Europa, a Parigi e Berlino è caos migranti - www.altreinfo.org

Europa, a Parigi e Berlino è caos migranti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Angela Merkel

Migliaia di migranti – per lo più provenienti da Sudan, Libia, Afghanistan, ed Eritrea – hanno piantato le tende sotto la stazione della metropolitana dopo che la demolizione della giungla di Calais ha frustrato i loro sogni di recarsi nel Regno Unito.

paris-brawl

La polizia francese ha provato (e fallito) in molte occasioni a ripulire la zona, ma gli immigrati, semplicemente, ritornano coi loro bivacchi, ancora e ancora. Gli abitanti, furiosi, hanno chiesto che il campo sia chiuso una volta per tutte, e riferiscono di aver sentito “rumori agghiaccianti” provenienti da esso, e nel bel nel mezzo della notte, e le strade sono piene di spazzatura e feci.

Gli scontri fra immigrati in tutta Parigi sono all’ordine del giorno, così come le aggressioni ai danni dei francesi.

La situazione in Germania è perfino peggiore. La polizia locale ammette che la situazione è al limite.

In una relazione, la polizia afferma:

Lo stupro di una bambina di dieci anni a Lipsia, la più grande città della Sassonia, ha attirato attenzione rinnovata circa il livello raggiunto dalla spirale di crimini violenti perpetrati da immigrati in città e paesi di tutta la Germania. Durante i primi sei mesi del 2016, i migranti hanno commesso 142.500 reati, 780 al giorno, con un incremento di quasi il 40 per cento rispetto al 2015.

I dati includono solo i crimini in cui un sospetto è stato catturato.

Migliaia di migranti che sono entrati nel paese come richiedenti asilo o profughi sono scomparsi ”prosegue la relazione. “Essi sono, presumibilmente, migranti economici che sono entrati in Germania sotto falsi pretesti. Molti si sospetta abbiano commesso rapine o violenza sessuale.

Secondo Freddi Lohse della polizia di Amburgo, molti delinquenti migranti vedono la clemenza della giustizia tedesca come una luce verde per continuare a tenere comportamenti delinquenziali.

Germania, bivacco di migranti

Ad Amburgo, al tempo del (fallito) golpe contro Erdogan, migliaia di integralisti islamici scesero in piazza con le bandiere turche, al grido di “Allahu Akbar!” in sostegno del presidente turco.

A Colonia, la notte di capodanno, ci fu uno stupro di massa contro centinaia di donne tedesche, a opera di immigrati radunatisi lì da mezza Europa.

La polizia tedesca lamenta il fatto che, nonostante gli agenti subiscano continue aggressioni, verbali ma spesso anche fisiche, i processi comminino agli immigrati aggressori solo pene irrisorie, cosa che ha tolto loro ogni rispetto nei confronti della polizia.

In effetti, la situazione in Germania è così grave, che Secure America Now, una organizzazione no profit conservatrice americana parla di califfato tedesco in un video che ha fatto infuriare i media tedeschi.

di Massimiliano Greco

Fonte: opinione-pubblica.com

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!