Africa Nera Archivi - www.altreinfo.org

Category: Africa Nera

Dove sono finiti i miliardi di dollari degli aiuti all’Africa? Ilaria Bifarini

Ingenti prestiti da parte delle organizzazioni finanziari internazionali, consistenti sgravi del debito statale, fondi raccolti da iniziative private, che hanno mobilitato tutti, dai singoli cittadini occidentali attraverso forme organizzate di beneficenza alle star dello spettacolo, che si sono spese per i diritti dei più deboli attraverso concerti ed esibizioni. Fiumi di miliardi di dollari che non sembrano aver intaccato per nulla il problema del sottosviluppo e della povertà endemica del Terzo Mondo. Anzi. E’ stato riscontrato che, dalla metà degli anni Novanta, circa 60 paesi in via di sviluppo siano...

Ruanda: l’ombra di Israele sul genocidio del 1994. Manuela Comito

Sono trascorsi 25 anni dalla terribile strage che ha insanguinato il Ruanda nel 1994. Dal 6 aprile alla metà di luglio, per circa 100 giorni, vennero massacrate senza pietà da 800mila a un milione di persone, secondo le stime di Human Rights Watch, perlopiù donne e bambini appartenenti alla tribù Tutsi, ad opera di membri appartenenti alla tribù Hutu, che in Ruanda rappresenta circa l’89% della popolazione. La strage, compiuta a colpi di armi da fuoco, machete pangas e bastoni chiodati, fu una delle più efferate di sempre, ma ciò...

Soros finanzia l’emigrazione africana, ma non il controllo delle nascite. Chissà perché. Alba Giusi

Nel 1930 in Africa c’erano 150 milioni di abitanti. Oggi ci sono 1.300 milioni. Stando così le cose, nel 2050 gli africani saranno 2.500 milioni. Accogliere in Italia 10 milioni di africani non risolverà nessuno dei problemi dell’Africa. In compenso creerà molti problemi qui da noi, anche perché, non avendo alcun lavoro da offrire, saranno tutti a carico del Sistema Sanitario Nazionale e del welfare pubblico. Per farsi un’idea di come andranno le cose, basta vedere chi abita oggi nelle case popolari. Gli italiani, piano piano, stanno scomparendo. Il magnate...

Razzismo in Africa: la caccia agli albini per rituali magici e commercio di organi. Alba Giusi

Presentiamo un articolo sull’albinismo, malattia genetica molto diffusa in Africa Orientale, soprattutto in Tanzania. Gli albini non possono però condurre una vita normale. Vengono infatti uccisi o mutilati perché i loro organi hanno un grande valore commerciale. Da vivi sono considerati subumani. Da morti una fonte di ricchezza. Il caso non riguarda soltanto la Tanzania, ma molti altri paesi africani e si ripresenta ogni anno, sempre con maggior gravità. Sembra non esserci alcun modo per consentire a questa gente di sopravvivere in un ambiente ostile e pieno di pregiudizi. Essere albini...

Liberi di uscire dal franco coloniale CFA? Ecco come sono andati a finire quelli che c’hanno provato

Repubblica e Corsera naturalmente hanno giurato ai loro lettori che, no!, il franco CFA è il frutto di liberi accordi interstatuali con reciproci vantaggi e che accusare la Francia di neocolonialismo, provocando una crisi diplomatica nel giorno di “Aquisgrana”, è una scemenza che solo il governo sovranista poteva pensare. (da WikiLeaks – Hilary Clinton email archive Wikileaks.org) Gli “esperti” dicono che le 15 ex colonie francesi abbiano liberamente scelto di aderire al Franco CFA perché ne traggono vantaggio e, soprattutto, che possano uscirne in qualsiasi momento. Eppure … 1963: Sylvanus Olympio, primo...

Il franco coloniale CFA impedisce a 14 paesi africani di crescere e svilupparsi. Alberto Rovis

Un ringraziamento a Luigi Di Maio che ha avuto il coraggio di denunciare la Francia per le politiche neo-coloniali che conduce in Africa. E’ il primo politico italiano che si occupa di questo problema. Il Franco coloniale CFA impedisce a 14 paesi africani di crescere e svilupparsi. Macron risponde che quei paesi africani sono liberi di uscire, ma nessuno ne ha fatto richiesta. Questo è vero, quanto è vero che tutti quelli che hanno provato a spezzare le catene sono stati ammazzati o messi in galera. Macron è il solito...

Un anno fa l’arresto di Kemi Seba. Il panafricanismo dalla fine del colonialismo ad oggi. Filippo Bovo

Era esattamente un anno fa, sul finire d’agosto, quando Kemi Seba venne arrestato dalle autorità senegalesi per aver bruciato un Franco CFA (la moneta, strettamente controllata da Parigi, in uso in tutte le ex colonie francesi africane e con cui la Francia ne controlla quasi del tutto le economie, prelevando ogni anno da esse non meno di 400 miliardi di euro). L’ordine dell’arresto, si disse e non si smentì, era venuto dalla locale ambasciata francese. Molti pensano che il sogno panafricanista si sia estinto con la destituzione e la morte...

L’uranio del Niger: opportunità e maledizione. Andrea de Georgio

“Dopo cinquant’anni di sfruttamento, non abbiamo ancora capito se l’uranio sia una benedizione o una maledizione per il Niger”. A esprimere quello che negli ultimi anni è diventato un mantra per la popolazione nigerina è Almoustapha Alhacen, presidente di Aghir In’man, associazione locale che dal 2001 si batte per la trasparenza e un’equa ridistribuzione dei proventi dell’industria estrattiva nel paese. La domanda però suona retorica: “Sono convinto che possedere tale ricchezza nel sottosuolo sia la nostra più grande disgrazia” sostiene il Premio Nuclear Free Future 2017, riconoscimento internazionale legato all’International Campaign...

L’Africa sarà l’officina del mondo. Grazie ai cinesi

L’Università di Harvard ha pubblicato un libro intitolato “La fabbrica mondiale del futuro. Come gli investimenti cinesi stanno cambiando l’Africa”. Cioè i cinesi, dopo aver trasformato il proprio Paese negli ultimi 20 anni nella fabbrica del mondo, stanno trasferendo con successo l’esperienza da loro accumulata all’intero continente africano. Stanno cambiando il volto del mondo attuale. E in modo del tutto inaspettato. Dovremmo cominciare a pensare a come apparirà il mondo tra mezzo secolo tenendo in considerazione la conquista cinese dell’Africa. Partiamo dai fatti. Secondo una ricerca pubblicata sul sito del Consiglio russo...

Nigeria: debito pubblico e migrazioni. Ilaria Bifarini

Facciamo un po’ di chiarezza su quanto sta accadendo in Africa e su cosa spinge le attuali migrazioni di massa. L’Onu tra le cause indica genericamente “le grandi e persistenti asimmetrie economiche e demografiche.” Se sovrapponiamo la cartina politica con quella del debito del continente africano emerge come siano spesso proprio i Paesi di maggiore emigrazione quelli con un debito pubblico tra i più bassi. In generale il debito pubblico medio dell’Africa subshariana si attesta a livelli medi molto bassi in termini percentuali rispetto ai Paesi ad economia avanzata. Ciò a...

Winnie Mandela, la truffatrice pluriomicida che bruciava vivi i “traditori”. Eugenio Palazzini

Roma, 3 mar – “La paladina della lotta contro l’apartheid”, colei che “fece innamorare Nelson Mandela alla fermata dell’autobus”, la “madre del Sudrafrica” che rappresentava la liberazione dei neri perseguitati. Winnie, la moglie di Madiba, morta ieri a 81 anni, è descritta così nei titoli dei giornali di mezzo mondo. Una sorta di eroina con giusto qualche macchia quasi inevitabile per chi ha vissuto a lungo in prima linea lottando contro le ingiustizie. Il classico personaggio intoccabile, pena l’accusa di razzismo sic et simpliciter.Eppure, come sovente accade, se volessimo evitare di cadere...

Danzatori voodoo

L’Africa che ci invade e ci travolge con le pratiche oscure della Necromanzia – Il Poliscriba

Il Palo Mayombe si svolge intorno a un nganga, un calderone nel quale vengono gettati la testa, le dita delle mani e dei piedi, le tibie, le costole e il sangue della vittima. Il mayombero, cioè il sacerdote del rito, controlla così lo spirito del morto, lo comanda e lo invia a fare ciò che vuole.  Renè Guenon sosteneva che le società segrete dedite a culti di magia nera fossero eterodirette, ovvero che i centri di emanazione di ordini superiori si trovassero in luoghi lontani dall’esercizio quotidiano dei rituali da...

error: Alert: Content is protected !!