Putin indeciso

Putin indeciso, e la Russia non affonda il colpo

Il Governo russo ha preso un abbaglio pensando di avere una causa comune con Washington nella lotta all’ISIS. I russi hanno addirittura pensato che i diversi gruppi dell’ISIS, che operano mascherati sotto diversi nomi, fossero “ribelli moderati” e che questi gruppi potessero essere in qualche modo tenuti separati dagli estremisti. Ed hanno addirittura accettato una tregua nei combattimenti, pur trovandosi a un passo dalla vittoria, consentendo...

Vento di guerra

Tra USA e Russia il vento di guerra si rafforza

Com’era ovvio, sull’attacco a un convoglio Onu in Siria la macchina del fango è entrata in azione a tempo di record. In testa al plotone di chi accusa l’esercito siriano e quello russo ci sono Francia, Usa e l’inutile ormai ex numero uno dell’Onu, Ban-Ki-Moon. A vario titolo hanno puntato il dito contro Damasco e Mosca, ma hanno scordato un particolare: le prove....

Olimpiadi di Roma

Olimpiadi di Roma: Virginia Raggi contro il ceto politico-affaristico criminale

C’erano pochi dubbi sulla causa principale delle difficoltà che ha dovuto affrontare la sindaca di Roma Virginia Raggi nei suoi primi mesi alla guida dell’Urbe: non le carenze pur notevoli della classe dirigente che lei ha portato al Campidoglio, ma i difetti della classe dirigente contro cui fa fronte, un ceto affaristico-politico criminale fra i più avidi del pianeta, al potere da generazioni....

Terza guerra mondiale?

La terza guerra mondiale non è mai stata così vicina

Come abbiamo detto più volte, l’aspetto principale della stagione politica che stiamo vivendo non è costituito dalle competizioni elettorali, ma dalla guerra. Però, se c’è un luogo in cui le elezioni continuano ad avere una qualche importanza, questo luogo sono gli Stati Uniti d’America, i quali, manco a farlo apposta, sono strettamente coinvolti con il problema della guerra. Alcuni giorni fa, sabato 17...

Parole-parole-soltanto-parole

Barack Obama, un vero campione di ipocresia

Barack Obama ha parlato davanti all’ONU. Punta dritto al tema delle crisi internazionali ma soprattutto alle sue vittime, migliaia e migliaia di profughi che cercano asilo in un altrove benevolo. Dimentica di dire che tutte le guerre sono state studiate a tavolino dagli Stati Uniti e avallate da lui in persona. E annuncia un accordo già concluso, che peserà anche in Europa: “Le...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.