dicembre 2017 - www.altreinfo.org

Monthly Archive: dicembre 2017

Un attacco Sio-Wahabita contro Hezbollah e Iran?

Israele e Arabia Saudita definiscono le condizioni per la guerra con Hezbollah: un’analisi critica SouthFront ha appena pubblicato un interessante analisi video che avverte della possibilità di una guerra che coinvolga Libano, Arabia Saudita e, forse, Siria, Iran e Israele. Ciò, ovviamente, significa anche che la Russia e gli Stati Uniti sarebbero coinvolti. Per prima cosa, guardate il video [in inglese] qui: Quello che mi propongo di fare è ripercorrere le implicazioni di tale scenario. Il contesto: un fallimento totale degli anglo-sionisti su tutti i fronti Per comprendere il contesto di questi...

Sgretolamenti irresistibili dell’Ordine Mondiale ed eurocratico. Maurizio Blondet

Poche ore, e l’ordine globalista, unilateralista è cambiato, quello eurocratico-atlantico è sgretolato tutto d’un colpo. In Catalogna, i separatisti vincono la maggioranza. E’ cominciata una frammentazione irreversibile non solo della Spagna (non si potrà formare un governo per mesi), ma dell’Europa che cova i suoi secessionismi e particolarismi: fremono già la Corsica, la Scozia, perché no il Sudtirolo o il Donbass o la Sardegna — e se un voto ha legittimato una secessione, perché non vale anche per la Crimea? La Polonia scavalca la UE e stringe accordi militari con la Gran Bretagna....

Obiettivo di Russia e Cina è favorire lo sviluppo di un equilibrio multipolare

Russia e multipolarità: una strategia condivisa con la Cina per l’instaurazione di un nuovo ordine mondiale. Leonid Savin

Molti attribuiscono alla Russia i primi passi per lo sviluppo di una strategia di multipolarità nelle relazioni internazionali. Certamente, questo ha un determinato fondamento. Ancora il 23 aprile 1997 a Mosca fu firmata da Russia e Cina una dichiarazione per un mondo multipolare e l’instaurazione di un nuovo ordine internazionale; il 15 maggio fu registrata all’ONU (1). In essa era indicato che la Federazione Russa e la Repubblica Popolare Cinese si sforzeranno per collaborare allo sviluppo di un mondo multipolare e all’instaurazione di un nuovo ordine mondiale. E’ stato notato...

Ludopatia: come e perché cambia chi è malato di gioco d’azzardo. Giulia Masoero Regis

Quando giocare diventa la cosa più importante, anche più della famiglia, del lavoro e dei soldi risparmiati, significa che si è superato il confine tra divertimento e dipendenza, tra abitudine occasionale e malattia. Non solo droghe, alcol e fumo: nell’elenco delle dipendenze patologiche un posto importante lo occupa anche la ludopatia, la necessità di tornare a sedersi davanti a una slot machine, una roulette o a un tavolo di blackjack per sfidare la fortuna ogni giorno di più. In Italia questa patologia colpisce circa 900.000 persone, ma «il trend è...

Azzardo predatorio: spazi anaffettivi di solitudine e la minaccia del gambing. Marco Dotti

Bambine abbandonate in un’auto, mentre i genitori giocano alle slot machine. Il padre perde tutto quello che ha in azzardo e la madre si prostituisce, per permettergli di continuare a “giocare”. Ciò che le istituzioni centrali continuano a chiamare “gioco lecito”, “gioco pubblico”, “gioco legale” genera degrado. E orrore senza fine. È questo il prezzo che la nostra società è disposta a pagare, per continuare a garantire un business che, nel 2016, ha fatturato 97,8 miliardi di euro, metà dei quali legati al machine gambling – parliamo di circa 470mila macchinette sparse per tutto il Paese –...

Studi sull’attentato dell’11 settembre dimostrano che gli edifici 1, 2 E 7 del WTC non potevano crollare: perché gli Stati Uniti continuano a mentire? Arjun Walia

Tutti e tre gli edifici sono stati distrutti da una demolizione controllata attentamente pianificata, orchestrata ed eseguita”. Professor Lynn Margulis, Dipartimento di Geoscienze, Università del Massachusetts ad Amherst e membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze, uno dei tanti accademici che è stato molto esplicito riguardo all’11 settembre ( fonte ) ( fonte ) Sono il governo, i suoi alleati e quelli che siedono al di sopra dei governi e dettano la maggior parte delle decisioni e delle politiche governative (corporazioni e istituzioni finanziarie, che comprendono lo Stato profondo), che stanno mentendo? È veramente distante un pensiero del...

bitcoin in bolla

“È una bolla”: le autorità di regolamentazione avvertono “per comprare Bitcoin ormai vengono contratte ipoteche”. Tyler Durden

Zerohedge informa sui preoccupanti sviluppi del fenomeno Bitcoin negli Stati Uniti: la febbre dell’oro virtuale ha ormai raggiunto la soglia maniacale caratteristica delle bolle speculative, e comuni risparmiatori arrivano a ipotecare la casa per comprare criptovalute. Tra i mille interrogativi che pone una moneta avulsa da qualsiasi controllo statale, ora vi è anche capire quali potrebbero essere le conseguenze, e a chi gioverebbe una bolla speculativa di simili dimensioni, proprio adesso che si delineano tutti i segnali di un ulteriore prossimo crollo finanziario globale. Mentre il mondo degli investimenti continua a...

Estcoin, la criptomoneta che vorrebbe fare l'Estonia

La piccola Estonia se ne frega della BCE e crea la propria moneta digitale complementare. Fabio Lugano

Don Abbondio diceva “Uno se il coraggio non ce l’ha, non se lo può dare” e questo resta il motto dei governi italiani degli ultimi 6 anni, forti con i deboli (i sudditi della repubblica italiana) e deboli con i forti (i vari poteri europei e mondialisti, dalla BCE, alla Commissione a Soros). Però il coraggio è la virtù dei forti, anche quando questi forti non sono. L’Estonia aveva mostrato l’intenzione di proporre una valuta digitale complementare ufficiale, emessa dalla propria agenzia nell’ambito del progetto di “Residenza Digitale” nel paese....

Impariamo a conoscere la ministra degli Esteri del governo “estremista” di Vienna. Maurizio Blondet

Due strepitosi ritorni al passato, di quello preferito da noi italiani, il passato futile. Che non passa. Primo: un governo “di sinistra” che riporta “in patria” le ossa dell’ultimo re Melasvigno (Con-Badoglio) e la famiglia regia che pretende la sua sepoltura al Pantheon. Ottima idea dopotutto,  l’augusto edificio potrebbe diventare il Supremo Sacrario dei Disertori e Traditori che in sì gran numero hanno illustrato l’Italia e dove potrebbero riposare un giorno i nobili resti di Mario Monti e Draghi, Lorenzin ed altri che tanto hanno meritato al servizio dello Straniero Bancario e...

Italia-Israele: la «diplomazia dei caccia». Manlio Dinucci

I governanti europei — dalla rappresentante esteri della Ue Mogherini al premier Gentiloni, dal presidente Macron alla cancelliera Merkel — hanno preso formalmente le distanze dagli Usa e da Israele sullo status di Gerusalemme. Si sta creando una frattura tra gli alleati? I fatti mostrano il contrario. Poco prima della decisione di Trump su Gerusalemme capitale di Israele, quando già essa era preannunciata, si è svolta la Blue Flag 2017, la più grande esercitazione internazionale di guerra aerea nella storia di Israele, alla quale hanno partecipato Stati uniti, Italia, Grecia...

Le strane donne che vogliono fare la guerra. Massimo Fini

La nostra è una società femminile senza essere femminea. In Gran Bretagna si è deciso di ammettere le donne nei corpi speciali, le Sas, ma nei test per entrare in questi reparti cui sono affidate le missioni più difficili e pericolose si sono dovuti alleggerire i carichi fisici oltre che il massacrante addestramento (ma in Italia i maschi non se la cavano molto meglio se per fare il soldato semplice i requisiti fisici hanno dovuto essere abbassati –del resto che si può pretendere da generazioni in cui, statistiche alla mano,...

Ibrahim Abou Thuraya, simbolo della resistenza palestinese, ucciso da un cecchino

Gli israeliani sparano anche agli invalidi. Per uccidere. Maurizio Blondet

Questa è una notizia riportata da molti media internazionali, ma non dai giornali, telegiornali e radio del “nostro regime”, chissà perché. Guardate i video e le foto, ma soprattutto guardate l’ultimo video. Diteci se tra il più brutale dei regimi razzisti ed Israele vi è qualche differenza. Diteci se questi soldati sono diversi dai peggiori criminali di guerra che gli stessi israeliani ci chiedono continuamente di ricordare. La storia raccontata si riferisce ad un giovane palestinese, invalido e in carrozzina, ucciso da un cecchino israeliano. Perché? Semplicemente perché allo stato...

lo sviluppo della rotta artica

Le enormi implicazioni della Rotta Marittima Settentrionale russa. F. William Engdahl 

Quando si parla di affrontare alcune delle condizioni climatiche più dure del mondo, nessun paese si avvicina alla Russia. Ora la Russia ha dato la massima priorità allo sviluppo di una Rotta Marittima Settentrionale, lungo la costa artica russa, per consentire il trasporto di gas naturale liquefatto [LNG] e carichi di container tra l’Asia e l’Europa, riducendo i tempi di spedizione quasi della metà e aggirando il sempre più rischioso Canale di Suez. La Cina è pienamente coinvolta, ed ora l’ha incorporata formalmente nelle nuove infrastrutture della Nuova Via della Seta. Prima...

Joe lewis, il miliardario britannico che sta acquistano terre in patagonia

Qual è il progetto di Israele in Argentina? Thierry Meyssan

Le autorità argentine si interrogano sul massiccio acquisto di terre in Patagonia da parte di un miliardario britannico e sulle “vacanze” che vi trascorrono decine di migliaia di soldati israeliani. Nel XIX secolo il governo britannico era indeciso se istallare lo Stato di Israele nell’attuale Uganda, in Argentina o in Palestina. All’epoca l’Argentina era controllata dal Regno Unito e, per iniziativa del barone francese Maurice de Hirsch, era diventata terra di accoglienza per gli ebrei che fuggivano dai pogrom dell’Europa centrale. Nel XX secolo, dopo il colpo di Stato militare...

Lavrov: noi non causiamo guerre come gli Stati Uniti con il pretesto di “esportare la democrazia”

MOSCA, Russia – Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha detto venerdì alla Camera alta del parlamento russo, il Consiglio della Federazione, che l’ambasciata USA si intromette costantemente nelle elezioni russe. “Il presidente russo Vladimir Putin ha ripetutamente citato esempi concreti di come l’ambasciata americana sta facendo questo, anche attraverso la partecipazione dei suoi diplomatici alle manifestazioni dei partiti di opposizione”, ha detto Lavrov. Lavrov ha tuttavia sottolineato che Mosca non ha alcun desiderio di interferire nelle elezioni americane, o di interferire negli affari interni di altri stati che...

error: Alert: Content is protected !!