novembre 2015 - www.altreinfo.org

Monthly Archive: novembre 2015

Impero del caos

I petrodollari e l’impero del caos

I petrodollari sono la chiave per capire ciò che sta succedendo nel mondo. I mass media non ne parlano, anzi, tengono nascosto l’argomento. Anche i grandi esperti che sentiamo ogni giorno nei talk show televisivi lo evitano come la peste. Ma se non sappiamo cosa sono i petrodollari, non riusciremo mai a capire il perché delle guerre, degli atti di terrorismo, e i ruoli dei vari paesi in questa specie di conflitto globale. I petrodollari: un’idea geniale Nel 1973 il presidente americano Richard Nixon promise all’Arabia Saudita armi e protezione, anche...

La Turchia abbatte un Sukhoi russo

La Turchia butta giù la maschera

La Turchia a parole combatte l’ISIS, ma nella realtà sta aiutando lo stato islamico e il terrorismo internazionale. Arruola jihadisti, li addestra nei campi predisposti ad hoc, li cura negli ospedali da campo, acquista il petrolio estratto illegalmente nei territori controllati dall’ISIS. I media occidentali coprono la Turchia Erdogan ha sempre detto di combattere il fondamentalismo islamico e tanto basta perché i media occidentali diffondano questa immagine della Turchia. Nulla di più falso. Ricordiamo inoltre che i turchi hanno il totale e completo appoggio degli Stati Uniti, i quali stanno conducendo una guerra per...

Il più grande finanziatore del terrorismo islamico è l'Arabia Saudita

Chi finanzia il fondamentalismo islamico?

“Chi finanzia il fondamentalismo islamico” è una domanda che ci dobbiamo porre, se vogliamo capire cosa sta succedendo nel mondo. Portare a termine attentati come quelli di Parigi richiede una organizzazione ben strutturata, uomini addestrati, armi, mezzi di trasporto, logistica. Insomma, nulla si può fare senza soldi e gli attentati non sono un’eccezione. I finanziatori del fondamentalismo islamico Il maggior finanziatore del fondamentalismo islamico è l’Arabia Saudita. Sono loro che diffondono in tutto il mondo il wahabismo e finanziano chiunque lo applichi. Si tratta di una interpretazione letterale ed estremista del Corano e...

Arabia Saudita: un paese ai margini della civiltà

L’Arabia Saudita è un paese tollerato e ben accetto in occidente, ha partecipato alle manifestazioni contro il terrorismo, era in prima linea quando i leader occidentali manifestavano indignati per gli attentati di Charlie Hebdo. Insomma, tutto fa pensare che sia un paese tollerante da un punto di vista religioso, amico dell’occidente, nemico del terrorismo e ben lontano da quelle dittature arabe che hanno fornito all’occidente le necessarie giustificazioni per distruggere Iraq, Libia e Siria. Ma è proprio così? Una monarchia o una tirannia? L’Arabia Saudita conta 28 milioni di abitanti. E’...

La marsigliese

La Francia è in guerra contro Al Baghdadi

La Francia ha dichiarato guerra all’ISIS, uno stato che non esiste e non è mai esistito. Uno stato che non ha una popolazione, non ha un territorio, non ha una storia né un governo. Si tratta di uno stato “autoproclamatosi”, dicono i media occidentali. Bisognerebbe forse specificare che questo è un califfato proclamato da un tale che si chiama Al Baghdadi, di cui non si sa praticamente nulla. Il califfo Al Baghdadi “Secondo una biografia postata in rete nel 2013, Al Baghdadi avrebbe conseguito  un dottorato in Studi islamici presso la...

Ma la Turchia, cosa vuole dalla Siria?

Ma la Turchia, cosa vuole avere dalla Siria?

La Turchia entra a pieno titolo in questa disputa per il controllo della Siria o di una parte del suo territorio. Il suo rapporto con l’ISIS è ben definito: acquista il petrolio prodotto nei pozzi controllati dall’ISIS, offre aiuti militari, recluta combattenti, cura i feriti, addestra i jihadisti. Erdogan non potrebbe essere più chiaro di così. Tutti sanno da che parte sta. Una crisi di nervi Da quando i russi sono intervenuti fermamente a sostegno di Assad, i turchi hanno dato segni di contrarietà e impazienza. Hanno accusato i russi...

Parigi, attentati

Rita Katz, la donna che sa tutto sull’ISIS. Elena Dorian

“Ora tocca a Roma, Londra e Washington”: è il sinistro proclama che ha accompagnato le celebrazioni dei sostenitori dell’ISIS, su Twitter, degli attacchi a Parigi, con l’hashtag ‘#Parigi in fiamme’. “Ricordate, ricordate il 14 novembre di #Parigi. Non dimenticheranno mai questo giorno, così come gli americani l’11 settembre”. La notizia riportata sopra è tratta dall’ANSA (leggi), ed è stata citata da tutti i giornali e telegiornali occidentali. Questa notizia ha avuto un impatto emotivo enorme, ma non è di prima mano. E’ tratta dal sito di Rita Katz (www.siteintelgroup.com). Rita...

Crollo del prezzo del petrolio negli anni 2014-2015

Il prezzo baasso del petrolio: una mossa strategica per mettere in ginocchio Russia, IRAN e Venezuela. Alberto Rovis

Il prezzo del petrolio è sempre aumentato d’inverno. Infatti, in questo periodo i consumi di energia sono più elevati, aumenta quindi il fabbisogno di gasolio per far funzionare le centrali elettriche, ed anche quello che alimenta gli impianti di riscaldamento. Aumentano i consumi ed aumentano i prezzi. Siamo abituati, è sempre stato così. Un prezzo un po’ anomalo Quest’anno però i prezzi sono scesi, con sorpresa di tutti. La settimana scorsa gli Stati Uniti hanno dichiarato che metteranno sul mercato l’8% delle proprie riserve strategiche, e quindi il prezzo del petrolio scenderà ancora, almeno...

matrioska

Le sette sorelle della finanza

Ci sono alcune importanti società che gestiscono immense quantità di denaro ed hanno rilevanti partecipazioni in tutte le grandi multinazionali, dalla Coca Cola alla Monsanto, da Pfizer a Exxon Mobile. Le sette sorelle della finanza Sono le sette sorelle della finanza: VANGUARD GROUP FMR LLC STATE STREET CORP NORTHERN TRUST CORP BLACK ROOK INSTITUTIONAL TRUST COMPANY CAPITAL WORLD INVESTORS WELLINGTON MANAGEMENT GROUP LLP Si tratta di società e fondi comuni d’investimento che da soli sono più potenti del più potente dei paesi e insieme riescono a controllare praticamente tutta l’economia del mondo....

Arbeit macht frei

Non tutti i lager sono uguali

Queste storie sono state raccontate da due amici di famiglia, Carlo e Stefano. Riguardano fatti avvenuti durante la seconda guerra mondiale, in apparenza molto lontani nel tempo, ma in realtà molto vicini a noi, molto più di quello che sembra. La storia  Entrambi erano giovani soldati, arruolati nell’esercito, e quindi hanno combattuto in guerra, uno in Grecia e l’altro in Africa. Non era la loro guerra e non erano fascisti, ma hanno dovuto comunque combattere, come tanti altri italiani. Ho raccolto personalmente le loro testimonianze e per molti anni, ad ogni nuovo incontro, ho chiesto altri dettagli e...

Aereo della Germanwings

Andreas Lubitz e il volo Germanwings

Ripercorriamo quanto accaduto il 24 marzo 2015: un aereo della Germanwings, compagnia low cost della Lufthansa, si schianta sulle Alpi francesi provocando la morte di 150 persone. Tre capi di stato volano immediatamente sul posto, il premier francese Francois Hollande, il premier spagnolo Mariano Rajoi e la cancelliera tedesca Angela Merkel. Andreas Lubitz e le certezze In pochi giorni si dipanano tutti i dubbi: il copilota Andreas Lubitz, psicolabile ventisettenne, lasciato dalla fidanzata, mezzo cieco, depresso e sotto l’effetto di psicofarmaci, si è chiuso nella cabina di pilotaggio ed ha guidato l’aereo contro...

Fondi comuni d'investimento

Fondi comuni d’investimento: il braccio armato delle banche

I Fondi Comuni d’Investimento sono costituiti dai risparmi di molte persone che vengono messi insieme e dati in gestione a soggetti specializzati in investimenti finanziari, le Società di Gestione del Risparmio (SGR). Il meccanismo è il seguente: banche, società finanziarie ed assicurazioni (raramente altri soggetti) costituiscono una Società di Gestione del Risparmio (SGR) con un capitale minimo di 1 milione di euro; le SGR raccolgono i risparmi delle persone attraverso vari canali, soprattutto quello bancario, avvalendosi di intermediari e promotori finanziari, ai quali vanno compensi calcolati in base ai fondi raccolti;...

error: Alert: Content is protected !!