Copertura mediatica globale e democrazia - www.altreinfo.org

Copertura mediatica globale e democrazia

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Com’è possibile che tutti i media occidentali, anche con tendenze politiche molto diverse, diffondano le stesse informazioni e le stesse immagini? Come si giustifica che tutti i media facciano da gran cassa di risonanza alle stesse notizie? Com’è possibile che non ci siano voci fuori dal coro? Non è un problema secondario e riguarda la nostra stessa sicurezza. La copertura mediatica globale dei mezzi di informazione, spesso irresponsabile e contro ogni evidenza, permette ai regimi che stanno governando il mondo di avvicinarsi pericolosamente ai punti di non ritorno. Spinge il potere ad avventurarsi in azioni imprudenti, forti di avere le spalle coperte dai mezzi di informazione. Azioni che potrebbero avere ripercussioni sugli equilibri del mondo intero. Gli effetti devastanti di questa situazione globale li vediamo ogni giorno. Interi paesi distrutti, con danni enormi e irreversibili per intere popolazioni inermi.

Homs

Homs, una città devastata da due anni di guerra in Siria

Come si realizza la copertura mediatica globale

Analizziamo in dieci punti quali potrebbero essere le cause di questo fenomeno, del tutto nuovo per l’umanità:

  1. La proprietà dei principali mezzi di comunicazione di massa si è concentrata nelle mani di poche persone che, nascoste dietro fondi comuni d’investimento e gruppi finanziari, controllano le linee editoriali dei media. Molto spesso gli stessi giornalisti che gestiscono la catena di comando interna ai media fanno parte di quei gruppi finanziari e li rappresentano a tutti gli effetti.
  2. I giornalisti che non “aderiscono al progetto“, le voci fuori dal coro, vengono emarginati, zittiti, oscurati. E dove va a lavorare un giornalista emarginato, zittito e oscurato? I mezzi di comunicazione danno spazio solo a chi si adegua, non a chi propone una visione diversa dei fatti. I dubbi e i disallineamenti non sono ammessi. La pressione cui sono sottoposti i giornalisti è enorme. “Solo se mi adeguo, scrivo. E io voglio scrivere”. “Solo se mi adeguo, appaio in TV. E io voglio apparire”.
  3. Le notizie vengono prodotte dalle agenzie di informazione, controllate dagli stessi gruppi finanziari che controllano i mass media. Non è più possibile verificare l’attendibilità delle notizie. L’unica cosa che possiamo verificare senza alcuna difficoltà è che quelle notizie fanno comodo a chi detiene il potere. Sono funzionali ad un progetto. Tutte le notizie vengono documentate con filmati e immagini.  Il giornalista “riceve, legge e vede” e può solo riportare ciò che “riceve, legge e vede“, con la dovuta enfasi. Nessuna autonomia. Le agenzie di informazione sono il primo fondamentale tassello per garantire l’uniforme copertura mediatica globale di un qualsiasi evento.
  4. I giornalisti non approfondiscono le notizie, non vanno sul campo. E’ diventato troppo pericoloso. Ricordiamo il caso di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, uccisi a Mogadiscio nel 1994, o quello di Giuliana Sgrena, rapita in Iraq nel 2005, la cui liberazione costò la vita a Nicola Calipari. I giornalisti italiani non vanno più nei luoghi dei conflitti, non intervistano più le persone coinvolte nelle guerre, ma alloggiano comodamente nei grandi alberghi e aspettano che “arrivino le notizie” da commentare. Le notizie che arrivano sono le stesse per tutti i giornalisti, a qualunque nazionalità appartengano.
  5. I mezzi di condizionamento sono molto potenti, a tutti i livelli. Coloro che si pongono domande o dubitano della versione ufficiale sono dei “complottisti“. Gente che immagina cose inesistenti e non è in grado di analizzare con obiettività i fatti. Tutti si sentono in diritto di deridere i complottisti, di trattarli come gente malata, piena di fobie, bastian contrari. Il condizionamento a tutti i livelli è molto forte. Sono i loro stessi amici e familiari che li inducono a rientrare nella normalità, ad adeguarsi.

    Complottismo, tutti si sentono in diritto di deriderti

    Complottismo, tutti si sentono in diritto di deriderti

  6. I social network rappresentano il secondo fondamentale tassello per la garantire la copertura mediatica globale. I blogger postano informazioni e immagini, queste vengono accreditate come vere e riprese da tutti i mezzi di informazione del pianeta. Senza alcuna verifica né controllo. Questa è una rivoluzione nell’informazione. Chi posta le informazioni? Sono le Organizzazioni Non Governative colluse e finanziate dal sistema. Sono non meglio precisati “attivisti” che lavorano per “aiutare” le popolazioni civili colpite nei vari conflitti. Sono blogger “indipendenti”. Ma chi sono queste persone? Esistono davvero? Ricordiamo il caso di quel blogger iraniano che descriveva le sommosse popolari e le proteste in IRAN. Era un insegnante scozzese e postava i suoi commenti in “diretta ed esclusiva”, ma dalla Scozia. In IRAN non era mai andato.
  7. Le informazioni che ci arrivano tramite internet non sono improvvisate, ma sono strutturate in modo funzionale ad un progetto di condizionamento globale. Non agiscono a livello conscio o razionale, ma colpiscono il nostro inconscio, la nostra parte emotiva. Non sono solo parole, ma ci sono fotografie, video, messaggi nascosti. Tutto è pensato per raggiungere un obiettivo di condizionamento ben preciso. Internet e l’evoluzione dei social network hanno permesso di ragionare su ciò che va comunicato e come va comunicato. Al momento giusto, né troppo presto né troppo tardi, le informazioni possono essere introdotte in qualsiasi parte del mondo. I mezzi a disposizione, il browser TOR, la navigazione anonima, permettono di agire in un posto come se fossimo in un altro. Chi decide quando un’immagine deve diventare virale nel web? Chi la diffonde tra tutti i mezzi di comunicazione?
  8. C’è una rete di autorevoli esperti, gente imparziale, grandi conoscitori, uomini di cultura, rappresentanti della società civile. Tutti conniventi col sistema. Il loro punto di vista, sempre funzionale al potere, viene ripreso dai media e fatto rimbalzare in tutti gli angoli del pianeta. Come possiamo contraddire queste persone? Chi siamo noi per pensarla in modo diverso?
  9. C’è una rete di autorevoli organizzazioni, al di sopra di ogni sospetto, che confermano e diffondono la versione ufficiale. Sono pedine fondamentali per garantire una copertura mediatica globale. Chi sono? Organizzazioni non Governative, ONLUS, Associazioni umanitarie. Tutte colluse col sistema. Quante organizzazioni umanitarie vengono finanziate da George Soros? A cosa servono? Sappiamo che dispongono di fondi illimitati, ma quali sono gli obiettivi che devono raggiungere?
  10. Il livello culturale delle persone è molto diminuito negli ultimi decenni. Non approfondiscono, o perché non hanno sviluppato le capacità o perché non hanno né tempo né voglia. La gente è presa dal lavoro, sempre più stressante, dalla famiglia, sempre più impegnativa. Nel tempo libero le persone preferiscono dedicarsi ad attività ludiche. Vogliono giocare. Vogliono la realtà virtuale. I giovani non sono in grado di comunicare tra loro. Non parlano, non si interessano. L’ego prevale su tutto. E’ un caso che l’istruzione non abbia adeguati finanziamenti? O è una situazione cercata e voluta? E’ un caso che il modello di società imperniato sull’ego stia prevalendo? E’ un caso che la vita non ci dia un momento di tregua per pensare? L’omologazione di tutta la società occidentale permette una copertura mediatica globale impensabile fino a qualche decennio fa. Un unico messaggio ben strutturato è in grado di condizionare miliardi di persone. Anche questo è un caso?

Copertura mediatica globale e democrazia

Il sistema di condizionamento globale si sta rafforzando ogni giorno di più e questo è molto rischioso. La democrazia si basa sulla libertà di informazione e senza di essa non può esistere.

Pensate davvero di essere in democrazia?

 

www.altreinfo.org

Sito di controinformazione. Oltre la verità ufficiale.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!