"Effetti collaterali" di un mondo che sprofonda nel medioevo - www.altreinfo.org

“Effetti collaterali” di un mondo che sprofonda nel medioevo

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sempre più spesso Stati Uniti, Inghilterra, Francia e Israele “eliminano” terroristi o presunti tali, utilizzando droni armati con missili ed altri sistemi tecnologici simili. Non uccidono soltanto i presunti terroristi, ma anche tutti coloro che stanno intorno a loro, compresi donne, bambini ed altri sfortunati passanti. Questi sono i cosiddetti “effetti collaterali”.

Come in un video gioco

Pochi mesi fa, è stato Cameron in persona ad annunciare l’uccisione in Siria di due jihadisti inglesi. Il meccanismo è semplice: qualche collaborazionista o spia dà la posizione satellitare della vittima predestinata e qualcun altro, a migliaia di kilometri di distanza, come in un videogioco, comanda un drone e spara un missile.

Sala comando droniIl numero esatto dei morti non viene mai comunicato. Si tratta di presunti terroristi, così almeno dicono loro. Chi abbia condotto le indagini non si sa, chi abbia stabilito che si tratta di pericolosi terroristi nemmeno, chi li abbia condannati a morte è un mistero. Non ci sono prove (segretate per sicurezza nazionale), non ci sono condanne, non ci sono indagatori, non c’è nulla che possa supportare simili massacri. Le vittime dei droni sono in Somalia, Afghanistan, Iraq, Pakistan, Yemen, Siria, Territori Palestinesi e ovunque ci siano interessi da difendere.

Effetti collaterali e barbarie

Nessuna prova e nessun processo, ma soltanto un premier di turno, Cameron, Obama (nobel per la pace!!), Hollande o Netanyahu, che dichiara con orgoglio di aver commesso un omicidio di stato. E le altre vittime, quelle che non c’entravano niente coi presunti terroristi? Effetti collaterali, sono soltanto questo. Bambini morti per effetti collaterali insieme alle loro madri. Passanti inconsapevoli morti per effetti collaterali. Questa è barbarie, questo è un salto nel passato più buio dell’umanità. Dal 2004 ad oggi sono circa 6.000 le persone innocenti morte in seguito ad attacchi coi droni, circa 60 vittime innocenti per ogni presunto terrorista. Tanto per confermare la precisione e l’affidabilità dei segnalatori, dei video giocatori e dei loro droni.

Obama e gli omicidi di stato coi relativi effetti collaterali, vale a dire le vittime innocenti

E i mass media?

I giornali, le riviste, i telegiornali riferiscono tutto con enfasi, come se si trattasse di grandi conquiste nella lotta contro il terrorismo, ma tacciono sulle vittime innocenti. E intanto la gente si abitua a considerare normale questa anormalità e non dice niente. La gente ha paura di tutto. Pensa che saranno questi criminali a risolvere i loro problemi, ad allontanare i terroristi dalla loro casa ed a salvarli. Ma non è così.

Il terrorismo è creato ed è fomentato da questa gente,

per generare paura e per giustificare in questo modo qualsiasi azione e qualsiasi malefatta. Non saranno loro a liberarci, e nemmeno i loro mezzi di comunicazione di massa, quelli che li affiancano, li giustificano e li sostengono.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!