Ambiente Archivi - www.altreinfo.org

Category: Ambiente

Per prepararsi alla grande “Fake News” del 2019. Maurizio Blondet

Poiché ad anno appena iniziato già  i media tv hanno cominciato a spargere il terrorismo climatico; a dichiarare l’urgenza  assoluta di ridurlo, visto che – dicono – è causato dall’uomo; che alzerà il livello dei mari di 60 metri; e che per ridurlo bisogna tagliare la produzione di anidride carbonica, il gas colpevole dell’effetto-serra. E poiché questa è la politica obbligatoria con cui la UE conta di rafforzare il suo potere – che sente pericolante – sugli europei, aggravando i controlli e le spese obbligatorie per la riduzione del CO2;...

Paura e disgusto a Eurolandia. Barbara Tampieri

“Eravamo dalle parti di Ravenna, ai confini della Piddinia, quando le droghe cominciarono a fare effetto.” (semicit.) I cambiamenti climatici, ah! Al plurale come i mercati, così il popolo se li sente tutti attorno a sé, come i cerchi magici bancari. Le povere cimici, insetti tutto sommato assai discreti che causano fastidio solo quando emanano quel forte odore caratteristico nel momento in cui le termini, ma che si lasciano catturare molto facilmente e quindi puoi liberare in via amichevole, divenute “insetti alieni” in questo poster involontariamente comico. Perché alieni, parola...

Non solo glifosato. Monsanto fa terra bruciata con il dicamba. Andrea Cascioli

Non sono tempi facili per Monsanto, almeno sul piano dell’immagine pubblica. A inguaiare la multinazionale dell’agrochimica non c’è solo la catena di scandali legata agli studi scientifici “aggiustati” (a monte di quelli di cui vi avevamo dato notizia la settimana scorsa c’è tutta la vicenda dei Monsanto Papers, una serie di mail, rapporti e conversazioni telefoniche desecretate dalla corte federale di San Francisco che Internazionale ha pubblicato in italiano sul numero di giugno: i documenti originali sono online sul sito U.S. Right to Know). E nemmeno lo stop (momentaneo) dell’Unione Europea alla prevista fusione da...

Contro il riscaldamento climatico, adottare la teoria del “gender”…? Maurizio Blondet

In tutto il mondo, in questo momento, sono in costruzione o in progettazione avanzata 16 mila centrali elettriche a carbone. Sì, abbiamo letto bene: a carbone. Il nero combustibile altissimamente inquinante al quale i poteri transnazionali ci avevano imposto di rinunciare. Quando queste 16 mila nuove centrali saranno in funzione, aumenterà l’attuale capacità delle centrali a carbone oggi esistenti a 849.000  megawatt, pari a circa il 43  per cento. La notizia l’ha data la Ong ambientalista tedesca Urgewald, che sembra anche la sola ad allarmarsene. “Se si costruiscono queste centrali, saltano...

Venti di questi cargo inquinano quanto tutte le auto del mondo

Venti di questi cargo inquinano più di tutte le auto del mondo. Maurizio Blondet

Pieni di alta coscienza ambientale, di sicuro siete già molto preoccupati di quanto inquinano gli automezzi a combustione interna, specie Diesel. Presto vi faranno allarmare sempre più, grazie ad appositi servizi mediatici. Ma ecco la soluzione: come a segnale convenuto, Volvo annuncia che produrrà solo auto elettriche o ibride, BMW costruirà una Mini elettrica in Gran Bretagna, “Mercedes sfida Tesla: dieci modelli elettrici dal 2022”. Elon Musk, il più geniale imprenditore secondo i media, ha già costruito la Tesla Gigafactory, “la più grande fabbrica del mondo”, che (promette) “dal 2018...

I mari e gli oceani sono discariche di armi chimiche e nucleari

I mari e gli oceani sono discariche di armi chimiche, testate nucleari e scorie radioattive che mettono a rischio il pianeta

Gli scarichi industriali e i farmaci non sono l’unica spazzatura presente nell’acqua dei nostri mari e oceani di cui dovremmo seriamente preoccuparci. Per decenni, infatti, gli oceani sono stati utilizzati come discarica di immondizia ben più nociva. Uno dei due grandi filoni degli oceanofili governativi riguarda le armi chimiche. Vari paesi hanno scaricato in acqua centinaia di migliaia di tonnellate di armi piene di cianuro, gas mostarda, sarin, fosgene, VX, Zyklon B e altri agenti nervini. La pratica iniziò negli anni della Prima Guerra Mondiale, seppur la documentazione a riguardo sia...

acqualoop

La disinformazione ambientalista. Elia Dallabrida e Riccardo Pizzirani

Il 22 marzo 2017 si è consumata la “giornata mondiale dell’acqua”, iniziativa istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per sensibilizzare le persone sugli sprechi idrici e insegnar loro a risparmiare questa importante risorsa [1]. L’Italia, in quanto membro dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, è tenuto quindi a “promuovere attività concrete” per informare le persone sull’importanza di questa risorsa e sui modi per evitare di sprecarla. Per l’occasione Legambiente Onlus in collaborazione con Ogilvy Change, ha diramato a livello nazionale la campagna “giù il rubinetto” [2] per sensibilizzare piccoli e grandi...

Parassiti ko, piante e ambiente protetti. Scoperto a Sassari un pesticida naturale: la notizia fa il giro del mondo

I ricercatori dell’Università turritana brevettano un potente e sicuro pesticida: piante in salvo e assenza di tossicità. Una rivoluzione che finisce sulle principali riviste scientifiche internazionali. Un team di ricercatori dell’Università di Sassari, coordinati dal dottor Luca Ruiu, individua un potente pesticida naturale di un batterio, il brevibacillus laterosporus, in grado di proteggere le colture salvaguardando l’ambiente. La scoperta approda sulle pagine della rivista Scientific Reports del gruppo Nature, e porta con sè lo sviluppo di un recente brevetto internazionale a firma dell’Università di Sassari. La necessità di nutrire una...

Geoglifi amazzonia

Amazzonia: la foresta vergine che vergine non è. Maurizio Blondet

In piena foresta amazzonica, la deforestazione ha messo in luce antiche strutture scavate sul terreno: ben 450 cerchi o tracce quadrangolari dette “geoglifi”, sparse  su una area di 13 mila chilometri quadrati nella parte occidentale dell’Amazzonia brasiliana, Stato dell’Acre. I media hanno battezzato le strutture archeologiche “una Stonehenge in Brasile”, anche se sono molto più tarde e molto più semplici, non presentando alzate architettoniche in pietra ma solo fossati sul terreno, e risalenti al massimo a 2 mila anni fa (le prime al primo secolo dopo Cristo, altre sono state...

Mare contaminato dalla plastica

“Chi mangia pesce ingerisce circa 11mila frammenti di plastica ogni anno”: l’allarme in uno studio

“Chi consuma abitualmente pesce ingerisce più di 11mila frammenti di plastica ogni anno”: è questo l’allarme che hanno lanciato gli scienziati della University of Ghent in Belgio. L’inquinamento dei mari non è una novità, ma gli effetti di questo sulla salute dell’uomo sono ancora tutti da indagare. Secondo il report, le microparticelle accumulate possono causare danni a lungo termine e sono sicuramente qualcosa di cui dobbiamo preoccuparci, stando a quanto afferma il dottor Colin Janssen. “Abbiamo dimostrato che questi frammenti entrano nel nostro corpo attraverso il pesce che ingeriamo e...

Cambiamento climatico e immigrazione

Paolo Barnard: centinaia di milioni di rifugiati climatici

«Se pensate che i migranti di oggi siano un problema, non avete ancora visto nulla. E questo lo dico con un rispetto angosciante per le stragi nel Mediterraneo», afferma Paolo Barnard. «Vi sembrano troppi 1 milione di arrivi via mare in Europa nel 2015? Ce ne sono 300 milioni in India che prima o poi partiranno. Dieci milioni in Bangladesh, come minimo. E in Africa del nord e Sahel le stime sono talmente alte che gli esperti non sanno quantificarle oggi». E cosa spingerà questo tsunami di migranti inimmaginabile verso...

error: Alert: Content is protected !!