febbraio 2017 - www.altreinfo.org

Monthly Archive: febbraio 2017

eutanasia

Povero “Fabo dj”, ingannato per sempre da cattivi attori. Maurizio Blondet

Confesso che non sapevo chi fosse “Fabo”. Un dj. Ossia un disc –jockey. L’ho appreso stamattina coi giornali progressisti, illuministi e avanzati che, tutti, a un segnale convenuto, hanno battuto la grancassa in prima pagina, con i grandi titoli del caso, di questo Fabo dj che si è dovuto far ammazzare in Svizzera. “Via da un paese che mi tortura!”, la Stampa (Il paese lo tortura?) Il Corriere: “Fabo in Svizzera: lasciatemi libero” (e chi ti voleva fermare?, infatti sei andato in Svizzera e ti sei ammazzato). “L’artista ha dovuto...

Il ministro bavarese markus soeder vuole che la Grecia dia oro e immobili a titolo di garanzia per i prestiti ricevuti

KTG: Ministro bavarese dichiara che la Grecia dovrebbe dare in pegno oro e immobili per nuovi prestiti

Nel disinteresse generale dei media mainstream, i negoziati sul rifinanziamento del debito greco di febbraio sono in stallo e la Grecia è di nuovo sull’orlo della bancarotta o dell’uscita dall’euro. In questa situazione, con la Grecia messa in ginocchio dai creditori internazionali, è immancabile l’esternazione di qualche politico tedesco sulla necessità di imporre condizioni ancora più umilianti. Questa volta è il turno di Markus Soeder, ministro delle finanze bavarese. Da Keep Talking Greece. Nuovi finanziamenti alla Grecia? Gli ultra-conservatori tedeschi hanno qualche idea… Sì, nuovi aiuti sotto condizionalità. Quali condizioni? Le condizioni...

ceta cavallo di troia per ttip

Approvato il CETA: un altro disastro di una globalizzazione mal governata dall’Europa. Mauro Gagliardi

Con l’approvazione del CETA tutto ciò che era stato scongiurato con il mancato accordo del trattato TTIP esce dalla porta e rientra dalla finestra: un grande favore alle multinazionali, un mezzo disastro per il consumatore e il made in Italy. La globalizzazione è inevitabile, ma l’Europa sembra inadeguata a gestirla. Adesso la palla passa ai singoli parlamenti degli Stati membri, che devono approvare l’accordo all’unanimità. Come avevamo ipotizzato in un articolo dello scorso settembre alla fine è stato approvato dal Parlamento europeo il CETA, l’accordo commerciale tra Canada e Unione europea....

Hebron, una tappa del genocidio del popolo palestinese

La vergogna dell’occupazione di Al Khalil (Hebron) e il coraggio di definire democratico un paese come Israele

Nella città di  Al-Khalīl, Hebron in ebraico, meno di 1000 coloni ebrei tengono in scacco più di 160.000 Palestinesi. Accade l’incredibile se a gestire la situazione sono dei soldati cui è dato il compito di “bruciare la coscienza dei Palestinesi” e sono, a loro volta, sotto scacco dei coloni. Non li ha mandati laggiù il governo di Israele. Ci sono arrivati per il Convegno (v.nota in calce) indetto dal rabbino Moshe Levinger, si sono installati in un albergo e non sono più andati via. Altri sono arrivati occupando via via gran...

Informazione sugli OGM

Basta con quest’informazione OGM! Enrico Galoppini

Che questo sistema ed i suoi difensori a spada tratta sentano oramai il fiato sul collo di un sacco di gente stufa di essere raggirata e che ha cominciato, da un po’ di tempo a questa parte, ad insospettirsi che “qualcosa non va” e che vuole sapere ed informarsi al di là dei consueti canali “ufficiali” è un dato talmente evidente da far risaltare come patetici e goffi i tentativi di mantenerlo in piedi raccontando sempre le stesse storielle. Si va dalle trite e ritrite versioni ufficiali sulla storia del...

bimbo yemenita

Allarme OMS: nello Yemen sotto bombardamenti sauditi-USA, 2 milioni di bambini a rischio morte per denutrizione e bombe

L’Organizzazione Mondiale per la Sanità (OMS) lancia l’allarme: nello Yemen sottoposto a blocco aereonavale  ci sono 4,5 milioni di persone a rischio fame e denutrizione di cui 2 milioni di bambini che aspettano la morte, lenta e dolorosa, per mancanza di generi essenziali di sostentamento, medicinali ed assistenza medica. Questo il risultato della campagna di bombardamenti condotta incessantemente dalle forze dell’aviazione saudita e statunitense e del blocco aeronavale imposto dalle navi della marina USA e Saudita che impediscono l’arrivo di aiuti umanitari per la popolazione. Dove sono le ONG come...

La stampa mainstream è la vera fonte delle fake news

Alla scoperta delle Fake News: aiutiamo le autorità a chiudere i siti che propugnano notizie false

Anche il ministero russo si mette di buzzo buono e pubblica un elenco di siti che diffondono notizie palesemente inventate. Birichini questi russi, il sito del ministero dell’interno russo pubblica un elenco di articoli inventati, da oscuri siti di controinformazione, pieni di puttanazze pagate per diffondere falsità. Link: http://www.mid.ru/en/nedostovernie-publikacii (così da oggi potremo seguirlo tutti insieme). Eccone alcuni esempi: Bloomberg – sconosciuto sito di controinformazione – pubblica uno psichedelico articolo su “hacker russi” che addirittura vorrebbero minare il corretto svolgimento delle elezioni francesi: come se a qualcuno fregasse qualcosa di quello che...

donald-trump

Transgender e Trumpgender al tempo delle fake news. Daniele Scalea

Ecco come l’Ansa ha dato la notizia: leggete le prime tre righe. Di seguito i fatti. Decidete voi se la notizia Ansa sia giornalismo, fake news, tendenziosità o altro. Nell’immagine in apertura vedete come l’Ansa ha dato la notizia: leggete pure le prime tre righe. Di seguito i fatti, così come io li ho intesi. Decidete poi voi se la notizia dell’Ansa sia buon giornalismo, una fake news, una notizia tendenziosa o altro. Negli Usa è perfettamente legale cambiare sesso. Le norme variano di Stato in Stato ma, essenzialmente, una...

Vendite di armi

Usa a Europa, se vuoi la Nato devi pagare: +96 miliardi l’anno di armamenti

Obiettivo del 2% del Pil dei Paesi europei in spese per la Difesa, chiedono gli Stati Uniti, per risurre l’onere Usa nell’Alleanza Atlantica. Un conto da oltre 96 miliardi di dollari in più all’anno per i 22 paesi della Ue che fanno anche parte della Nato. Per l’Italia l’impossibile cifra di 18,35 miliardi di dollari l’anno. Baraccone Nato post sovietico Che il datato baraccone Nato pensato in dimensione antisovietica serva ancora, ne discutono in molti. Che così com’è sia pletorico e assurdamente costoso, lo ammettono tutti, ma troppi ci campano...

L’Occidente non vuole la pace in Siria: le Figaro svela il piano criminale di Hollande

Nel giorno in cui il quotidiano Le Figaro rivela l’esistenza di un piano della Francia per aiutare i ribelli, e quindi alimentare ulteriormente la guerra in Siria, arriva anche la notizia della visita segreta del senatore repubblicano statunitense John McCain a Kobane, città della Siria settentrionale sotto controllo delle milizie curde. Lo riferisce il Wall Street Journal che cita “fonti anonime del Pentagono”. Il senatore avrebbe discusso  con ufficiali statunitensi e combattenti curdi impegnati nell’offensiva contro la capitale autoproclamata dello Stato islamico in Siria, Raqqa. Secondo alcuni osservatori, proprio i legami di...

Guerra e globalizzazione: come i missili ex sovietici diventano qualcosa di nuovo

“Bisogna impegnare le persone con ciò che esse si aspettano. Questo le instrada verso modelli di risposta prevedibili, che occuperanno la loro mente mentre noi attendiamo il momento per metter in atto lo straordinario – ciò che non saranno in grado di anticipare” Sunzi (孫子) – L’Arte Della Guerra (VI secolo a.C.). Facciamo un po’ di chiarezza su un argomento abbastanza trascurato dai media mainstream. I missili che, controllati dai combattenti yemeniti sciiti, tanti danni causano a navi e basi militari saudite. E questo malgrado il potente sistema antimissile dispiegato dal...

Cena di stato della conferenza di Monaco

Il traviamento della Conferenza di Monaco sulla sicurezza. Thierry Meyssan

La storia lo dimostra: ogni volta che un sistema crolla, i suoi leader se ne accorgono solo quando vengono portati via dalla tempesta. Così, i responsabili politici dell’Unione europea, riuniti come ogni anno a Monaco di Baviera per la loro conferenza sulla sicurezza, sono rimasti scioccati nel sentire Sergey Lavrov evocare un ordine mondiale post-occidentale. Eppure la terra sta loro mancando sotto i piedi: i popoli arabi resistono disperatamente alle guerre e alle false rivoluzioni, mentre il popolo statunitense ha eletto un anti-imperialista alla Casa Bianca. Gli organizzatori non se...

Sovranismo a stelle e strisce

Un sovranismo a stelle e strisce. Comidad

Ciò che parte da premesse false di solito è falso. La Giornata del Ricordo del 10 febbraio parte dalla premessa che la vicenda delle foibe sia stata per decenni oscurata e dimenticata e che occorra restaurare una memoria. Sta di fatto che non è così. I primi processi sulle foibe, con tanto di condanne (peraltro con motivazioni approssimative), furono celebrati a Trieste già nel 1948; ed inoltre sull’argomento vi fu una propaganda a livello internazionale che coinvolse persino l’opinione pubblica statunitense. Il vittimismo fascista si dimostrò funzionale al riciclaggio del...

Emiliano “il volto umano” Vs. Renzi e il futuro. Eugenio Orso

Ora che Renzi è riuscito ad alleggerire il piddì dalla zavorra “di sinistra”, avendo lavorato per la divisione e la scissione, s’avanza, all’interno dell’entità collaborazionista della troika in via di mutazione, uno strano soldato: il governatore della Puglia Michele Emiliano. Usciti alcuni dinosauri della sinistra filo-atlantista ed euroserva, con evidenti tracce liberal e lib-lab nel Dna (D’Alema, Bersani) assieme ai loro accoliti dem (Speranza, Stumpo, eccetera), sembra profilarsi un nuovo piddì, agognato da Renzi e gradito alle élite finanziarie occidentali, che lo usano per controllare politicamente l’Italia. Ma, come sempre,...

Counterpunch: lo sgradito ritorno di Tony Blair il guerrafondaio. John Wight

Un articolo di J. Wight su Counterpunch ci ricorda che, anche dal punto di vista di un “Remainer”,  l’intervento nel dibattito di Tony Blair rappresenta un’aberrazione. Quest’uomo, che non ha esitato a svendere i valori della socialdemocrazia alle proprie brame di soldi e potere, passando sopra i cadaveri innocenti di coloro che ha trascinato in una guerra immotivata, non esita oggi a “incitare il popolo” alla sollevazione contro una decisione presa democraticamente. L’unico posto da cui dovrebbe essergli consentito esprimersi è dal banco degli imputati, per tutti i suoi numerosi...

error: Alert: Content is protected !!