Controinformazione Archivi - www.altreinfo.org

Category: Controinformazione

In questa categoria vengono raccolti gli articoli in cui si danno punti di vista diversi rispetto alla stampa ufficiale o si descrivono eventi che nella stampa ufficiale non trovano spazio.

chelsea manning

Rivelò le stragi Usa in Iraq: Chelsea Manning spera di diventare senatrice

Condannata a 35 anni per aver dato a Wikileaks le prove dei crimini americani, è stata graziata da Obama. Ora vorrebbe candidarsi nel Maryland Chelsea Manning, la ‘talpa’ del caso Wikileaks, sogna di rappresentare, per i democratici, lo Stato del Maryland nel senato degli Stati Uniti. Ha infatti presentato la relativa domanda di cui parla il Washington Post. Nel documento, intitolato “Dichiarazione di candidatura”, disponibile sul sito internet della Federal Election Commission, la richiesta figura a nome di Chelsea Elizabeth Manning, residente a North Bethesda (Maryland). Ma della domanda, datata 5...

Orrore! Gentiloni ce l’ha quasi fatta: potrete essere censurati e schedati sul web. Marcello Foa

I lettori di questo blog ricordano la battaglia condotta, all’inizio del mese, contro l’approvazione del disegno di legge del premier Gentiloni che introduceva due provvedimenti gravissimi, all’articolo 2: i dati internet e telefonici potranno essere conservati per 6 anni, il che significa autorizzare la schedatura di massa l’Agcom, ovvero l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, avrà il potere di intervenire sulle comunicazioni elettroniche dei cittadini italiani a tutela del diritto di autore, impedendo, all’occorrenza, l’accesso ai siti “in infrazione”; il che significa spalancare di fatto le porte alla censura sul web con...

La schiavitù dell'africa francofona, tra oboli e franco CFA

14 paesi africani costretti a pagare tassa coloniale francese. Mawuna Remarque Koutonin

Quando Sékou Touré della Guinea decise nel 1958 di uscire dall’impero coloniale francese, e optò per l’indipendenza del paese, l’elite coloniale francese a Parigi andò su tutte le furie e, con uno storico gesto, l’amministrazione francese della Guinea distrusse qualsiasi cosa che nel paese rappresentasse quelli che definivano i vantaggi della colonizzazione francese. Tremila francesi lasciarono il paese, prendendo tutte le proprietà e distruggendo qualsiasi cosa che non si muovesse: scuole, ambulatori, immobili dell’amministrazione pubblica furono distrutti; macchine, libri, strumenti degli istituti di ricerca, trattori furono sabotati; i cavalli e...

Kemi Seba, incarcerato per aver bruciato un biglietto di Franco CFA

Due cose sul Franco CFA, sull’Euro e l’Africa. Giuseppe Masala

Il colonialismo è ancora un fenomeno reale e pervasivo che tarpa le ali di qualsiasi opportunità per i paesi africani. Il caso del Franco CFA, un mezzo per depredare immense risorse. L’arresto in Senegal del militante panafricano Kemi Seba (nella foto), di nazionalità francese, reo di aver bruciato, durante una manifestazione, alcune banconote di franchi CFA, ha riaperto il dibattito su questa moneta considerata da molti lo strumento principale con il quale la Francia (ma ora tutti i paesi della zona euro) esercitano il neo colonialismo nell’Africa francofona. Il Franco CFA nasce nel...

Governo zootecnico mondiale, riduzione in schiavitù

Come sfuggire dal governo zootecnico mondiale? Maurizio Blondet

Ogni tanto ripenso ai 220 mila che ai primi di luglio sono andati a Modena per ascoltare Vasco Rossi. Non solo hanno pagato i biglietti per riascoltare dal vivo un settantenne trasgressivo di paese, rendendolo ancora più ricco; si sono mossi da tutta Italia in gruppo pagandosi il treno, la benzina, il pedaggio autostradale, per convergere a Modena; hanno mangiato panini, hanno dormito sulle panchine o pernottato in qualche nelle stazioni, o all’addiaccio; hanno accettato di correre rischi persino mortali, come sapevano era avvenuto poco prima durante l’adunata di piazza...

mossad, il substrato culturale in cui si è formata la mente malata di rita katz

Canale Telegram: Rita Katz incita i terroristi a colpire l’Italia. Alba Giusi

E’ notizia di questi giorni ed ha riempito le prime pagine di giornali, radio e televisioni, insinuandosi nella quotidianità di tutti gli italiani: “L’ISIS incita i lupi solitari ad attaccare l’Italia” http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2017/08/24/isis-incita-lupi-solitari-ad-attaccare-in-italia_3b93dbed-5c6f-4213-abbd-e0852ba9baca.html Non appena si legge in modo più oculato la notizia, si scopre che a dirlo è sempre la solita Rita Katz, e ce lo comunica attraverso il suo sito SITE ed il suo profilo Twitter. Si legge quindi sul sito dell’ANSA: L’Isis, attraverso un canale Telegram vicino allo Stato islamico, sta incitando i ‘lupi solitari’ della jihad ad...

ISIS minaccia l'Italia, lo dice Rita Katz

Rita Katz minaccia l’Italia. Maurizio Blondet

Stavolta la minaccia è seria e grave: data la fonte da cui viene. In quegli uffici han deciso che l’Italia è stata risparmiata troppo dalla loro strategia della tensione. https://ent.siteintelgroup.com/Chatter/pro-is-telegram-channel-suggests-italy-as-next-target-of-is-attack.html Sicuramente sono pronti i terroristi. Sono pronti i passaporti da lasciare sul furgone e sull’auto, ormai una firma. Il passaporto intatto di  un dirottatore che attraversò intatto l’inferno di fuoco delle Twin Tower. Il documento dimenticato di fratelli Kouachi il giorno della strage di Charlie Hebdo. Un SMS rivelatore delle identità dei terroristi trovato nella memoria di un cellulare intatto...

Agitatori in venezuela

Interpretazioni divergenti in seno al campo antimperialista. Thierry Meysan

L’operazione di destabilizzazione del Venezuela continua. Nella fase iniziale, gruppuscoli violenti che manifestavano contro il governo hanno ucciso dei semplici passanti e persino cittadini che si erano uniti alla loro protesta. In una seconda fase, i grandi distributori di derrate alimentari hanno organizzato una penuria di beni nei supermercati. In seguito, appartenenti alle forze dell’ordine hanno attaccato ministeri, fatto appello alla ribellione e sono entrati in clandestinità. La stampa internazionale continua ad attribuire i morti delle manifestazioni al “regime”, sebbene numerosi video dimostrino che si tratta di assassinii deliberatamente perpetrati...

androide Data di Star Trek 02

Siamo sicuri che Macron non sia l’androide Data di Star Trek? Alba Giusi

La somiglianza tra Macron e Data, l’androide di Star Trek, è notevole. Siamo sicuri che Macron non sia proprio lui, in carne e ossa? Che cosa sappiamo esattamente di Macron? Sappiamo che è stato disegnato da Attali e programmato dai Rothschild e dalle elite finanziarie al potere. Sappiamo che i suoi comportamenti visibili sono stati ideati dalla moglie Brigitte. Sappiamo anche che i media collusi con l’elite lo ritraggono sempre in modo tale da esaltarne le qualità fotogeniche. Indubbiamente Macron è un prodotto ben riuscito. In pochi mesi ha conquistato...

Roberto Saviano, esperto nella modifica dei fatti storici

Roberto Saviano e l’alterazione della storia. Elena Dorian

Dalla pagina facebook di Roberto Saviano, in risposta a un certo Emiliano, si legge quanto segue: https://www.facebook.com/RobertoSavianoFanpage/?rc=p Emiliano le tue citazioni sono alquanto confuse. La primavera araba siriana contro il regime di Assad del 2010 era laica e democratica. Al Nusra è stata fondata successivamente, nel 2012, e non è collegata ai ragazzi e alle ragazze che chiedevano la fine del regime di Assad e l’avvento della democrazia in Siria. Assad rispose imprigionando e uccidendo i laici e democratici, come Bassal Safadi, che volevano porre fine alla sua corruzione. E...

Cosa c’è dietro il “boom” di occupazione femminile: lo spostamento dell’età pensionabile!

L’Istat ha pubblicato il dato sul mercato italiano del lavoro in giugno. Nulla di epocale se non la considerazione che il tasso di occupazione femminile ha toccato il poderoso livello di 48,8% (questa è ironica, mi raccomando) e tuttavia si tratta del miglior risultato dall’inizio di questa serie storica, cioè dal 1977. Immediati i compiaciuti lanci di agenzia di provenienza governativa, al solito. Ma fu vera gloria? Ci sono molti modi ed angoli visuali per leggere i dati del mercato del lavoro. Quello demografico è uno di essi, incrociandosi con le...

Rita Katz rivendica l’attentato di Melbourne: è stato l’ISIS, dice Amaq, conferma il SITE, ratificano i giornalisti del regime. Alba Giusi

Un grazie a Rita Katz e al SITE per la tempestiva rivendicazione dell’attentato di Melbourne. E’ stato “uno dei nostri soldati”, riferisce Amaq, l’agenzia stampa dei jihadisti (sic!). Ricordiamolo fino alla nausea: Rita Katz è una sionista vicina al Mossad, parla correntemente l’arabo, riesce soltanto lei a vedere il sito di Amaq, sedicente agenzia stampa dei jihadisti. E’ lei che rivendica sempre gli attentati dell’ISIS. Questa è l’informazione ufficiale. Nemmeno Hitler avrebbe osato tanto, ma noi siamo in democrazia, le cui possibilità di inganno globale e controllo delle masse sono...

Questo è il potere finanziario, non lascia scampo

Distruggere l’IRAN è il principale obiettivo di Israele. E quindi anche il nostro. Paolo Germani

Potremmo parlare ore e ore di ciò che sta succedendo nel mondo. Gli attentati, la jihad, le guerre, le migrazioni sono argomenti dibattuti ogni giorno, in televisione, alla radio, nei giornali, in famiglia, tra amici. Ognuno di noi interpreta i fatti a modo suo, ognuno di noi ha un colpevole, ognuno di noi ha una soluzione da proporre. Ma se non capiamo alcune cose basilari, gireremo a vuoto nelle nostre discussioni, senza arrivare mai ad una vera comprensione dei problemi che affliggono la nostra epoca. Il mondo è in mano al potere finanziario...

Attentati di Londra, aspettando che Rita Katz ci dica chi è stato

Forza Rita Katz, dicci che l’ISIS ha rivendicato l’attentato di Londra. Stiamo aspettando! Alba Giusi

Coraggio Rita Katz, svegliati! Vogliamo sapere chi rivendica l’attentato di Londra. Consulta il califfo in persona, entra nei siti criptati dei jihadisti, lì dove soltanto tu puoi, chiedi al tuo caro direttore di Amaq. Per favore, Rita Katz, fai qualcosa. Tutta la stampa del mondo sta aspettando una tua parola, un tuo gesto, un tuo scritto. Il SITE è intasato, non puoi fare così, svegliati! Vogliamo essere rassicurati da te, non capisci? Sono stati i tagliagole dell’ISIS, vero? Mica ci saranno nuovi tagliagole, nuovi terroristi, nuovi criminali? Almeno questo ce lo...

A che gioco giochiamo? Lo chiediamo a Trump, Rita katz, Israele, Mossad

USA, NATO, Regno Unito, Israele, Rita Katz: a che gioco giochiamo? Alba Giusi

Attentato di Manchester. Dopo aver letto i quotidiani stamattina mi sono posta una domanda: A che gioco giochiamo? E’ un gioco in cui sta morendo gente innocente, ma qual è questo gioco? Chi tira i fili? Stoltenberg dichiara che la NATO difenderà le nostre società aperte: “La NATO in prima linea nella lotta al terrorismo” titola il Sole 24 Ore. Il Corriere della Sera, la Repubblica, Il Messaggero sono sulla stessa linea. Tutti dicono che l’ISIS ha rivendicato la strage. Ma la fonte è soltanto una: Rita Katz e il SITE. Solo...

error: Alert: Content is protected !!