www.altreinfo.org - Pagina 20 di 152 -

2. La pornografia come strumento di controllo: le basi neuro-fisiologiche. Alessandro Benigni

Per capire il presente non bisogna soltanto conoscere il passato, ma anche e soprattutto immaginare il futuro.  Alessandro Benigni Non è un caso che da più parti si sia cominciato a parlare di “pornografia come strumento di educazione sessuale” (qui l’iniziativa di Porn Hub e c’è da scommette che sarà rivolta in particolare ai rapporti omo-erotici). Pensate che sia solo una battuta da pornostar? Il metodo di controllo sociale individuato da Overton agisce a 360 gradi. Per corrompere non solo il senso morale ma soprattutto le abilità cognitive delle future...

L’antisemitismo usato come arma. Israel Shamir

La Palestina con i suoi meravigliosi paesaggi rocciosi ed i venerati antichi ulivi, alcuni dei quali piantati dalle mani di Maria, Madre di Cristo, la contadina palestinese che possedeva un frutteto vicino all’attuale Convento Cremisan di Beit Jalla, che porta ancora il suo nome. La Palestina con la sua robusta gente di montagna, magra, abbronzata e con occhi azzurri, la mia seconda o forse prima patria, da dove scrivo queste righe. La Palestina luogo raro nel mondo, dove la gente non ha paura di pronunciare la parola “ebreo”. Ghassan Abdulla,...

Ignazio Visco, il Supermagistrato. Ha pure il “segreto d’ufficio” verso il Parlamento. Maurizio Blondet

Non ho alcuna voglia di spendere sforzi d’intelligenza su Ignazio Visco, il governatore di Bankitalia “attaccato da Renzi”. Sarà sicuramente riconfermato. Abbiamo visto quanti difensori ha: da Mattarella a Napolitano, da Padoan a Draghi a Ferruccio De Bortoli, financo Scalfari che di solito sta con Renzi, stavolta ha consigliato Renzi di farsi visitare da uno psichiatra. La Cupola al completo. Ovviamente il Nano che ha insegnato il Bidet agli arabi s’è subito accodato alla Cupola, come ha fatto sempre. “Da Via Nazionale hanno notato che Forza Italia ha smesso di attaccare il governatore e ora lo...

1. La pornografia come strumento di controllo mentale individuale e sociale. Alessandro Benigni

«Noi aspiriamo a corrompere per poter dominare» Giuseppe Mazzini (massone, 1805-1872) Un quadro generale E’ questo, quello che ci serve, prima di tutto: un quadro generale di riferimento, in cui tanti fenomeni, apparentemente isolati fra loro, possano essere collegati insieme e spiegati in relazione al controllo: dalle “comunità degli uomini-cane“, all’aborto, alla legalizzazione delle droghe, all’eutanasia, alla “teoria svedese dell’amore“, al divorzio, alla diffusione del consumo di psicofarmaci, aumento dei suicidi, depotenziamento cognitivo in ambito scolastico, e tanto altro ancora. Un quadro, insomma, in cui collocare la pornografia contemporanea, per...

Il caso Weinstein: le ricattate, il ricattatore e il Fica Power. Massimo Fini

Quante volte ci ho provato con una ragazza o una donna nella mia vita? Infinite. Quante volte sono andato ‘in bianco’? Moltissime. Quante volte mi è riuscito il colpo? Parecchie. Devo per questo essere considerato un molestatore sessuale seriale? Quante volte ho chiesto a un amico: “senti, mi presenteresti quella ragazza, che mi piace?”. Deve, per questo, costui essere bollato come una sorta di prosseneta, un Lele Mora in miniatura? Alla radice della questione delle molestie sessuali –tralasciando per il momento il ‘caso Weinstein’ dove centrale è la questione del...

L’oligarchia burocratica UE cambia “narrativa”. Invece di cambiare programma. Maurizio Blondet

L’oligarchia burocratica sente il bisogno di una “nuova narrativa”. Ha cominciato nel 2013 l’allora presidente della Commissione Europea,  Barroso: “Dobbiamo continuare il racconto, continuare a [essere noi a] scrivere il libro del presente e dell’avvenire. Ecco perché occorre una nuova narrativa all’Europa”, ed ha esortato “artisti, ricercatori e intellettuali” a pensare a un nuovo racconto. Donald Tusk con la  Merkel a fianco, l’agosto 2016, ha fatto appello ai 27 governi: riuniamoci a Bratislava per metterci d’accordo su una nuova narrativa. Anche Macron, nel marzo 2017, ha incitato alla creazione di un “racconto nazionale”,...

Sorridi piccola media azienda. Ovviamente pensano al tuo bene. Tech-Gleba. Paolo Barnard

Piccolo-medio imprenditore italiano, ma cos’hai? Narcolessia terminale? Ti ho urlato per quasi 10 anni cosa ti avrebbe fatto l’Euro, tu fermo a dormire in piedi. Oggi l’intero Pianeta Terra si è trasformato, te lo grido da un anno, tu fermo a dormire in piedi. Blockchain, barista, negoziante, trasportatore, artigiano, titolare, industriale, Blockchain. Il sistema dei pagamenti di tutto il mondo è cambiato, scordati la banca come l’hai sempre conosciuta. Erano dei bastardi quelli della banche nel Vecchio Pianeta eh? Tu ne sai qualcosa. Questi del Nuovo Pianeta in Blockchain sono...

Cala il sipario sul secolo americano. Wayne Madsen

La storia mostrerà che gli Stati Uniti, trascinati per più di un decennio dai rabbiosi falchi neo-con in conflitti costosi e sconsiderati in Afghanistan e Iraq, vedono calare il sipario sulla loro guerra fredda del “Secolo Americano”. La nomina di Donald Trump, che agisce più come un Caligila o un Nerone che da statista, accelera la fine della sceneggiata della Pax Americana. Scaltri leader mondiali sfruttano l’incompetente politica estera statunitense per fasi avanti mentre gli USA sono preoccupati da ciò che il segretario di Stato Rex Tillerson ha chiamato idiota,...

E’ tutta questione di “narrativa”. E non solo in Austria. Maurizio Blondet

I media hanno già lanciato l’allarme: il vincitore delle elezioni austriache, il “giovane” ma “conservatore” Sebastian Kurz, farà un governo con il partito “xenofobo”, “populista” e venato di nostalgici del nazismo FPO. Sicché in Austria “va al potere l’estrema destra”. E’ evidente che i media ricalcano pedissequamente una “narrativa” dettata da fuori. Sorvolano sul fatto che “l’estrema destra” è già al potere, in Austria, in due regioni. Nel Burgenland e in Alta Austria, infatti lo “xenofobo” FPO è al governo in coalizione – col SPO. Sì, avete capito bene: con i socialisti, mica...

Un anniversario tragico. Intelligenza Artificiale in borsa fuori controllo. E voi? Paolo Barnard

Sono 10 anni da quel 2007 quando nessuno di voi aveva mai sentito le parole subprime, spread, agenzie di rating, Lehman Bank… ecc. D’improvviso tutto ciò che io, e ben altri, andavamo gridando – e che quelli in TV chiamavano ‘complottismo’ – divenne uno Tsunami nero di fango, disperazione e anche morte, soprattutto nella UE dei Trattati Sovranazionali e della perdita di Sovranità Monetaria. La famosa crisi. Noi italiani non ci siamo più ripresi. Roba già raccontata alla noia. Dieci anni di pene strazianti anche dal punto vista delle miserie politiche...

Le misure economiche di Mussolini che salvarono l’Italia dalla crisi del ventinove. Bruno Vespa

Come ogni regime dittatoriale, il fascismo spendeva grosse cifre per la difesa: all’inizio della crisi esse rappresentavano il 32% del bilancio statale, contro il 14 degli stanziamenti per opere pubbliche. Ora, negli anni successivi al 1931, il bilancio della Difesa fu tagliato del 20%, mentre lo stanziamento per opere pubbliche fu quasi raddoppiato. «Nei primi dieci anni del mio governo – amava puntualizzare il Duce – si è speso in opere pubbliche più di quanto abbiano speso i governi liberali nei primi sessant’anni dall’Unità d’Italia» Il bilancio della polizia, altra...

Trump come “Shabbos Goy” del nuovo impero talmudico. Maurizio Blondet

Trump, nel far uscire unilateralmente gli Usa dal trattato con l’Iran sul nucleare (JCPOA), e insieme facendo uscire la superpotenza dall’UNESCO – azioni entrambe dettate da Israele – ha compiuto due atti altamente simbolici: l’uscita, ufficiale e dichiarata, dalla civiltà e dalla cultura. USA ed il suo suggeritore Israele abbandonano la civiltà e ci segnalano che stanno aprendo la fase nuova ed ultima, l’avvento  del Terrore talmudico come governo globale. Mi risparmi il lettore la lezioncina sull’UNESCO come creazione massonico-britannica, evitino di ricordarmi che il suo primo direttore fu il...

Criptomonete, blockchain, intelligenza artificiale e teck-gleba. Intanto quelli vi cuciono la vita. Paolo Barnard

Avrò perso tante cose nella vita, ma non il fiuto giornalistico. Scorro decine di pagine al giorno zeppe di news, poi capita che fra 200 titoli uno mi fulmini, anche se è un titolino a fondo pagina su Bloomberg. E lì, il mio fiuto non sbaglia. Era infatti piccolo piccolo il titolo, ma è immenso immenso per le ripercussioni che avrà su tutti noi, tutti, voi a casa, nel Nord come nel Sud del mondo. Ricordate la Blockchain? Ricordate le cryptomonete? Ricordate cosa ho scritto sul fatto che questa nuova...

Christine Lagarde e Angela Merkel

Lagarde (FMI):”Non tassate i ricchi”. Fabrizio Marchi

“Non sono d’accordo sul fatto che tassare i ricchi sarebbe il modo più efficiente di ridurre le disuguaglianze. Penso che il modo più efficiente sarebbe quello eliminare il differenziale di genere tra uomini e donne”. A pronunciare queste testuali parole è Christine Lagarde, presidente del FMI (Fondo Monetario Internazionale), cioè il più alto (almeno formalmente) organismo del neoliberismo internazionale. http://www.askanews.it/economia-estera/2017/10/12/fmi-lagarde-meno-disuguaglianze-donne-meglio-che-tassare-ricchi-pn_20171012_00228/ Un bel regalo ai ricchi e ai “padroni del vapore” (da cui prende ordini) da questa “liberal” e politicamente corretta signora collocata sulla poltrona che era fino ad alcuni anni...

Trump respinge il Jcpoa e punta a nuove sanzioni. Salvo Ardizzone

Trump ha annunciato che non certificherà l’accordo sul nucleare iraniano e proporrà al Congresso nuove sanzioni a Teheran e alla Guardie della Rivoluzione. L’atteso discorso del Presidente Usa è stato un’inverosimile invettiva per mascherare un improbabile equilibrismo: Trump non certifica, come deve fare ogni tre mesi, il rispetto dei termini dell’accordo da parte dell’Iran, ma non denuncia neanche il patto, lasciando la questione al Congresso, per il semplice fatto che l’Aiea ha dichiarato in tutti modi che Teheran sta rispettando l’accordo. Adesso il Congresso ha 60 giorni per stracciare l’intesa,...

error: Alert: Content is protected !!