Attualità Archivi - www.altreinfo.org

Category: Attualità

Auto elettriche e non: cortocircuito esemplare… Leonardo Soffici

Molti di noi si stanno appassionando alle auto elettriche: del resto, se anche costano tanto (dicono, per ora), ci fanno sentire molto ecologici amici di Greta. Poi, siccome costano tanto, sono lussuose quel tanto che basta per trasformarle anche in uno status symbol: della serie, «sono un ecologista, non un poveraccio», potremmo dire un ecological chic. Vantaggi economici delle auto elettriche Ma clarissa.it non ti lascia mai in pace con la tua coscienza, pur così bene allenata dalla società dei consumi e del benessere. Prendiamo allora un esempio: in una recente prova...

L’eutanasia e il futuro che verrà. Elena Dorian

In Olanda, nel 2016 hanno fatto ricorso all’eutanasia 6672 persone, 6585 nel 2017. Secondo le statistiche ufficiali olandesi riferite al 2016, il 13% hanno un’età compresa fra 17 e 65 anni, il 46% tra 65 e 80 anni, il 41% hanno più di ottant’anni. Per ottenere l’eutanasia non occorre essere malati terminali. Solo il 30% lo sono. Il Sistema Sanitario olandese è interamente in mano ai privati. Le assicurazioni che gestiscono la sanità forniscono questo tipo di “servizio” gratuitamente agli ultrasettantenni ed alle persone bisognose. In sostanza, i poveri e...

L’invasione dei Trojan, i file “malevoli” amati dalle procure. Giulia Merlo

L’ultima “vittima” è stata l’ex governatrice umbra. Si installa in tutti i dispositivi mobili trasformandoli in microspie portatili registrano audio, messaggi e fotografie dell’indagato che non ha più nessun segreto L’ultima in ordine di tempo a incappare nel loro utilizzo a fine giudiziari è stata l’ormai ex presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. L’inchiesta sulla sanità in regione e sui presunti scambi di favori per le nomine di persone amiche si regge principalmente su intercettazioni: telefoniche, ambientali e attraverso il cosiddetti Trojan horse. Questo strumento di indagine, che in gergo...

Trieste, la nave d’assalto dei nuovi crociati. Manlio Dinucci

Alla presenza del Capo della Stato Sergio Mattarella, del ministro della Difesa Elisabetta Trenta, del ministro dello sviluppo economico Luigi di Maio, e delle massime autorità militari, è stata varata il 25 maggio nei Cantieri di Castellammare di Stabia (Napoli) la nave Trieste, costruita da Fincantieri. È una unità anfibia multiruolo e multifunzione della Marina militare italiana, definita dalla Trenta «perfetta sintesi della capacità di innovazione tecnologica del Paese». Lunga 214 metri e con una velocità di 25 nodi (46 km/h), ha un ponte di volo lungo 230 metri per...

Il WWF per i parchi, e contro gli uomini. Maurizio Blondet

“Il World Wildlife Fund si batte per le specie in via di estinzione. Ovunque nel mondo. Grazie anche ai suoi sforzi, circa il 18,8% del mondo è ora un’area naturale protetta. Ma la protezione della natura ha anche un prezzo. Gli abitanti originari della zona sono stati cacciati dai loro villaggi per il bene degli animali. Spesso con una mano pesantissima. I bracconieri diventano più violenti, con il risultato che anche gli ambientalisti stanno militarizzando. IL WWF non solo fornisce ai guardiacaccia gli apparati di visione notturna, ma fornisce anche...

Immigrati pakistani, la corte di cassazione obbliga a concedere l'asilo

La Corte di Cassazione apre la strada alla concessione dell’asilo per chiunque si senta minacciato. Elena Dorian

In Pakistan non ci sono conflitti in essere. Non è una zona di guerra. E’ vero però che certe zone sono in preda al subbuglio jihadista, spesso attizzato dai soliti noti. Nulla di che, si tratta del solito subbuglio presente nella maggior parte dei paesi islamici, in cui vivono oltre due miliardi di persone. Quindi cosa facciamo con i migranti che arrivano da quel paese, li accogliamo tutti perché provengono da zone in subbuglio oppure li rimandiamo a casa perché non provengono da zone di guerra? I magistrati, tenendo conto...

L’antifascismo snob contro i bis-bis-nipoti. Massimo Fini

Nella sua rubrica L’Amaca, pubblicata da Repubblica, Michele Serra trova estremamente disdicevole, e quasi delittuoso, che Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d’Italia, abbia candidato alle Europee Caio Giulio Cesare Mussolini, bis-bis nipote del Duce. Il solo cognome lo manda in deliquio e anche sul nome arriccia il nasetto perché ricorda quella romanità cui il capo del fascismo si ispirava (se potesse, il Serra, metterebbe ai ceppi, riesumandolo, anche Cesare, quello vero di “alea iacta est!”). Più che steso tranquillamente su un’amaca Serra sembra seduto sui carboni ardenti e scrive: “Mussolini fu...

A quando il primo processo penale a un Magistrato? Cos’altro deve succedere perché questo avvenga? Giorgio Lunardi

Riepilogo brevemente la storia. A Torino un senegalese aggredisce dei poliziotti, viene fermato, portato in caserma per l’identificazione. Rifiuta l’identificazione, aggredisce nuovamente i poliziotti, tenta la fuga. I poliziotti comunicano la situazione alla PM, la quale dopo un po’ decide: “Liberatelo, lasciatelo andare”.  Il tutto al telefono, non di persona. A malincuore, i poliziotti liberano il senegalese, il quale se ne torna nella sua baracca autocostruita, senza mai smettere di inveire contro di loro e insultarli. Qui la notizia: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/quellordine-pm-telefono Una settimana dopo lo stesso senegalese aggredisce malamente due poliziotti,...

La strategia del caos guidato. Manlio Dinucci

Come un rullo compressore, Stati Uniti e Nato estendono al mondo la strategia Rumsfeld/Cebrowski di demolizione delle strutture statali dei Paesi non integrati nella globalizzazione economica. Per farlo strumentalizzano gli europei, convincendoli dell’esistenza una presunta “minaccia russa” e rischiando di scatenare una guerra generale. Tutti contro tutti: è l’immagine mediatica del caos che si allarga a macchia l’olio sulla sponda sud del Mediterraneo, dalla Libia alla Siria. Una situazione di fronte alla quale perfino Washington sembra impotente. In realtà Washington non è l’apprendista stregone incapace di controllare le forze messe...

Senza Julian Assange tra i piedi la stampa globalista sarà più tranquilla e lavorerà meglio. Elena Dorian

Grazie a Julian Assange, in pochi anni e direttamente dalle fonti, abbiamo imparato a conoscere meglio i mostri che stanno dietro al potere. Abbiamo potuto vedere come piloti americani senza scrupoli uccidono a sangue freddo giornalisti inermi, gente innocente e soccorritori indifesi. Leggendo le mail di Hillary Clinton, abbiamo capito il perché è stata devastata la Libia. Attraverso la pubblicazione di centinaia di migliaia di documenti reali, Julian Assange ci ha fatto capire quanto il potere sia malefico e  privo di scrupoli. Wikileaks ha raccontato più cose di tutti quei falsi...

Il razzismo e l’odio di cui i globalisti non parlano. Alba Giusi

Si fa un gran parlare di odio in rete, di veri e propri haters che invadono il web. E’ vero, gli odiatori seriali esistono. Non sono un’invenzione dei media. Basta entrare nei siti dei giornali turboglobalisti e leggere i commenti alle notizie per confermare ciò che Laura Boldrini va dicendo da anni. Si tratta di un mare di fango, vero e proprio odio razziale, contro l’Italia e gli italiani, contro il governo e i governanti. Gente senza scrupoli che addirittura chiede ai migranti di venire qui, di invadere l’Italia, e...

La lobby della deflazione deve puntellare la deflazione. Comidad

La Legge non è nata per regolare la società ma perché qualcuno potesse detenere il privilegio di essere al di sopra delle regole. Gli occhi storti e la bilancia truccata non sono quindi deviazioni ma vocazioni della Giustizia. Le eurocrazie possono vantare una totale immunità giudiziaria, ciò in nome della loro autonomia dai singoli Stati. Ma se ciò spiegherebbe il motivo per cui le varie magistrature nazionali non possono procedere nei loro confronti, non chiarisce assolutamente perché non possa farlo una Corte di Giustizia europea. Al contrario, i ceti politici...

Gad Lerner, come Wyatt Earp, e i cattivi di Forza Nuova. Giorgio Lunardi

Prato. Gad Lerner, come fosse Wyatt Earp, si avvicina ad un gruppo di Forza Nuova, giusto così, per guardarli in faccia. Ne ha diritto. C’è tensione. Si scambiano gli sguardi un po’ corrucciati e (forse) minacciosi. Gad incrocia le braccia, li fissa uno a uno, dritto negli occhi. Ostenta una certa sicurezza. Non ha armi con sé, o almeno non si vedono. Ma al suo fianco ci sono più persone che filmano la scena e registrano ogni parola.Dopo un po’, forse deluso, annuisce, si gira e torna indietro. Dal gruppetto...

Carcere duro per il Cardinale Pell, difeso da Robert Richter, avvocato poco attento al suo assistito. Elena Dorian

Il Cardinale Pell è in carcere, come sappiamo, e non potrà uscire se non dopo aver trascorso in cella almeno tre anni e otto mesi. Per ora è in isolamento 23 ore al giorno, non può tenere con sé il libro delle preghiere e nemmeno celebrare la messa. E i diritti umani? Questo è un tipico caso di non applicabilità dei diritti umani. Anzi, per la prima volta nella storia del pianeta, il giudice australiano ha letto la sentenza in diretta streaming mondiale, giusto perché tutti possano sentire la ricostruzione dei...

Mahmood: dopo la vittoria di San Remo ho scoperto di essere straniero nel mio paese. Il razzismo dei falsi antirazzisti. Elena Dorian

“Dopo la vittoria di Sanremo, per la prima volta nella mia vita, ho ricevuto commenti razzisti. Solo dopo il Festival ho scoperto di essere straniero nel mio Paese”. Così dichiara il cantautore Mahmood durante una recente intervista. Il problema nasce dal fatto che le due giurie di San Remo, esperti e giornalisti, hanno stravolto il voto popolare, creando malcontento tra la gente, che avevano invece scelto a larga maggioranza Ultimo. I giornalisti della giuria hanno poi preso in giro ed insultato sia Ultimo che i tre ragazzi de Il Volo, peggiorando...

error: Alert: Content is protected !!