Progetto MKULTRA e controllo mentale - www.altreinfo.org

Progetto MKULTRA e controllo mentale

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Il progetto MKULTRA o MK-ULTRA (conosciuto anche come Programma per il Controllo della Mente) era il nome in codice dato a un programma illegale e clandestino di esperimenti sugli esseri umani portato avanti dalla CIA durante gli anni cinquanta e sessanta del XX secolo. Lo scopo di questo programma, realmente esistito, era quello di influenzare e controllare il comportamento di determinate persone (il cosiddetto controllo mentale).

Il Progetto MKULTRA:  teoria dell’interrogatorio

Il programma ebbe inizio nei primi anni cinquanta e fu interrotto ufficialmente nel 1973. Mirava a costruire una sorta di “teoria dell’interrogatorio” che si concretizzò nel 1963 con il Manuale Kubark Counterintelligence Interrogation. Molte delle tecniche descritte nel manuale sono state usate recentemente in prigioni militari e della CIA (Guantanamo Bay ed Abu Ghraib) come si evince dai risultati delle inchieste condotte dalle commissioni nominate per i controlli.

Metodi MKULTRA a Guantanamo

Prigionieri torturati a Guantanamo

Creazione di assassini

Durante i vent’anni, il progetto ebbe anche come scopo quello di contrastare in piena guerra fredda gli studi russi, cinesi e coreani sul cosiddetto controllo mentale (mind control) ovvero sulla manipolazione della psiche delle persone. Le scoperte avrebbero dovuto portare numerosi vantaggi, come ad esempio la creazione di assassini inconsapevoli o il controllo di leader stranieri scomodi. Furono coinvolte almeno 80 istituzioni tra cui 44 college ed università, 12 ospedali, 3 prigioni e 185 ricercatori privati. Molte ricerche venivano pubblicate in giornali medici ufficiali ed il clima era essenzialmente permissivo ed approvava le sperimentazioni in ambito “controllo mentale”.

Dal Progetto MKULTRA a Progetto MKSEARCH

Nel 1964 il progetto fu rinominato MKSEARCH in quanto si stava specializzando nella creazione del cosiddetto siero della verità, sostanza che sarebbe poi stata usata per interrogare esponenti del KGB (servizi segreti dell’Unione Sovietica) durante la guerra fredda. Gli esperimenti sugli esseri umani erano spesso praticati all’insaputa dei soggetti scelti ed avevano lo scopo di sviluppare tecniche da utilizzare durante gli interrogatori e le torture operate dall’esercito o dai servizi segreti statunitensi, e possibilmente farmaci, indebolendo l’individuo e forzando confessioni attraverso il controllo mentale. Tali esperimenti prevedevano l’uso di ipnosi, onde sonoresieri della verità, messaggi subliminali, sostanze psicotrope (soprattutto LSD) e numerosi altri metodi per manipolare gli stati mentali delle persone scelte e alterare le funzioni cerebrali, comprese pratiche di deprivazione sensoriale, isolamento, elettroshock, lobotomia, abusi verbali e sessuali, così come varie forme di tortura.

I documenti recuperati testimoniano che la CIA ha somministrato LSD (che ha prodotto almeno una vittima), fenciclidina ed elettroshock al fine di controllare le menti dei soggetti sottoposti. Le cavie erano persone comuni, dipendenti della CIA, personale militare, agenti governativi, prostitute, pazienti con disturbi mentali, detenuti, e tossicodipendenti, di nazionalità statunitense e canadese.

Progetto MKULTRA

Progetto MKULTRA: la creazione di assassini

Il progetto MKULTRA è stato abbandonato?

Fin qui è tutto documentato. Non ci sono interpretazioni personali o affermazioni non documentate. La domanda che ci poniamo adesso è questa:

il progetto MKULTRA è stato abbandonato?

Sembra molto difficile anche soltanto immaginare che le tecniche sviluppate all’epoca, considerate fondamentali per il posizionamento geopolitico degli Stati Uniti d’America, siano state abbandonate e mai più utilizzate (oltre a Guantanamo). Anzi, probabilmente quelle tecniche sono oggi molto più sofisticate di prima, meno invasive e più efficienti.

E soprattutto sono più segrete.

 

www.altreinfo.org

Sito di controinformazione. Oltre la verità ufficiale, contro il pensiero unico globale.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!