Attualità Archivi - Pagina 30 di 54 - www.altreinfo.org

Category: Attualità

I cani da guardia del potere abbaiano a Trump, mentre i neo-con cercano la guerra con Mosca. Mauro Bottarelli

(…) Ed ecco le notizie. La prima è quantomeno sconfortante. Chi conosce un po’ la storia americana degli anni Sessanta sa che l’università californiana di Berkeley è passata alla storia per due, grandi battaglie: quella contro la guerra in Vietnam e la ferma obbligatoria e quella per la libertà di parola. Furono manifestazioni di massa, sentite e contro cui il governo andò con la mano pesante, non lesinando la minaccia dell’uso della armi da fuoco, quando manganelli e lacrimogeni sembravano impotenti nel fermare la protesta montante. Bene, in questa stessa università,...

Mogherini e Tusk tracotanti contro Trump. Perché se lo possono permettere? Maurizio Blondet

C’è qualcosa di intollerabile, oltre che inquietante e comico, nelle dichiarazioni tracotanti “di guerra” a Trump da parte dei nostri burattini “europei” che nessuno ha eletto. Dichiarazioni di guerra vera e propria fatte a nostro nome. La Mogherini ha convocato il parlamento europeo per dichiarare: “L’Europa ha il dovere di essere chiara in caso di disaccordo soprattutto se questo riguarda i nostri valori fondamentali. E certamente siamo in disaccordo con l’ordine esecutivo emanato dal presidente degli Stati Uniti il 27 gennaio. Anche molti in America sembrano non essere d’accordo”. Donald...

paura della società che essi stessi hanno creato

I milionari annusano il collasso, e scappano dalla società che hanno creato. Maurizio Blondet

Non certo i Rothschild, ma i “mezzi milionari”, i gestori di hedge funds, i fondatori di startups di successo, i ricchi in  milioni (ma non miliardi), stanno comprando bunker di lusso in rifugi anti-atomici riciclati in condomini costosissimi, assoldando squadre di guardie armate, investendo in campi d’aviazione in Nuova Zelanda: almeno secondo un articolo del New Yorker che sta facendo rumore fra quelli che contano. Perché i nuovi ricchi temono una rivolta sociale: “Le tensioni prodotte dall’acuta disparità di reddito stanno diventando così’ forti, che alcuni dei più  agiati del...

Papa Francesco e Trump

La connessione di “Francesco” con “spirit cooking”. Via Young Pope. Maurizio Blondet

In Usa non so che network sta diffondendo ora The Young Pope. L’amico americano ha notato “con orrore” che nella seconda puntata del serial di Sorrentino, viene citata Marina Abramovic come la più importante artista contemporanea. “E’ la firma di John Podesta! E’ il segno che Papa Francesco è la pedina della “primavera cattolica” progettata da Podesta!”. L’eccitazione dell’amico può indurre il lettore a non capire. Marina Abramovic è la strega che, come risulta dalle mail intercettate e diffuse da Wikileaks, aveva invitato i due fratelli Podesta a un rituale da...

Perchè non avete capito la legge russa sul maltrattamento in Famiglia? Perché non vi hanno menato abbastanza da piccoli! Massimo Bordin

Ora, non è che siccome ho scritto un libro sul pensiero filosofico di Putin mi debba andar bene tutto quello che succede in Russia. Anzi, è vero proprio l’opposto, dato che la filosofia si caratterizza per il forte spirito critico. Ma la questione della legge russa che depenalizza i reati di maltrattamento in famiglia merita vendetta. Il solo fatto che una simile bufala abbia riempito le pagine dei giornali e occupato i principali telegiornali nazionali doveva insospettire, e invece niente! Giù strali contro Putin e i russi e la dittatura....

Vincent Bollorè

Due o tre cose da sapere su Vincent Bolloré. Maurizio Blondet

Berlusconi ha pagato 13 olgettine fino a pochi mesi fa”, dicono i giornali. La magistratura riapre il fascicolo. Benché senza alcuna simpatia per questo imbecille, non posso far a meno di notare la coincidenza di questa scoperta degli inquirenti milanesi con la scalata di Bolloré a Mediaset. Nei momenti cruciali per il saccheggiatore globale, si può sempre far conto sulla magistratura nostrana. Qualche curiosità su Vincent Bolloré, questo capitano d’industria che si è fatto le ossa nella Compagnie financière Edmond de Rothschild, ed oggi è maggiore azionista di Havas, sesto...

“Fuck Nuland!” Finalmente. Ma i media distorcono la notizia. Maurizio Blondet

La notte scorsa si è potuto assistere alla formazione – da parte dei mainstream media – di una fake news, e la sua successiva vaporizzazione, dal vivo. Nella serata di giovedì, le agenzie, subito seguite dal Washington Post, davano notizia che “una ondata di alti funzionari del Dipartimento di Stato si sono inaspettatamente dimessi” tutti insieme appena è entrato il nuovo ministro degli Esteri  Tillerson. “Queste dimissioni sono una grossa perdita”, commentava il giornale. “Lasciano un vuoto. Sono competenze difficili da sostituire e difficili da trovare nel settore privato ……per ...

Brexit: May promette un “Libro Bianco” con i dettagli del piano di uscita dalla UE

La premier del Regno Unito, Theresa May, ha riferito il “Financial Times”, ha ceduto alle pressioni del Labour, del Partito nazionale scozzese (Snp) e di una parte del suo Partito conservatore e ha promesso di pubblicare un “libro bianco” che illustri con maggiori dettagli il piano del governo per l’uscita dall’Unione Europea; non dovrebbe discostarsi molto dal discorso della settimana scorsa sugli obiettivi negoziali. Il documento, ha precisato Downing Street, sarà presentato separatamente dal disegno di legge sull’invocazione dell’articolo 50 del Trattato di Lisbona, per il quale, come ha stabilito...

La verità su Giulio Regeni? è stato mandato a morire dai servizi inglesi

L’ex capo dei ROS Mario Mori afferma: “La sua professoressa di Cambridge è probabilmente agente dei servizi britannici. Il ragazzo era inconsapevole ed è stato venduto – operazioni del genere le ho fatte anch’io. Se mando uno dei miei agenti è più difficile, ma se utilizzo persone come Regeni sono facilitato”. Regeni era uno studente che svolgeva un lavoro assegnato da una università inglese. Ma a Londra chi ha assegnato la ricerca a Regeni in Egitto è una professoressa, Abdelrahman, di origine egiziana e vicina alla Fratellanza Musulmana, ostile all’attuale governo....

Attacchi con i droni: l’eredità mortifera di Barack Obama

Per nessuno è un segreto che la presenza di basi militari USA in lungo ed in largo del pianeta ariva ad oltre 850 basi militari e più di 270.000 effettivi delle forze USA si trovano sparse fra 70/80 paesi, secondo un articolo pubblicato di rcente dalla rivista Time. Nonostante questo l’Amministrazione del presidente Barack Obama ha superato di gran lunga i suoi predecessori nell’espansione della macchina bellica statunitense. A dimostrazione di quello ci sono gli otto anni di operazioni militari permanenti fra le quali quelle che più eclatanti come l’invasione...

Eurocommissario accusa Trump di congelare i negoziati sul TTIP

L’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca ha “congelato” i negoziati tra Bruxelles e Washington sul trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti (Transatlantic Trade and Investment Partnership, TTIP), ha dichiarato il commissario europeo per il commercio Cecilia Malmström. “L’elezione di Donald Trump sembra che metta definitivamente nel congelatore i negoziati UE-USA, almeno per qualche tempo. Però, anche se gli Stati Uniti sono il nostro partner più importante e indispensabile, il mondo è più di un Paese. Con o senza Trump, abbiamo una lunga lista di molti altri Paesi che...

Xi apostolo del liberismo globale? Per favore…. Maurizio Blondet

A Davos, i miliardari, economisti di corte e politici orfani di Obama si sono stretti attorno a Xi Jinping: “Ultimo difensore del libero-scambio!”, l’hanno acclamato baciandone le mani. Si capisce dalle foto come Xi se la rideva. Liberista, la Cina? Sul riso importato applica tariffe del 34 per cento. Come tutti i paesi asiatici, del resto (il Giappone impone dazi del 300%), e fanno benissimo: anzitutto bisogna salvare i contadini nazionali, sottrarli agli incerti del mercato mondiale, alle sue speculazioni omicide; la riserva alimentare nazionale sia assicurata. Salvare la razione...

Populisti europei

Promemoria per El Papa: i nazionalisti fanno la pace. Le democrazie, le guerre. Maurizio Blondet

Fra i commenti dei global-progressisti ostili a Donald Trump, non poteva mancare questo: “E’ un nazionalista. E i nazionalismi, prima o poi, sono destinati a farsi la guerra”: così Timothy Garton Ash, maitre a penser del Guardian, gran difensore di Israele.  Immediatamente seguito sulla stessa linea da “El Papa” il quale, nel suo modo obliquo, ha subito avvicinato Trump a Hitler: «Per me l’esempio più tipico del populismo, nel senso europeo, è il 33 tedesco» ha detto Papa Francesco. «La Germania distrutta cerca di alzarsi, cerca la sua identità, cerca un...

Erano abituati a Fantozzi che scriveva la rabbia in cielo. Ora hanno paura perché la scrive nell’urna. Mauro Bottarelli

Chiedo scusa, di quale organizzazione è prevista per oggi la manifestazione contro Donald Trump? Gli organismi monocellulari del Borneo o il fan club di Giorgio Mastrota? Qui non si capisce più nulla. Come ci mostra il video anche i satanisti hanno voluto dire la loro contro l’insediamento alla Casa Bianca del tycoon newyorchese. Ora mancano solo Scientology e gli alcolisti anonimi, poi siamo al completo. Nani e ballerine, un classicissimo. A fare notizia, poi, è stata la grande manifestazione delle donne tenutasi a Washington DC e in altre città del...

error: Alert: Content is protected !!