Attualità Archivi - Pagina 30 di 35 - www.altreinfo.org

Category: Attualità

fidel-castro-ernesto-che-guevara-camilo-cienfuegos

Fidel Castro, Ernesto Che Guevara e Camilo Cienfuegos, tre uomini che hanno fatto la storia

“Ci sono uomini che lottano un giorno e sono bravi, altri che lottano un anno e sono più bravi, ci sono quelli che lottano più anni e sono ancora più bravi, però ci sono quelli che lottano tutta la vita: essi sono gli indispensabili”. Bertolt Brecht La morte di Fidel Castro segna la fine di un’epoca che non può certamente lasciarci indifferenti. Un’epoca fatta principalmente dai tre personaggi in questa foto, lui, Ernesto Che Guevara e Camilo Cienfuegos. Sicuramente un grande rivoluzionario, unico nella sua capacità di resistere e lottare...

La moneta palestinese non esiste, si utilizzano i NIS israeliani

Esiste una moneta palestinese? E se non esiste, quale moneta usano in Palestina?

Esiste una moneta palestinese? E se non esiste, quale moneta usano i palestinesi? Le domane sono due allora. Rispondiamo alla prima. No, non esiste una moneta palestinese. E allora quale moneta usano negli scambi? Quella israeliana, naturalmente. I palestinesi non possono emettere moneta. E non possono avere nemmeno una Banca Centrale. Questi sono lussi riservati agli uomini liberi, e loro non lo sono. E poi, diciamoci la verità, a cosa servirebbe una moneta palestinese? Cosa se ne fanno di una moneta? La loro economia massacrata può sopravvivere anche soltanto col baratto....

italia-russia

L’intervista di Dugin a Salvini. L’Italia, l’UE e Trump

DUGIN: Buongiorno sig. Salvini SALVINI: Grazie, grazie per l’invito DUGIN: Benvenuto a Mosca SALVINI: Grazie DUGIN: Per cominciare la nostra conversazione, mi piacerebbe sapere cosa pensa dell’elezione di Trump. Sappiano che lo ha incontrato a New York prima delle elezioni. E’ stato uno dei rari politici europei a farlo. SALVINI: Si, una splendida notizia. Una lezione di democrazia, nel programma di Trump c’è  la fine delle guerre, dell’esportazione di democrazia in giro per il mondo, c’è un nuovo ruolo per la Nato, per l’Onu, ci sono buone relazioni con la...

Scansione dell'iride

Smartphone, scansione dell’iride invece della password? meglio essere prudenti

Ormai il telefonino è diventato il diario di bordo della vita quotidiana degli utenti, e in esso sono contenute grandi quantità di informazioni, tra cui contatti della rubrica, profili social, messaggi sms e di WhatsApp, nonché selfie e immagini varie, che la maggioranza delle persone cerca di tenere al riparo da occhi indiscreti. Ma impedire in modo efficace che altri vi accedano senza la tradizionale password non è sempre pratico come si vorrebbe. Dalla tecnologia arrivano però soluzioni biometriche che fino a qualche anno fa erano considerate roba da fantascienza. I...

grano importato dal canada

Il grano canadese che arriva in Europa è un rifiuto speciale che finisce sulle nostre tavole

Lo racconta il noto micologo pugliese, Andrea Di Benedetto, che, da anni, si occupa dei problemi del grano duro e di micotossine. Questo ‘regalo’ lo dobbiamo all’Unione Europea che, dal 2006, in seguito alle pressioni delle lobby, consente l’arrivo, con le navi, di grani duri che in altre parti del Mondo vengono smaltiti come rifiuti tossici. Il problema vale per tutti i consumatori europei ma, in particolare, per gli italiani: soprattutto per gli abitanti del Sud Italia che, in media, tra pasta, pane, pizze, dolci ingeriscono ogni anno 130 chilogrammi...

Obama fa le pulizie di fine mandato: uccide i capi di Al Nusra, molla Kiev…

Obama fa le pulizie di fine mandato: uccide i capi di Al Nusra, molla Kiev…

Le esecuzioni sono già in corso.  “Chi assassina gli ufficiali di Al Qaeda dopo il 9 novembre?” domanda il benissimo informato Meyssan. “Per il momento non è chiaro se siano regolamenti di contri tra bande rivali o l’amministrazione Obama stia cancellando le tracce dei suoi delitti”. Non occorre disporre di profonde fonti d’intelligence  per sapere che la risposta esatta è la seconda. L’ha scritto il Wahington Post il 10 novembre: “Alti funzionari del Dipartimento di Stato”  hanno informato il giornale che Obama non poteva più permettersi di “trattare col diavolo”...

trump-vince-elettori-di-hillary-si-disperano

Trump scatena il peggio della sinistra (filo) americana

Trump ha vinto, e scene di panico e isteria collettiva sono dilagate in tutta America (e non solo). O meglio, non proprio tutta l’America, ma quella parte, nettamente minoritaria, che ha finora vissuto in una utopia liberal. Scene a dir poco spassose. La Clinton ha perso e questo ha provocato del vero malessere fisico e psicologico ai suoi sostenitori. Si va dalla gente che minaccia il suicidio, a scene di pianto collettivo, passando per le urla belluine. In questi due giorni abbiamo assistito a scene assolutamente spassose, con la sinistra...

marketing politico di Renzi

Il marketing politico: specialità di Renzi e Berlusconi

Ci sono molte cose che accomunano Matteo Renzi a Silvio Belusconi. Sono due uomini che avrebbero potuto intraprendere con successo qualsiasi attività commerciale. Come venditori porta a porta sarebbero diventati subito ricchi. Mia nonna avrebbe comprato tutto da loro: scope, saponette, aspirapolvere, il folletto. Tutto. Se poi avessero deciso di vendere automobili usate, il successo sarebbe stato garantito. Invece, nonostante il grande talento per il commercio, chissà perché, hanno deciso entrambi di dedicarsi alla politica. Renzi solo alla politica, forse perché non sa fare altro. Berlusconi non so, avrà avuto i suoi buoni...

I crolli a Castelluccio di Norcia

Possiamo ricostruire le zone terremotate? Si, ma col debito

L’Europa ha “permesso” all’Italia di ricostruire le zone devastate dal terremoto. Si, perché come ben sapete, abbiamo bisogno del loro permesso per aiutare quei poveretti che hanno perso tutto. Non possiamo farne a meno. Ma da dove prendiamo i soldi? A prestito, naturalmente. Si, proprio così. L’Europa ci permette di ricostruire le zone terremotate aumentando il deficit di bilancio. Questo significa che possiamo espandere ulteriormente il nostro debito pubblico. La generosità dell’Europa Grazie Europa! Quanta generosità! E’ come dire: siamo pieni di debiti, crolla la nostra casa e il governo ci viene...

bandiera-libia-e-bandiera-cinese

La Cina ricostruirà la Libia: colossali investimenti a Tobruk

“Aiutiamoli a casa loro”, è il refrain dei politici europei a corto di voti, di fronte all’esodo dei migranti. Di fronte all’incresciosa geopolitica dell’Occidente, che abbatte Gheddafi e poi arma l’Isis, la Cina risponde con un colossale piano di investimenti – 36 miliardi di dollari – in Cirenaica, mentre il governicchio di Fayez al Sarraj di stanza a Tripoli cerca di recitare una nuova unità nazionale ripartita in “cantoni”, secondo i desiderata dei padroni europei e americani. Secondo quanto riportato dai media locali, scrive “Nena News”, il gigante asiatico, secondo...

liberta-dei-popoli

Trump presidente: è un voto contro la globalizzazione

La vittoria di Donald Trump è il successo della rabbia popolare contro le politiche degli ultimi decenni. E’ la sconfitta dell’establishment politico, economico e finanziario; è la bocciatura del presidente Obama e dei suoi otto anni alla Casa Bianca; è il rifiuto della globalizzazione e del liberismo che hanno favorito Wall Street e multinazionali e che al contempo hanno penalizzato la classe lavoratrice. Infatti la partita si è chiusa negli Stati di vecchia industrializzazione, che erano tradizionalmente democratici. La conferma di questo verdetto è stata il forte aumento dell’affluenza alle...

hillary clinton e rappresentante della famiglia saudi

I monarchi sauditi in “ansiosa attesa” per la vittoria della Clinton alle presidenziali USA

Grande attesa, nervosismo  e suspence per l’esito delle elezioni presidenziali USA  nelle capitali arabe del Golfo: a Rijad a Doha ed a Kuwait City, le grandi capitali di Arabia Saudita, Qatar e Kuwait, ovvero le monarchie petrolifere del Golfo che sono fra i principali ed i più massicci finanziatori della Hillary Clinton e della sua omonima findazione . Come è noto l’Arabia Saudita, in particolare, risulta uno dei primi finanziatori della campagna elettorale della Clinton ed è anche un alleato di ferro degli Stati Uniti nella regione del Medio Oriente....

Amnesty International

Chi c’è dietro ad Amnesty International. Tony Cartalucci

Erroneamente considerata da molti come la voce finale in materia di diritti umani nel mondo, potrebbe destare sorpresa sapere che Amnesty International è nei fatti uno dei più grandi ostacoli alla causa dei diritti umani su tutta la Terra. Nel suo più recente rapporto annuale, Amnesty reitera una delle più grandi falsità, sistematicamente ripetuta: “Amnesty International è finanziata principalmente dai suoi membri e da donazioni pubbliche. Nessun fondo è domandato oppure accettato dai governi per la sua opera di investigazione e campagna contro gli abusi dei diritti umani. Amnesty International...

I padroni del mondo siamo noi, il popolo. Non sono i Rothschild o i ricchi di turno

Rothschild non è il padrone del mondo. I governi lo sono.

Nel precedente post si è parlato della famiglia Rothschild e delle immense ricchezze di cui dispone. Tutti i più importanti eventi storici degli ultimi secoli sono stati in qualche modo influenzati da questa famiglia. Sono quindi loro i padroni del mondo? A seguire il parere di Paolo Barnard. Nell’immaginario di tanto pubblico c’è un errore tragico, che peraltro devasta le reali possibilità delle opinioni pubbliche di migliorare la propria vita. Si pensa, infatti, che gli agglomerati della ricchezza privata siano padroni del mondo. I Rothschild! le multinazionali! i big media!...

la terra è controllata da poche famiglie

Le attività dei Rothschild nel mondo

Per circa 250 anni, la poliedrica famiglia dei Rothschild, con le sue  marcate aspirazioni globaliste, si è sviluppata trasformandosi in una struttura di potere finanziario globale ed in un gigantesco apparato di “lavaggio del cervello” delle masse, tramite quelli che in Occidente chiamiamo correntemente “media mainstream”. E finora ci sono sostanzialmente riusciti. Negli ultimi due decenni però, le cose stanno lentamente cambiando, grazie soprattutto al grande movimento di “risveglio globale” facilitato da una proliferazione senza precedenti di conoscenze e informazioni, grazie alla rivoluzione tecnologica e informatica. Nel suo leggendario libro ”1984”,...

error: Alert: Content is protected !!