile invettiva per mascherare un improbabile equilibrismo: Trump non certifica, come deve fare ogni tre mesi, il rispetto dei termini dell’accordo da parte dell’Iran, ma non denuncia neanche il patto, lasciando la questione al Congresso, per il semplice fatto che l’Aiea ha dichiarato in tutti modi che Teheran sta rispettando l’accordo. Adesso il Congresso ha 60 giorni per stracciare l’intesa,...

I politici italiani riuniti in seduta piena

Ecco i Rappresentanti del Popolo Italiano. Gli eletti che siedono in Palamento e si dividono la torta (e le banane). Elena Dorian

Se avessimo potuto scegliere a caso tra i 40 milioni di candidabili, avremmo ottenuto una classe politica di ben altro spessore. Avremmo avuto buone probabilità di trovare gente intelligente, altruista, in grado di gestire con un minimo di onestà la cosa pubblica, gente consapevole delle proprie responsabilità verso gli italiani, soprattutto i giovani. E invece no, abbiamo dovuto scegliere tra i candidati già scelti in precedenza dai partiti. Quindi, non abbiamo potuto scegliere i nostri rappresentanti, ma i loro. E questi sono i risultati. Hanno approvato il Rosatellum, la nuova legge...

“Salute e benessere”: un’altra arma per farci la guerra. Enrico Galoppini

Io non so se l’avete capito bene, ma da qualche tempo anche l’argomento “salute e benessere” è entrato a far parte di quelli utilizzati da questo regime marcio e corrotto per fare la guerra alla gente e mettere gli uni contro gli altri. Si arriva all’assurdo di una bambina che viene ricoverata per un “sospetto caso di tetano” (l’ennesimo, di questi tempi…), e questo diventa subito una “notizia” di rilievo nazionale perché c’è da tirare la volata all’immonda legge Lorenzin e mettere alla berlina i genitori. Ma passano i giorni...

Quando Amnesty International “lavora” per il Dipartimento di Stato. Maurizio Blondet

Lo scorso febbraio, Amnesty International ha pubblicato un rapporto in cui sosteneva che a Damasco, nella prigione di Seydnaya, il regime di Assad, fra il 2011 e il 2015, ha impiccato 13.135 prigionieri, tutti “civili”, e “fatto morire per tortura e per fame migliaia di persone”. Il rapporto è stato immediatamente citato dal Dipartimento di Stato, con l’aggiunta che nella orribile prigione, anzi “mattatoio di Assad” (per il Guardian) si usano forni crematori. Più precisamente, “un edificio che noi crediamo un crematorio”, diramò l’assistente segretario di Stato per il Medio Orienta Stuart Jones....

Tutti controllati col chip sottopelle. Enrica Perucchietti

Uno dei temi più delicati e controversi nel campo della controinformazione che ho trattato in diversi miei articoli saggi è quello dei microchip sottocutanei. Fino a qualche anno fa l’argomento era accuratamente evitato dai Media Mainstream: chi ne parlava era liquidato come un visionario. Negli anni la tematica è tornata più volte alla ribalta, venendo sempre tacciata di essere l’emblema delle paranoie cospirazioniste. Eppure… Il 29 marzo 2016 sul sito www.repubblica.it la giornalista Ilaria Ravarino ha firmato un articolo sul mercato dei chip dermali NFC (Near Field Communication) dopo essere stata a...

Il “mistero” della povertà assoluta. Alberto Micalizzi

L’ISTAT ha appena comunicato che nel 2016 i poveri assoluti in Italia sono saliti a 4,7 milioni, triplicando in 10 anni! (IlfattoQuotidiano: “Nel 2016 poveri assoluti 4,7 milioni di italiani..in dieci anni sono triplicati”). Secondo l’ONU, la povertà assoluta si verifica quando “non si dispone – o si dispone con grande difficoltà o intermittenza – delle primarie risorse per il sostentamento umano, come l’acqua, il cibo, il vestiario e l’abitazione“. Queste statistiche, assolutamente drammatiche per l’Italia, giungono al termine di un decennio nel quale si sono verificati stimoli straordinari all’economia: i tassi di...

Non esistono più i maschi, le femmine, i sentimenti e le passioni. Pensano di eliminare la realtà con le parole. Massimo Fini

Nel prossimo censimento inglese previsto per il 2021 non sarà più obbligatorio barrare la casella maschio/femmina perché secondo l’Ufficio per le Statistiche è “irrilevante, inaccettabile o intrusivo, particolarmente nei confronti dei partecipanti trans”. Ciò ha provocato una furibonda reazione delle femministe. La scrittrice Germaine Greer ha affermato: “Continuiamo a sostenere che le donne hanno conquistato tutto quello che c’era da conquistare. Ma non hanno conquistato neppure il diritto a esistere”. Le femministe sono vittime di se stesse. Perché quello che hanno conquistato loro non dovrebbe valere anche per i transgender...

Padroneggiare il clima per scopi militari

La nuova sperimentazione militare: la manipolazione del clima

Nel libro, The Ultimate Weapon of Mass Destruction: “Owning the Weather” for Military Use, il Prof. Michel Chossudovsky, economista e autore di undici libri sul terrorismo globale e sulle crisi economiche globali, affronta un argomento scottante quale quello del terrorismo climatico. “Le tecniche per modificare l’ambiente per scopi militari (ENMOD=Enviromental modification techniques) – scrive – costituiscono nell’attuale contesto globale delle guerre, la nuova arma di distruzione di massa. La più recente arma di distruzione di massa: padroneggiare il clima, per scopi militari Raramente riconosciuto nel dibattito globale sul cambiamento climatico, la meteorologia...

error: Content is protected !!