www.altreinfo.org - Pagina 10 di 165 -

Vittoria elettorale del partito trasversale del Lobbying. Comidad

Renzi si è reso odioso poiché viene percepito da gran parte dell’opinione pubblica non come un politico ma come un lobbista, come un servitore di interessi di potentati privati. La percezione non è dovuta a commenti malevoli o a “fake news”, ma allo stesso modo di porsi di Renzi, riconfermatosi anche dopo l’ennesima batosta elettorale; un atteggiamento altezzoso e schernevole verso l’uditorio, che suggerisce un messaggio implicito che va oltre le parole: ”io non devo rendere conto a voi, ma a quelli che mi hanno messo qui, a cui voi...

Fate l’inciucio, ve lo chiede l’Europa. Dei ricchi. Maurizio Blondet

“Questa è una crisi difficilissima” e bisogna pensare “all’interesse generale” e mostrare “senso di responsabilità”. Lo ha detto il presidente emerito Giorgio Napolitano: ossia il maestro del putsch che ha portato Monti al governo. “Bisogna tutti avere “senso di responsabilità” e pensare al bene generale dei cittadini, ha ripetuto il presidente della Repubblica in carica Sergio Mattarella. Nella neolingua loro, “responsabilità” significa che stanno esortando con forza il PD a smettere di fare gli offesi e mettersi a  reggere il governo dei 5 Stelle. Hanno capito benissimo che è una...

Viviamo in una matrix, chiamata libertà e democrazia

La grande finanza ci fa vivere in una realtà virtuale, una vera e propria matrix, chiamata libertà e democrazia. Alba Giusi

Un tempo le banche finanziavano le imprese ed esisteva un circolo virtuoso basato sulla circolazione del denaro. La gente risparmiava, i soldi andavano alle banche, le quali li prestavano alle imprese. Queste investivano sul territorio, davano lavoro e creavano ricchezza. Il capitale era quindi un mezzo al servizio dell’economia, al servizio di tutti ed era anche fondamentale per lo sviluppo di un paese. Ora non è più così. Ma perché le cose sono cambiate? Perché nulla è come prima? Che cos’è cambiato nel mondo? Un grandissimo uomo, un politico indimenticabile...

Torna l’incubo dei missili a Comiso. Manlio Dinucci

Il piano fu preannunciato tre anni fa, durante l’amministrazione Obama, quando funzionari del Pentagono dichiararono che «di fronte all’aggressione russa, gli Stati uniti stanno considerando lo spiegamento in Europa di missili con base a terra». Ora, con l’amministrazione Trump, esso viene ufficialmente confermato. Nell’anno fiscale 2018 il Congresso degli Stati Uniti ha autorizzato il finanziamento di «un programma di ricerca e sviluppo di un missile da crociera lanciato da terra da piattaforma mobile su strada». È un missile a capacità nucleare con raggio intermedio (tra 500 e 5500 km), analogo...

Qui comincia l’avventura dei Cinque Stelle. Massimo Fini

Non vorrei aver l’aria di sminuire la straordinaria vittoria del Movimento Cinque Stelle (in fondo sono stato uno dei pochissimi intellettuali, insieme a Travaglio, a partecipare al primo, e irriso, ‘Vaffa’ di Grillo) dovuto all’impegno dei suoi militanti, al suo programma, alla grande abilità di Di Maio (altro che “uno che ha solo un bel visino” come lo definì il geronte Berlusconi) ma almeno una parte del trionfo dei ‘grillini’ è dovuta alle stesse ragioni che hanno portato Donald Trump alla Casa Bianca. Quando il ceto medio americano si è...

Coppia lesbica, le donne un tempo venivano utilizzate per partorire maschi da usare in guerra, oggi invece per distruggere il tessuto sociale

Povere donne, da sempre abusate dal potere ed ora usate per distruggere il tessuto sociale. Elena Dorian

Per il giorno della donna riproponiamo un post pubblicato a gennaio 2018. Un tempo le donne erano sottomesse agli uomini. Dovevano ubbidire. E dovevano anche fare molti figli, prima per lavorare la terra, poi per lavorare in fabbrica, e sempre per combattere le guerre provocate dagli uomini. Le donne hanno sempre avuto un ruolo fondamentale, ma nella società non c’era una situazione di parità. E nemmeno all’interno della famiglia, per dirla tutta. Ora le donne hanno gli stessi diritti degli uomini. Vanno a lavorare come gli uomini. Anzi, lavorano più...

Alberto Negri: l’establishment vuole salire sul carro dei Cinquestelle

L’ex inviato storico de Il Sole24ore Alberto Negri ha attaccato il fondatore della Repubblica Eugenio Scalfari su facebook. Secondo il giornalista le sconclusionate dichiarazioni pubbliche di Scalfari, prima a favore dello storico nemico Berlusconi e poi a sostegno del leader dei Cinquestelle Luigi Di Maio, nascondono la volontà della classe dirigente del capitalismo italiano di salire sul carro dei vincitori, costituito oggi dagli uomini del Movimento di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. Avviso ai naviganti: non ci prende mai, meglio in finanza che in politica. Il fondatore di Repubblica, Eugenio… Pubblicato...

Prepararsi al collasso dei debiti. Maurizio Blondet

“I debiti che non possono essere onorati, non lo saranno”. Dopo questa sentenza da incidere nel bronzo, William White continua: “Continuare sulla via di espansione monetaria attuale non serve più a niente”, è rimandare a più tardi l’inevitabile, “ed è ogni giorno più pericoloso. Purtroppo il ritorno indietro implica grandissimi rischi. Sicché i rischi di un’altra crisi [come il 2008] continuano a crescere”. William White è il presidente della Commissione Ocse per l’analisi dell’economia e lo sviluppo. Proviene dalla Banca dei Regolamenti internazionali e i competenti gli riconoscono che non parla...

La balla del Cinquestelle partito del Sud fannullone… Mirco Coppola

Analisti, politici e giornalisti amici di alcune frange del PD e della Lega tentano con i soliti insulti velati al Sud di identificare il voto ai Cinquestelle come il voto dell’Italia fannullona e parassita. Farebbero di tutto per non ammettere il fallimento della Seconda Repubblica nata da quel golpe chiamato mani pulite, ma hanno torto marcio. I Cinquestelle eroderanno sempre di più i partiti protagonisti degli ultimi 10 se non 20 anni, prospettiva rispetto alla quale solo la Lega ha saputo rinnovarsi, diventando un partito dalle istanze molto simili a...

Gli apprendisti stregoni riaprono i rubinetti. Mario Seminerio

Sono passati appena due giorni da quando ho imbrattato i pixel di questo sito con alcune mie elucubrazioni sul dopo elezioni italiane, e già lo schema sta iniziando a dipanarsi in modo molto nitido. Sarebbero soddisfazioni, se non vivessi in un paese destinato a spappolarsi contro il muro della realtà. In quel post scrivevo che questa legislatura sarebbe stata caratterizzata dai tentativi di disaggregare e riaggregare, risucchiando interi partiti (nella prima fase) o gruppi di parlamentari (nella seconda) e coagulandoli alla creazione di una qualche formula di governabilità, segnando il trionfo dell’articolo...

E così è nata la “Lega Sud”. Maurizio Blondet

“Noi siamo proiettati al governo perché siamo una forza nazionale, non come le altre forze territoriali che stanno 15 punti sotto di noi”. Non capisco perché Luigi di Maio dice cose del genere, quando è evidente il contrario: il Movimento 5 Stelle è diventato la Lega Sud. Già le mappe del voto sono inequivocabili: il M5S è il partito territoriale del Meridione. Ma la geografia indica che è meridionale in un senso più profondo, caratteriale, di mentalità. La proclamata rivolta contro il sistema, con l’accortezza di restare nel vago e...

Il sovranismo si riconverte in assistenzialismo per ricchi. Comidad

La notizia è di quelle che lasciano nello sconcerto. Ancora una volta non si può non deprecare l’irresponsabilità del presidente USA, il cialtrone Donald Trump. Ormai è ufficiale: grazie ad un tweet di CialTrump abbiamo saputo che gli Stati Uniti sospenderanno i finanziamenti al terrorismo organizzato dal Pakistan. Rischierebbero di finire senza soldi i Talebani, la rete Haqqani, l’organizzazione Lashkar-e Taiba e tante altre reti terroristiche finanziate dall’ISIS, l’Inter-Service Intelligence pakistana, con i soldi americani. CialTrump ha dichiarato che negli ultimi quindici anni gli Stati Uniti hanno elargito più di...

I piani della Trilaterale e l’incognita della maggioranza parlamentare. Federico Dezzani

Terminati gli scrutini, è emerso il nuovo Parlamento: il Movimento 5 Stelle ha riportato, grazie alla rapida decomposizione del Partito Democratico, un risultato superiore alle previsioni, mentre la coalizione di centrodestra, pur risultando prima, è lontana dalla maggioranza. Come prevedibile, è già iniziata la manovra per defenestrare il segretario del PD, maggiore ostacolo ad un governo con i 5 Stelle: “architetti” dell’operazione sono Sergio Mattarella e Giorgio Napolitano, massimi esponenti dell’establishment liberal, talvolta chiamato “gruppo Bilderberg” o “commissione Trilaterale”. Se il progetto andasse in porto, l’Italia sarebbe sottoposta ad un...

Elezioni 2018, qualche considerazione. Andrea Scanzi

Benvenuti a Ten Talking Fava, l’unica rubrica che esce solo il 5 marzo 2018. Vincitori indiscussi: M5S e Lega. Sconfitto indiscusso: Matteo Renzi. Non c’è alcuna maggioranza, quindi o si torna al voto entro un anno con una nuova legge elettorale oppure l’unica strada è chiedere a Dario Nardella di essere il nuovo Chuck Norris. Altre considerazioni 1. Renzi è sempre stata la più grande sbornia politica inspiegabile nella storia dell’Italia repubblicana. Un uomo politicamente senza pregi, privo di qualsivoglia qualità, goffo e caricaturale, arrogante e vendicativo, tronfio e circondato da una classe dirigente terrificante al cui...

soluzione finale, auschwitz

Robert Kempner, geniale propagandista che diede alla “soluzione finale” il significato di “sterminio del popolo ebraico”. Paolo Germani

Robert Kempner è stato un importante e controverso avvocato ebreo-tedesco che svolse un ruolo di primo piano durante il Processo di Norimberga. Ecco la sua storia in poche righe. Nato nel 1899 a Friburgo, in Germania, da una benestante famiglia ebraica, studiò legge nell’Università della sua città, dove esercitò la professione di avvocato sin dal 1920. Fu grande nemico di Hitler e del nascente Partito Nazional Socialista. Nel 1933 gli venne revocata la cittadinanza prussiana in quanto accusato di tradimento. Nel 1935 si trasferì in Italia, dove insegnò legge per...

error: Alert: Content is protected !!