Redazione, Autore a www.altreinfo.org

Author: Redazione

Thomas Sankara: l’eroe che pagò con la vita lo smascheramento del debito. Ilaria Bifarini

Sono passati 32 anni da quando il presidente del Burkina Faso, ribattezzato il “Che Guevara africano”, venne ucciso, secondo la ricostruzione ufficiale dal suo ex collaboratore nonché successore Blaise Campaorè, verosimilmente appoggiato dai francesi e da altre forze internazionali. Thomas Sankara era divenuto un personaggio scomodo, troppo scomodo, per il piano egemonico mondiale messo in atto dai poteri finanziari internazionali attraverso lo strumento del debito. Il suo discorso  tenuto  presso l’OUA (Organizzazione per l’Unità Africana), di una forza e di una chiarezza straordinarie, è un appello a tutti i rappresentanti...

I crimini contro l’umanità e le violazioni dei diritti dell’uomo commessi dall’Occidente. Thierry Meyssan

Secondo la stampa internazionale, nel 2011 in Siria sarebbe scoppiata una rivoluzione popolare, malauguratamente andata male e trasformatasi in guerra civile. Se nel 2011 si poteva credere a questa versione, oggi, alla luce dei documenti emersi, non è più possibile. Questa guerra era stata pianificata da Washington dal 2001 ed è iniziata nel contesto delle “primavere arabe”, pianificate dal 2004 da Londra, sul modello della Grande Rivolta Araba guidata da Lawrence d’Arabia. L’Arabia Saudita ha ammesso di aver pagato e armato in anticipo i rivoltosi di Deraa che diedero il...

Le origini del dominio bancario e l’arte di creare denaro dal nulla. Come gli orefici divennero prima banchieri e poi banche. Francesco Lamendola

Ormai è nozione comune che le banche dominano il mondo, non solo a livello finanziario ed economico, ma anche politico e mediatico; che le banche dominano il mondo per mezzo di denaro che, in realtà, non possiedono, per la semplice ragione che non esiste; e quindi che la dittatura finanziaria mondiale si regge su un gigantesco bluff, sostenuto da meccanismi psicologici di massa abilmente pilotati: tipico esempio, la minaccia dello spread, che – noi italiani ne abbiamo fatto l’esperienza nel 2011 – è abbastanza forte da poter abbattere il governo democraticamente...

Dazi: l’antiamericanismo della mozzarella. Massimo Fini

C’è voluto che gli americani attentassero alla nostra mozzarella perché l’Italia intera si sollevasse ed emettesse un ruggito antiyankee: dai giornali, la Repubblica, il Corriere, il Giornale, i cattolici Avvenire e Il Tempo, ai politici. Persino il tremebondo Di Maio ha fatto la faccia feroce di fronte al gauleiter Mike Pompeo mandato in Italia per rimetterci in riga: “difenderemo le nostre aziende”. “L’Italia s’è desta, dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa”. Finché ci costringono a tenere 800 soldati in Afghanistan, ci impediscono di avere relazioni economiche con l’Iran per noi molto vantaggiose e con la...

Il clima è un pretesto per lanciare la finanza verde. Giulietto Chiesa

C’è un piano per ri-finanziare l’intera economia mondiale attraverso la Green Economy. Si vede a occhio nudo. Ci sono prove eclatanti. Una di queste (solo una tra le molte) è la task force per lanciare la “finanza verde” promossa da Mark Carney (uomo Rothschild e attuale governatore della Banca d’Inghilterra) e da Michael Bloomberg. Il progetto è condiviso da istituzioni finanziarie che rappresentano 118 trilioni di $. È da questi centri, tentacoli del Leviathano mondiale, che sta partendo l’ondata. Si costruisce un fittizio scenario da “fine del mondo”, che nasconde...

Anche all’Inghilterra si applica la reductio ad Salvinum. Comidad

Persino per chi non si era mai bevuto le balle sulla Magna Carta e sull’Inghilterra patria della libertà e del diritto, forse una sospensione del parlamento per cinque settimane era un po’ troppo. Si può anche comprendere lo sconcerto dei Britannici, costretti a contemplare per tanto tempo solo la regina e l’acconciatura del primo ministro Boris Johnson. Ciò che risulta invece chiaramente manipolatorio e pretestuoso è il tentativo di gran parte del mainstream di ricondurre la vicenda britannica agli schemi della consueta narrazione della eterna lotta tra gli europeisti difensori...

Warren Buffet, il “Re dell’aborto”: che ci guadagna il grande magnate della finanza mondiale? Alessandro Benighi

Per chi non lo sapesse – citiamo da Wikipedia, il grassetto è nostro -” Warren Edward Buffett (Omaha, 30 agosto 1930) è un imprenditore ed economista statunitense, soprannominato «oracolo di Omaha». È considerato il più grande value investor di sempre. Nel 2008, secondo la rivista Forbes, è stato l’uomo più ricco del mondo, mentre nel 2015, con un patrimonio stimato di 72,7 miliardi di dollari, sarebbe il terzo uomo più ricco del mondo, dopo Bill Gates [Microsoft, ndr] e Jeff Bezos [Amazon, ndr]. Inoltre stimano sia il quarantesimo uomo più ricco di tutti i tempi. Buffett è chiamato “l’oracolo di Omaha” oppure “il mago...

Dario Franceschini. L’assassino dell’opera è tornato. Andrea Zhok

Nella gioiosa confusione che ha seguito la formazione del nuovo governo ci siamo dimenticati di congratularci per la scelta di Dario Franceschini al Ministero dei Beni Artistici e Culturali. Franceschini is back Franceschini, oltre ad essere probabilmente la figura del PD di maggior rilievo nel governo, è un ministro che potrà giovarsi di una solida esperienza pregressa, avendo già ricoperto la stessa carica sotto i governi Renzi e Gentiloni (2014-2018). Franceschini rimane nei cuori di tutti gli addetti del settore per aver promosso una simpatica attività di demolizione dei teatri lirici. Con il Nuovo Codice dello Spettacolo, del...

Le scie chimiche promosse da Bill Gates esistono, le altre no.

Dannati complottisti e diffusori di fake news di geo-ingegneria. Adesso come faremo a distinguere le scie chimiche promosse da Bill Gates da quelle “inesistenti” (o per meglio dire frutto di solo “vapore acqueo” – insistentemente smentite dalla scienza ufficiale)? Notizia (abbastanza) recente: Bill Gates vuole fermare il riscaldamento della Terra. E fin qui, niente di strano. In fondo è lo stesso proposito di un’adolescente nordica che parla con Obama, con il Papa e con tutti gli altri potenti della terra. Cosa c’è quindi di interessante? Il punto è che l’ideatore e padrone di Microsoft, l’uomo più...

Le testate nucleari della NATO dislocate in Europa violano gli accordi internazionali

È un segreto di Pulcinella. Ma è anche la più madornale negazione della verità da parte dell’Alleanza Atlantica: bombe nucleari sono stoccate in Italia, Germania, Belgio, Olanda e Turchia, in violazione del diritto internazionale. Un membro dell’assemblea parlamentare della NATO l’ha scritto per errore in un rapporto che è stato immediatamente ritirato. Gaffe nucleare della Nato Che gli Stati uniti mantengano bombe nucleari in cinque paesi della Nato – Italia, Germania, Belgio, Olanda e Turchia – è provato da tempo (in particolare dalla Federazione degli scienziati americani) [1]. La Nato...

Chissà cosa si nasconde dietro questo «grande amore per il pianeta e per l’ambiente»

I cambiamenti climatici sono l’argomento che catalizzano maggiormente l’attenzione di giornalisti, cantanti, uomini di spettacolo, politici, Organizzazioni non Governative e massmedia. Tutti spingono verso un generico “dobbiamo far qualcosa per fermare il cambiamento climatico”, senza specificare bene che cosa dobbiamo fare. Addirittura i monsoni, con i conseguenti allagamenti che provocano da centinaia di migliaia di anni, sono diventati un motivo di preoccupazione per tutti. E Greta Thumberg, icona dell’ambientalismo, si è recata a New York per parlare coi grandi del pianeta, addirittura in barca a vela, per non contribuire al...

Istigazione all’odio razziale: è un rato che possono commettere soltanto i bianchi? Giorgio Lunardi

A Milano un nigeriano irregolare di trentadue anni ha preso a sassate alcune auto, rovesciando su una di esse il bidone delle immondizie, senza alcun motivo apparente. Quando si è trovato i poliziotti davanti, il 32enne non ha cambiato atteggiamento. Anzi, dopo aver cercato di colpire gli agenti, ha iniziato a urlare: “Italiani di merda, mi fate schifo, vi ammazzo tutti”. A quel punto, non senza fatica, i poliziotti sono riusciti ad ammanettarlo e arrestarlo. La notizia la trovate su milanotoday. https://www.milanotoday.it/cronaca/sfonda-auto-aggredisce-poliziotti Questo immigrato irregolare, ospite nel nostro paese, ha...

California, la plutocrazia realizzata. Maurizio Blondet

California. Il  70 per cento dei 56 miliardari – possessori di almeno mille miliardi di dollari – sotto i quarant’anni (di cui  il primo è Zuckerberg) abitano qui; 12  di loro a San Francisco.  Circa 76 mila milionari  o miliardari  abitano nelle contee di Santa Clara e San Mateo. La  regione della baia di San Francisco conta più miliardari sulla lista di Forbes 400 di ogni altra area metropolitana, a parte New York.  I dirigenti che abitano nella Silicon Valley (o nella sua gemella  Puget Sound, nel lontano Nord del Washington State) ...

Il business ambientale e i problemi che non devono essere risolti. David Warren

Il cinismo del business “green”, che si tiene a galla sulla denuncia di emergenze che non ha nessun interesse ad affrontare davvero. Discorrendo con un gentiluomo che commercia in un mercato agricolo di quartiere, ho appreso una cosa interessante e probabilmente vera. Generalmente le fattorie familiari rimaste in vita non hanno qualifiche “bio”. Questo perché ottenerle dalle burocrazie che le distribuiscono è un processo enormemente dispendioso in termini di tempo e comporta costi che eroderebbero la maggior parte del piccolo profitto degli agricoltori. Bisogna essere una grande industria senza volto...

L’imperialismo dei diritti umani ha bisogni di mostri inumani (come Salvini). Comidad

Il predecessore di Matteo Salvini al Ministero degli Interni, Marco Minniti ha dichiarato che sarebbe stato in grado di risolvere il caso Sea Watch in cinque minuti. Lo stesso Minniti non ha però chiarito bene il “come” l’avrebbe risolto. Per farsene un’idea occorre andare a quanto accaduto quasi due anni fa, nel novembre del 2017, quando la stessa Sea Watch ebbe una sorta di scontro con la Guardia Costiera libica, il cui risultato fu la perdita in mare di circa quaranta migranti. In quell’occasione il solito Roberto Saviano accusò in...

error: Alert: Content is protected !!