Attualità Archivi - Pagina 10 di 54 - www.altreinfo.org

Category: Attualità

ll Gender e i “modi nuovi di diventare matti”. Maurizio Blondet

Cincinnati, Ohio. Una ragazza di 17 anni vuole sottoporsi alle “cure” farmacologiche per diventare maschio. I genitori, cristiani, si oppongono sostenendo che tale transizione non è nel miglior interesse della figlia. Un tribunale minorile spoglia quei genitori della patria potestà e affida la minore ai nonni, favorevoli al cambio di sesso. “Hanno una mente più aperta”, ha testimoniato il tutore legale al processo (un’assistente sociale) mentre i genitori si oppongono “per motivi religiosi”; quindi hanno pregiudizi. La giudice, Sylvia Sieve Hendon, nella sentenza ha invitato i politici a elaborare un...

Emma Bonino: Angelo della Morte e Signora della Guerra

Emma Bonino ha iniziato la sua carriera politica nei primi anni settanta. Nel 1976, a soli 28 anni, sedeva già in Parlamento, insieme a Marco Pannella, Mauro Mellini ed Adele Faccio. Radicale da sempre, si è fatta eleggere in varie formazioni politiche di destra e sinistra ed ha ricoperto numerosi incarichi, sia nelle istituzioni italiane che in quelle europee. E’ stata Ministro degli Esteri del governo Letta. Emma Bonino è membro del Board della Fondazione Open Society del finanziere George Soros, il cui più grande obiettivo è favorire l’invasione africana,...

Ci coinvolgono nella loro guerra. Alla massima velocità. Maurizio Blondet

“Gli USA che addestrano gli europei ad usare atomiche tattiche contro la Russia violano la non-proliferazione”: così il ministro degli esteri Lavrov. Gli Stati Uniti stanno addestrando stati europei, che non possiedono arsenali nucleari propri, su come usare le armi nucleari americane di stanza lì. Mosca lo considera una violazione dell’NTP, la pietra angolare dell’attuale regime di non proliferazione. E lo è. https://www.rt.com/news/420008-us-training-europe-nukes/?utm_source=browser&utm_medium=push_notifications&utm_campaign=push_notifications “La concorrenza delle grandi potenze – e non il terrorismo – è ormai il principale obbiettivo della sicurezza nazionale degli Stati Uniti”: Mad Dog Mattis, capo del Pentagono. Ormai, Russia...

Guerra del gas nel Mediterraneo, Turchia Italia e non soltanto

Le navi da guerra di Ankara hanno impedito a una piattaforma Eni di operare in acque cipriote. Più a nord si scontrano motovedette turche e greche. Ma la prova di forza di Erdogan è soltanto il segnale più evidente di una partita energetica strategica che coinvolge tutti i Paese del Mediterraneo orientale. Tutto inizia ufficialmente giovedì 8 febbraio, una settimana esatta dopo la visita del presidente turco Erdogan a Roma. In un breve comunicato, Eni annuncia di aver scoperto un nuovo giacimento di gas naturale al largo di Cipro, all’interno del blocco...

Radicali – Il partito tenia. Maurizio Blondet

Nel 1994, ad Emma Bonino i voti della Lega non facevano schifo. Era la Lega stupida di Bossi e furbastra di Maroni  (e del Trota), quelle dell’acqua del Po e dei militanti con le corna da vichingo, secessionista, anti-meridionale (a parole), derisa dalle sinistre illuminate: ma la Bonino si fa eleggere da quella formazione. La cui rozzezza permetteva ogni forma di “entrismo”. Possiamo dire meglio, di parassitismo. Nel senso del verme solitario, parassita dei maiali e dell’uomo. Il partito Radicale, sapendo che da sé e con il suo simbolo non...

ENI: dall’imperialismo debole all’imperialismo impotente. Comidad

L’inchiesta giudiziaria della Procura di Milano sull’ENI per corruzione internazionale è culminata un mese fa con il rinvio a giudizio per i vertici della multinazionale italiana. Le scoperte dell’acqua calda sono sempre sospette, perciò qualcuno si chiede che senso abbia scoprire improvvisamente che la penetrazione delle multinazionali sia caratterizzata da giri di tangenti. Da sempre tutte le multinazionali operano come agenzie private di politica estera e da sempre comprano la “fedeltà” dei loro partner locali. Inoltre soltanto in base ad una mitizzazione della magistratura tipica del “politicorretto” si può ritenere che...

fascisti antifascisti

I fascisti antifascisti. Elena Dorian

L’altro giorno ho letto che sei antifascisti siciliani col volto coperto hanno teso un agguato ad un dirigente di Forza Nuova, lo hanno legato a un palo, lo hanno prima insultato e poi lo hanno picchiato a sangue finché è svenuto. Ah sì, dimenticavo, lo hanno anche filmato perché volevano postare il tutto su Facebook. Ed hanno pure rivendicato l’azione con delle mail… Quanto coraggio! E’ importante che ci sia gente così valorosa e determinata, soprattutto in Sicilia. Si, perché se non ci fosse gente come loro, la Sicilia sarebbe...

Come l’Unione Europea è diventata “Lebensraum”. Maurizio Blondet

Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia in deficit permanente; Germania in attivo perpetuo e crescente. I lavoratori italiani sono “meno produttivi” dei tedeschi? Lo sono nella misura in cui il sistema burocratico, fiscale e giudiziario pubblico non solo inefficiente, ma ostile alla cittadinanza – ossia i parassiti pubblici inadempienti – aggiunge una grossa palla al piede a quella che si impone la UE . Ma lo stesso discorso non vale per i francesi o gli spagnoli, che hanno una burocrazia migliore e patriottica. Il “caso Embraco”, l’emigrazione dei posti di lavoro...

(Si noti: l’Olanda, satellite della sfera economica tedesca è 14ma in questa classifica dei paradisi fiscali. L’Italia, al 43mo posto)

Quei paradisi fiscali chiamati Germania, Lussemburgo, USA… Maurizio Blondet

Dimenticate Vanuatu, Antigua e Bermuda: sì, sono i paradisi fiscali più chiusi, “riservati” per i loro clienti e coi prelievi fiscali minimi (o zero). Però, se alle loro legislazioni di opacità fiscale concepite per attrarre capitali sporchi unite anche la loro importanza nella finanza mondiale – come ha fatto un centro studi chiamato Tax Justice Network (TJN) questi minuscoli paradisi tropicali scendono molto nella classifica. E al primo posto sale la Svizzera. Al secondo, gli Stati Uniti, per cui passa il 22,3% dei flussi internazionali di capitale. E al sesto posto troviamo il...

avvelenamento con arsenico

Il più grande avvelenamento di massa della storia umana. Miguel Martinez

Il lato ormai chiaro e scoperchiato di Oxfam, lo conosciamo tutti: la charity britannica è accusata di aver coperto una notevole attività di bunga bunga nei propri uffici a Haiti e forse altrove. Di questo non so dire nulla, e anzi ho sempre qualche dubbio quando esplodono scandali insieme così clamorosi e così difficili da dimostrare. Questo scandalo però ha permesso di scoprire un lato ben più oscuro di Oxfam, come racconta in un interessante articolo Theodore Dalrymple. Ma prima andiamo sul sito italiano di Oxfam. Dove troviamo la foto di una certa signora Aramla, nazionalità imprecisata....

Putin e il ruolo delle ONG straniere in Russia. Spie o agenti della società civile?

Una legge approvata nel novembre del 2012 prevede che tutte le organizzazioni non governative con scopi politici che operano in Russia devono registrarsi e dichiarare la provenienza dei loro finanziamenti. La nuova legge dovrebbe impedire, negli anni a venire, l’intromissione nella politica interna russa degli stati esteri. Alle Ong con fini politici che ricevono sovvenzioni da altri Paesi è infatti richiesto di registrarsi come “agenti esteri” e sottoporsi a rigorosi controlli sulle attività e sulla contabilità. L’intento politico alla base di questo nuovo ordinamento è chiaro. Molte Ong russe ricevono...

Quelli saranno “canaglie”, ma noi siamo criminali. Massimo Fini

C’erano una volta, tradizionalmente, tre “Stati canaglia”: la Corea del Nord, l’Iran degli ayatollah, l’Iraq di Saddam Hussein. C’era poi uno Stato che “canaglia” lo era solo a metà, la Libia di Muammar Gheddafi. A metà perché alcuni rispettati e rispettabilissimi Stati europei, come la Francia e l’Italia, intrattenevano lucrosi affari col Colonnello. La Corea del Nord di Kim Jong-Un, che naturalmente è un “pazzo”, non ha sparato un solo colpo fuori dai propri confini, sta semplicemente cercando di migliorare il proprio armamento nucleare per non fare la fine di...

Petrolio in Yuan: La Cina è pronta a rivoluzionare il mercato petrolifero. Giulietto Chiesa

La notizia è che il 26 marzo la Borsa di Shanghai comincerà a vendere futures petroliferi in yuan. Per la prima volta in assoluto, cioè, gl’investitori stranieri potranno avere accesso a quel mercato nella moneta sovrana cinese. La fonte è ufficiale ed è la Commissione di stato per le questioni del mercato delle valute (CSRC). Dunque avremo, al posto o, per meglio dire, in competizione con i petrodollari, i “petroyuan”. E potrebbe essere un risoluto cambio di marcia strategico, in grado di modificare tutti i parametri dei mercati, tanto quelli petroliferi quanto...

Ebrei vissuti in Algeria durante il governo Petain

La Germania indennizzerà gli ebrei vissuti in Algeria durante il governo Petain

Il Governo Tedesco ha annunciato di aver concesso un indennizzo di euro 2.556 una tantum agli ebrei che vivevano in Algeria durante la seconda guerra mondiale: circa 25.000 persone. Per ottenere questo risarcimento, gli aventi diritto dovranno dimostrare di essere stati residenti in Algeria tra l’armistizio franco-tedesco firmato il 22 giugno 1940 e l’inizio dell’operazione Torch – lo sbarco alleato dell’8 novembre 1942 in Nord Africa. Durante questo periodo, i francesi di origine ebraica che vivevano in Algeria furono vittime delle misure discriminatorie imposte dallo Stato Francese, un’entità che sostituì la...

error: Alert: Content is protected !!