gennaio 2018 - www.altreinfo.org

Monthly Archive: gennaio 2018

Virginia, asta di schiavi

Modesta proposta alla Plutocrazia: reintrodurre la schiavitù. Perché no? Maurizio Blondet

Un lettore raccapricciato mi gira un articolo apparso su 24 Ore qualche giorno fa: Reintrodurre la schiavitù è o no un’opzione per la società moderna? scritto da Enrico Verga il 26 Gennaio 2018 L’autore, Enrico Verga, dati i “fattori che stanno radicalmente cambiando il rapporto uomo-lavoro”, propone di “reintrodurre nell’economia moderna tale soluzione contrattuale”: il contratto di schiavitù. “La schiavitù è spesso vista con un’accezione negativa, riconosce, tuttavia, la sua abolizione “è piuttosto recente”, e fu adottata da paesi democratici come gli Stati americani. Di più: “Con nomi differenti esiste e prolifera ancora in...

Le immagini di Gesù e Maria possono essere utilizzate per fini pubblicitari. La corte di Strasburgo ha sancito la libertà di espressione

Corte di Strasburgo: le immagini di Gesù e Maria possono essere usate nella pubblicità. Anche quelle di Anna Frank e Auschwitz? Giorgio Lunardi

La Corte Europea dei Diritti Umani ha stabilito che le immagini di Gesù e Maria possono essere utilizzate per fini pubblicitari. Il problema è sorto in seguito ad una multa di 580 euro comminata dalla Lituania ad un’azienda che aveva affisso manifesti pubblicitari in cui veniva raffigurato Gesù, disteso a torso nudo e tatuato, con accanto la Vergine Maria, tatuata e vestita alla moda. La pubblicità era stata rimossa in seguito alle proteste di numerosi cittadini che si sentivano offesi dalle immagini blasfeme. L’azienda di abbigliamento Robert Kalinkin ha quindi fatto ricorso...

Auschwitz

Auschwitz è in Polonia: il governo deve pagare le vittime della Shoah. Maurizio Blondet

“Vietato dire che i lager sono polacchi”. Netanyahu si ribella alla nuova legge: “La storia non può essere cambiata” Il parlamento polacco ha approvato un disegno di legge che prescrive fino a tre anni di carcere per chi diffama la nazione associando l’aggettivo «polacchi» ai campi di sterminio nazisti o attribuisca alla Polonia i crimini commessi dalla Germania nazista”. http://www.lastampa.it/2018/01/27/esteri/vietato-dire-che-i-lager-sono-polacchi-netanyahu-si-ribella-alla-nuova-legge-la-storia-non-pu-essere-cambiata-m5s0jH7CGmF5awhFNfGQ4O/pagina.html Questo titolo apparso su La Stampa può sembrare strano. Perché il governo polacco dovrebbe punire chi sostiene che i lager tipo Auschwitz sono polacchi? Non lo sanno tutti che essi...

Stati Uniti: da gennaio 2013 ad oggi ci sono state 283 sparatorie scolastiche con morti e feriti. Antonio de Martini

Nelle prime tre settimane del 2018 le “sparatorie scolastiche”, che avvengono anche nelle scuole primarie, sono già undici. Tre a settimana in media; di più se pensiamo che c’erano le vacanze natalizie ai primi giorni di gennaio. I dati sono di EVERYTOWN FOR GUN SAFETY, una organizzazione che contesta la proliferazione delle armi da fuoco negli Stati Uniti le quali provocano più perdite di vite umane che tra i soldati in Irak. Prevenire sembra impossibile dato che le sparatorie non durano più di cinque minuti, avvengono all’interno delle scuole e gli autori...

Putin e Netanyahu al Museo Ebraico della Tolleranza di Mosca

Europei sempre obbedienti a sempre nuove sanzioni del “Deep State”. Maurizio Blondet

“Abbiamo passato ore ed ore al telefono per assicurarci che nessuno, all’epoca Hollande e (Matteo) Renzi, non lasciasse. Non volevano altre sanzioni contro la Russia. Aveva ripercussioni su di loro. In grosso [ho detto loro]: “Dovete farlo!”. Così ha parlato Joe Biden, il vicepresidente di Obama, in una  conversazione al globalista Council on Foreign Relations. Per fortuna, ha aggiunto, “Merkel era abbastanza forte all’epoca per sostenerci. Anche se a malincuore, non piaceva nemmeno a lei”. Era il luglio 2017. Obama impose nuove sanzioni, la Confindustria di Berlino provò ad eccepire...

Il “Regime del Terrore Rosso” in Polonia era capeggiato dagli ebrei. Maurizio Blondet

La “narrativa olocaustica” racconta che i comunisti polacchi che tornarono sui carri armati sovietici stabilirono a Varsavia il “regime del terrore rosso”. Del triumvirato del terrore capeggiato da Boleslaw Bierut, un agente del NKVD, due su tre erano ebrei. Jacub Berman, spietato capo della Sicurezza e fondatore della ferocissima polizia politica UB (Urząd Bezpieczeństwa), perseguì e mandò all’esecuzione centinaia di membri dell’Armia Krajova ed altri patrioti. https://en.wikipedia.org/wiki/Jakub_Berman Hilary Minc, che Stalin in persona nominò ministro dell’industria e dei trasporti; la moglie di Minc, ha diretto l’agenzia di stampa ufficiale del...

Brett McGurk

Segreti, bugie e confusione USA nel Nord della Siria. Thierry Meyssan

Dagli annunci e smentite dell’amministrazione Trump sugli sviluppi militari nel Nord della Siria traspare un pesante segreto. Paradossalmente, la Turchia viene in aiuto degli Stati Uniti per correggere “l’errore” di loro ufficiali superiori. La smentita del segretario di Stato Rex Tillerson, il 17 gennaio, delle affermazioni del 23 dicembre del comandante in capo del CentCom, generale Joseph Votel, e di quelle del 13 gennaio del portavoce della Coalizione anti-Daesh, colonnello Thomas Veale, ha generato confusione. La dichiarazione di Tillerson non ha soddisfatto la Turchia che, dopo aver avvisato il 10...

Maternità surrogata e fabbriche di bambini: storie di schiavismo moderno. Enrica Perucchietti

Negli ultimi anni la discussione sui risvolti etici della maternità surrogata ha fatto molto discutere e sempre più femministe hanno compreso che il fenomeno ha dato vita a nuove forme di schiavismo moderno, in cui il corpo della donna è visto come merce e il bambino come un oggetto che può essere venduto e comprato. Utero in affitto: il business della maternità surrogata Il mercato delle madri surroganti è infatti l’ultimo tassello del processo di mercificazione della società occidentale che nella sua discesa agli inferi sta trasportando con sé anche...

Germania, manifestazione del gruppo giovanile ebraico tedesco Betar nel 1934

Propaganda e manipolazione di massa: “Endlösung” non significa “soluzione finale” né tanto meno “sterminio del popolo ebraico”. Paolo Germani

“Endlösung” è un termine tedesco formato dall’unione di due diverse parole: “endgültige” e “Lösung”. Il suo significato letterale in lingua italiana è “soluzione (Lösung) definitiva (endgültige)”. La parola italiana più appropriata per tradurre “Endlösung” è quindi “soluzione definitiva”. Si tratta di una parola utilizzata ogni qualvolta sia richiesta una soluzione definitiva di un problema che si sta trascinando da tempo e per il quale sono state finora applicate soluzioni parziali, senza tuttavia risolvere il problema alla radice. http://de.metapedia.org/wiki/Endl%C3%B6sung https://de.wiktionary.org/wiki/Endl%C3%B6sung La traduzione “soluzione finale” è stata introdotta durante il Processo di Norimberga....

tsipras

Grecia nella fase finale: all’asta sul web tutto ciò che si può vendere, anche le case private. Maurizio Pagliassotti

La Grecia di Tsipras affronta l’ultima parte della svendita totale del suo patrimonio e della sua civiltà. Sul mercato finisce la stessa democrazia. La Grecia di Alexis Tsipras è entrata nella «fase laboratorio»: vedere cosa succede ad un paese lasciato nelle mani dei creditori. Disse Milton Friedman: «Lo shock serve a far diventare politicamente inevitabile quello che socialmente è inaccettabile»: lo shock della Grecia risale al’estate del 2015 quando con la giacca gettata sul tavolo al grido di «prendetevi anche questa» il primo ministro Alexis Tsipras firmò la resa senza condizioni della sua nazione...

repubblica democratica del congo, miniere di coltan

Congo: tra guerre e saccheggi, ecco quanto costa uno Smartphone. Cristina Amoroso

La Repubblica Democratica del Congo è uno dei Paesi più ricchi di risorse dell’Africa: giacimenti d’oro, miniere di diamanti, uranio, rame, coltan e altri materiali preziosi. Eppure gli abitanti non possono in alcun modo beneficiare delle loro ingenti ricchezze. Secondo i dati della Banca Mondiale, infatti, il paese risulta essere uno dei più poveri del continente africano: l’80% della popolazione vive con meno di un dollaro al giorno. Come è possibile per un paese come il Congo, con una popolazione stimata in circa 50 milioni di abitanti ed enormi ricchezze?...

ribellione reale non può nascere dalla realtà virtuale

L’economia virtuale è la fine della libertà. Brandon Smith

C’è una semplice regola da seguire quando si capisce la tragica storia delle economie: non riporre mai cieca fiducia in un sistema costruito su fondamenta create dall’establishment. Ma nella nostra era il fascino di un mondo virtuale con promesse di infinita ricchezza è più che mai schiacciante.  Sì, mi riferisco principalmente alle criptovalute, ma non solo. Mi riferisco anche a un problema di vasta portata di cui le criptovalute sono solo un riflesso. Vale a dire, il fatto che l’umanità sta rapidamente perdendo di vista il significato della vera economia...

Arredo urbano ostile. Per l’era Plutocratica. Maurizio Blondet

Dal rapporto Oxfam. L’1% della popolazione mondiale più ricca nel 2017 s’è presa l’82 % della ricchezza prodotta da tutti gli altri nel mondo. Un nuovo miliardario è nato ogni 2 giorni. Il più rapido aumento di miliardari della storia.  Attualmente ci sono 2043 miliardari nel modo. 42 persone detengono da sole quanto i 3,7 miliardi di esseri umani più poveri. I tre americani più ricchi in Usa possiedono quanto la metà della popolazione statunitense più povera, 160 milioni di persone. E’ ormai un dato consolidato: non solo l’1% più...

polizia del pensiero unico globale e ministero della verità

Ministero della Verità e Polizia del Pensiero Unico Globale. Strategie per il XXI secolo. Chris Hedges

L’abolizione della neutralità della rete e l’uso di algoritmi da parte di Facebook, Google, YouTube e Twitter per spostare lettori e spettatori da siti di controinformazione verso siti di informazione omologata hanno dato ai regimi occidentali il potere di distruggere la libertà di parola. Nel corso dell’anno 2017 il World Socialist Web Site, sito di sinistra che si concentra sui crimini del capitalismo terminale, ha perso il 75% delle visite. E non è l’unico sito che si trova in questa situazione. Il traffico di ricerca di AlterNet è calato del...

Aerei muniti di missili atomici B61-12

L’Italia nel piano nucleare del Pentagono. Manlio Dinucci

Il Nuclear Posture Review 2018, il rapporto del Pentagono sulla strategia nucleare degli Stati uniti, è attualmente in fase di revisione alla Casa Bianca. In attesa che sia pubblicata la versione definitiva approvata dal presidente Trump, è filtrata (più propriamente è stata fatta filtrare dal Pentagono) la bozza del documento di 64 pagine [Documento scaricabile qui.]. Esso descrive un mondo in cui gli Stati uniti hanno di fronte «una gamma senza precedenti di minacce», provenienti da stati e soggetti non-statali. Mentre gli Usa hanno continuato a ridurre le loro forze nucleari —...

error: Alert: Content is protected !!