settembre 2017 - www.altreinfo.org

Monthly Archive: settembre 2017

Murale di Putin in Crimea

Russia: distrutte tutte le armi chimiche e condonati 20 miliardi di debiti africani. Pino Cabras

Sono due notizie ‘hard’ di notevole rilevanza politica mondiale e provengono da Mosca. In sé meriterebbero un’attenzione cospicua, ma il sistema informativo occidentale è impermeabile. Distrutte tutte le armi chimiche e condonati 20 miliardi di debiti africani. Sono due notizie “hard” di notevole rilevanza politica mondiale e provengono da Mosca. In sé meriterebbero un’attenzione cospicua, ma il modo di operare del sistema informativo dominante è così impermeabile alle notizie vere sulla Russia, che anche gli eventi suscettibili di grande peso simbolico e politico in campo militare ed economico passano praticamente...

La Gran Bretagna esalta il suo ruolo nella lotta all’ISIS. Replica della Russia: ‘Dove eravate quando l’ISIS occupava Iraq e Siria nel 2015?

Il portavoce del Ministero della Difesa russo ha affermato che il contributo della Gran Bretagna nella lotta all’ISIS può essere definito ‘inestimabile’ solo per la sua inconsistenza. “La domanda sorge inevitabile: Dove erano queste forze del bene (le forze britanniche) quando l’ISIS (Daesh in arabo) ha occupato un terzo dell’Iraq e la maggior parte della Siria a metà del 2015?”,è la domanda che ha posto il portavoce del ministero della Difesa russa, Igor Konashenkov. Il Segretario di Stato britannico Michael Fallon lo scorso 20 settembre aveva affermato che il Regno Unito “ha dato un...

Barnard parla ai mostri. E intanto vi dà una prospettiva. Paolo Barnard

Sono al telefono ogni giorno con i Mostri (quando i media mi pagavano ci sarei andato di persona, sorry). Chiamo prefisso 001+ e parlo con le Start Ups americane che fanno A.I., ma soprattutto i robot chirurgici del presente e del futuro. Quelli del futuro saranno in A.I. quantistica, cioè rispetto a quelli di oggi un salto come dire dalla ruota di pietra allo Space Shuttle. Sto su questo tema perché nella devastazione di TECH-GLEBA la salute è il lato più orripilante. (poi vi dirò cosa gli chiedo e come mi...

Così si vive a Gaza

Gaza continua a morire. Mafalda Insigne

Si muore una sola volta nella vita. Ma non a Gaza. Gaza muore, continuamente. Sono passati tre anni dall’ultima ferita, l’ennesima, sferrata da Israele al cuore della Striscia. Da quel luglio del 2014 la situazione umanitaria è precipitata ulteriormente, e Gaza è condannata, dichiarata dall’Onu invivibile entro il 2020. Gaza è ormai una prigione a cielo aperto, totalmente isolata dal mondo, dove gli abitanti, qualora potessero, non saprebbero neppure dove scappare. Una terra dove i bambini crescono a latte e sangue, i giovani camminano a braccetto con l’incertezza del futuro,...

Barzani, leader kurdistan iracheno

Kurdistan iracheno, un referendum a uso del clan Barzani. Salvo Ardizzone

Il referendum sull’indipendenza del Kurdistan iracheno è l’estremo tentativo di chi vuole smembrare l’Iraq, usando Barzani e la sua brama di mantenersi al potere col suo clan; è l’ultima occasione d’imporre un fatto compiuto grazie alla copertura dei media occidentali compiacenti; un atto di forza che nelle sue intenzioni dovrebbe garantire la prosecuzione di un potere che dura da 12 anni, e con essa quella frantumazione del Paese che non è riuscita con l’Isis. Con la definitiva liquidazione del Daesh, e la stabilizzazione dell’Iraq e di tutta la regione, si...

Vogliono guerra. Allora ricordiamo chi ci trascinò nelle altre. Maurizio Blondet

(Il nostro Parlamento, bipartisan, ha aumentato le nostre spese militari da 70 a 100 milioni al giorno: +43%. Gli eventi in corso tra Irak, Siria e Iran mi inducono a riproporre questo mio testo): Benjamin Freedman (1890–1984) è stato un uomo d’affari di successo (era il proprietario della Woodbury Soap Co.), ebreo di New York, patriota americano. Era anche stato membro della delegazione americana al Congresso di Versailles nel 1919, dunque un “insider”. Ruppe con l’ebraismo organizzato e i circoli sionisti dopo il 1945, accusandoli di aver favorito la vittoria del comunismo in Russia....

La sovranità monetaria la dobbiamo prendere a colpi di cannone

Perché con A.I. la moneta sovrana va pretesa a colpi di cannone. Paolo Barnard

Premessa: Queste note sono per quei pochissimi italiani che non sono nati immortali, o per quei pochissimi sfigati che non sanno evitare cancro, ictus, infarto e la morte toccandosi le palle, o un chiodo di ferro o un cornino napoletano. Tutti gli altri ignorino questo articolo. PB All’immane importanza, nel futuro certo di TECH-GLEBA, di tornare alla sovranità monetaria ci si arriva alla fine. Partiamo. C’è un notizia enorme, sempre che sia accurata, nella narrativa di TECH-GLEBA, ed è una buona notizia, no ironia. Uno studio di Accenture Consulting (Artificial Intelligence:...

Renzi disperato sulla scuola. I perchè di una sconfitta annunciata. Massimo Bordin

L’unico ministro ad essere rimosso nel passaggio da Renzi a Gentiloni è stato quello della scuola. Renzi dunque si era già reso conto di aver fatto degli errori strategici sulla scuola ed ora si lamenta del mancato consenso da parte dei lavoratori della scuola (che sono centinaia di migliaia). “Sulla scuola abbiamo messo sette miliardi e mezzo, ma il 97% degli insegnanti ha aderito allo sciopero – ha lamentato il leader PD  – quando succede una cosa simile, qualche domanda uno se la deve fare”. Da queste battute, sembra che Renzi sia...

Finito Daesh, si passa ai curdi per innescare la nuova guerra per Sion. Maurizio Blondet

La fine di Daesh si avvicina, ma col referendum curdo i gestori della sovversione globale stanno innescando il prossimo conflitto. Per Israele, ovviamente, e sempre secondo il Piano Kivunim, la destabilizzazione dei paesi  islamici per linee etnico-religiose. No, il Medio Oriente non deve aver pace. Netanyahu esulta apertamente. Bernard Henry Lévy è accorso ad abbracciare (e farsi fotografare accanto) a Masud Barzani e a suo figlio Najerfane, due vecchi amici. Del resto, alla sicurezza dei Barzani provvede il Mossad, che ne dirige anche i servizi di informazione. La presenza di BHL è...

il pensiero unico in economia

Il pensiero unico in economia. Simone Lombardini

Nella storia, si sa, le idee susseguono continuamente; il metodo scientifico suggerirebbe di abbandonare quelle che via via si dimostrano irragionevoli o incomplete in favore di quelle più aderenti al vero. Nella disciplina economica vige invece un sapere a senso unico teso a interpretare i fenomeni economici alla stregua di forze naturali che obbediscono a leggi fisiche fuori dal controllo umano. Lo spread, la borsa, i tassi d’interesse, i prezzi, la disoccupazione, sembrano tutti muoversi indipendentemente dalla volontà umana e quindi l’economista, come semplice spettatore, dovrebbe limitarsi a riportare i...

alice weidel, afd

AfD partito nazista? Guardate la biografia del suo leader, Alice Weidel. Il problema è che AfD dice cose che vanno contro gli interessi dei globalisti!

Io non pensavo di dover vivere dei periodi così tenebrosi: tutti vediamo succedere fatti, eventi, situazioni e la stampa ce li racconta in modo diverso da quello che osserviamo. Sempre, o quasi. E per chi osa dissentire ecco il coro, “ma tutti la pensano in maniera diversa, i giornali dicono un’altra cosa…“. Ecco, i mass media: i fatti ci dicono che sono in mano ad un manipolo di persone, tutti facenti parte delle elites globali e tutti con interessi globalisti. Gli editori sono guarda caso gli stessi che benedicono da...

USA e ISIS attaccano insieme le forze russe in Siria. Giulietto Chiesa

Ci sono le prove della convergenza tra ISIS e i consiglieri USA. Pentagono e CIA furono fin dall’inizio protettori e alleati di Daesh. Secondo informazioni di diversi siti statunitensi e russi, raccolte dal blog di Paul Craig Roberts, in almeno tre occasioni documentate, i servizi segreti USA che operano sul campo in Siria, agiscono con il deliberato scopo di uccidere soldati e ufficiali russi. In un caso ci sono riusciti, uccidendo il generale Valerij Asapov, insieme a due colonnelli di cui non viene fornito il nome. In un altro caso, nei pressi di...

I piedi d’argilla dei successi tedeschi. Maurizio Blondet

Anzitutto: “Il piano europeo di Macron è nato morto”. La creatura sintetizzata nei laboratori Rotschild-Attali aveva bisogno di una Merkel forte, a cui fare da spalla. Ora, CDU-CSU e SPD, che rappresentavano l’80 per cento del Bundestag, adesso sono al 50%. In più, i liberali del FDP, che la cancelliera dovrà forse ammettere in coalizione detta Jamaika per i colori dei partiti che ne faranno parte), sono ancora più eurofobi dei tanto spaventosi (per i media) “neonazisti” di AfD. Il loro capo, l’aitante Christian Lindner, ha subito bocciato la messa...

Carlo Azeglio Ciampi e signora Franca durante il viaggio in Cina svoltosi nel 2004

Chi sono i responabili della situazione economica in cui si trova l’Italia? Molti politici, ma anche un Padre della Patria. Paolo Germani

Qualche volta è bene ricordare chi sono i responsabili della situazione economica in cui ci troviamo oggi. Lo facciamo nel modo più semplice possibile, rileggendo qualche vecchio articolo di giornale. Il primo articolo risale al 6 dicembre 2004 ed è stato pubblicato su La Repubblica: Montezemolo in Cina con Ciampi: “Insieme con strategia unica” L’articolo si occupa di un viaggio fatto da una folta delegazione di industriali (circa 200 persone), presieduta da Luca Cordero di Montezemolo, l’allora presidente di Confindustria, insieme al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, quattro ministri...

Il Sionismo controlla il secessionismo catalano

“Il sionismo è contrario alla identità dei popoli europei, al risorgimento spitituale dell’Europa, al rinascimento del genio europeo, al futuro libero ed alla integrità dei nostri figli” . Sono le parole pronunciate dal presidente di “Soluciona en Cataluña” e candidato alla Muncipalità di Barcelona, Gerard Bellalta. Bellalta ha lanciato una dura requisitoria contro l’influenza del sionismo nella maggior parte degli avvenimenti drammatici che si stanno verificando nel mondo e, in questo contesto, ha richiesto al Governo Spagnolo che prenda le distanze dallo Stato sionista di Israele, che esercita un sistema di apartheid...

error: Alert: Content is protected !!