Attualità Archivi - Pagina 4 di 35 - www.altreinfo.org

Category: Attualità

Madame Lagard ospite del re sega-giornalisti. Ma non è contro i valori UE? Maurizio Blondet

Il 2 ottobre, il giornalista saudita Jamal Kashoggi, presentatosi al consolato saudita di Istanbul per un documento, è stato ucciso e tagliato a pezzi nei locali stessi del consolato (hanno una stanza apposita) da una squadra di specialisti inviati specificamente dal reuccio (principe ereditario) Mohamed Bin Salman. Se ne è sicuri perché i servizi turchi (che hanno i video) hanno identificato 8 dei 15 uomini della squadra come militari reali sauditi, e tre come guardie del corpo dell’impulsivo Bin Salman. Inoltre, un altro è il dottor Salah Mohammed Al Tubaigy,...

Prodi ovvero il pifferaio stonato. Carlo Formenti

Romano Prodi è uno dei massimi artefici della mutazione genetica della sinistra italiana, avendo validamente contribuito a traghettarla dal campo socialista al campo liberale; fa parte (con Andreatta, Ciampi e Carli) del clan dei grandi burocrati che, prima, hanno sottratto al Paese la sovranità monetaria, favorendo il divorzio fra il Tesoro e la Banca centrale, poi, hanno operato per sottrargli anche la sovranità nazionale (e quindi la sovranità popolare). E’ il grande liquidatore di quell’industria di stato che aveva promosso il nostro sviluppo industriale, e che lui ha fatto sì che...

A passi da sonnambuli verso la guerra in Europa. Nucleare. Tattica. Limitata. Maurizio Blondet

Ottocento commandos britannici saranno dispiegati in Norvegia dall’inizio dell’anno prossimo…, dove raggiungeranno truppe olandesi e americane già sul posto una presenza che sarà continuativa in inverno per almeno un decennio, ha annunciato il segretario alla difesa Williamson. Il motivo addotto è l’intensificarsi dell’attività dei sottomarini russi, molto vicina ai livelli della guerra fredda”. E’ difficile capire a cosa truppe di terra possano servire contro l’attività dei sottomarini russi,  a meno che non si paventi una invasione della Norvegia da parte di Mosca – ipotesi della cui fondatezza non so giudicare....

spese militari, nessuno si oppone

Il potere politico delle armi. Manlio Dinucci

Mercati e Unione europea in allarme, opposizione all’attacco, richiamo del presidente della Repubblica alla Costituzione, perché l’annunciata manovra finanziaria del governo comporterebbe un deficit di circa 27 miliardi di euro. Silenzio assoluto invece, sia nel governo che nell’opposizione, sul fatto che l’Italia spende in un anno una somma analoga a scopo militare. Quella del 2018 è di circa 25 miliardi di euro, cui si aggiungono altre voci di carattere militare portandola a oltre 27 miliardi. Sono oltre 70 milioni di euro al giorno, in aumento poiché l’Italia si è impegnata...

Spendo, dunque sono. Comidad

Gli ordini monastici mendicanti del basso medioevo predicavano la necessità di una Chiesa povera. A questa “eresia” la gerarchia ecclesiastica opponeva una replica interessante: in una società basata sul denaro solo chi ha capacità di spesa esiste come soggetto sociale attivo, mentre i poveri non sono soggetti sociali ma semplici oggetti di carità; perciò la Chiesa, per poter provvedere ai poveri, deve essere ricca. Secondo la Chiesa il denaro sarebbe quindi solo un mezzo neutro, che può essere utilizzato per il bene o per il male. Si può discutere a...

Piaccia o no, questa è la nostra Rivoluzione Culturale. (Si chiama democrazia). Maurizio Blondet

Quella che fa incattivire gli europeisti e contro cui mobilitano tutte le loro armi lecite e illecite – è la nostra Rivoluzione Culturale.  Il punto è che molte persone (ancora non abbastanza) hanno fatto la Scoperta del Secolo: I tecnocrati sono incompetenti E’ essenziale, perché la legittimità delle tecnocrazie è basata sul mito della loro competenza scientifica. Gli affari pubblici sono troppo complicati per  i comuni cittadini; i politici che loro eleggono sono ignoranti, incompetenti, corrotti, incapaci. Sprecano capitale… E’ meglio devolvere la sovranità a gente scientificamente preparata, non passionale,...

La Germania va a lignite. A quando la procedura d’infrazione? Maurizio Blondet

Ricordate quando Donald Trump annunciò che  avrebbe fatto uscire gli USA dagli accordi di Parigi, che obbligano gli aderenti a impedire che la temperatura globale si alzi più di 2° sul livello dell’era pre-industriale? Era l’estate 2017. Ricordate sicuramente l’indignazione scandalizzata  di tutti i governanti virtuosamente ecologisti, contro il selvaggio che “non crede al  cambiamento climatico per opera dell’uomo”. E nessuno era più virtuosamente indignato di Angela Merkel,  che col ditino alzato letteralmente sgridò il selvaggio indifferente ai destini del pianeta. Berlino ha esibito come modello che il resto di...

Il Pentagono sviluppa armi biologiche al confine con la Russia. Maurizio Blondet

Il Pentagono gestisce un laboratorio segreto a Tbilisi, capitale della Georgia. Vi si studiano agenti patogeni e insetti che pungono, per l’allevamento dei quali esiste all’interno una struttura. Il personale che vi opera è costituito da tecnici e scienziati Usa, che vivono sotto passaporto diplomatico. Lo ha scoperto Dilyana Gaytandzhieva, la straordinaria giornalista investigativa bulgara che nel 2017 ha rivelato il vasto traffico americano di armi inviate ai terroristi dell’ISIS: armi acquistate in Bulgaria ed inoltrate attraverso la compagnia aerea dell’Azerbaijan, Silk Way Airlines, “in almeno 350’ voli”, sotto copertura...

In Italia la più grande polveriera Usa. Manlio Dinucci

Alla fine della seconda guerra mondiale le truppe alleate occuparono il continente europeo. Francia e Russia le hanno ritirate, Stati Uniti e Regno Unito invece continuano a mantenere parte delle loro forze armate in Europa. In previsione di una guerra mondiale contro Cina e Russia, il Pentagono utilizza da un anno le numerose basi statunitensi in Italia per incrementare in modo massiccio lo stoccaggio di armi in Europa, bombe atomiche incluse. L’8 agosto ha fatto scalo nel porto di Livorno la Liberty Passion (Passione per la Libertà) e il 2 settembre la Liberty...

Putin, per (alcun)i media italiani la Russia è ancora comunista. Ed è il vero nemico dell’Occidente. Giulietto Chiesa

Sarebbe straordinario quello che ho letto sull’ultimo editoriale di Eugenio Scalfari (la Repubblica, 9 settembre) se non fosse un ulteriore segnale della degenerazione del dibattito pubblico nel nostro Paese e in generale dell’Occidente, Europa in testa. Leggo e “strabilio” vedendo Scalfari definire Vladimir Putin come “leader del comunismo mondiale”. Povero presidente della Russia,che si è visto attribuire negli ultimi anni – a partire dal suo discorso di Monaco – una tale serie di crimini: dall’assassinio della Politkovskaja, a quello di Litvinenko, all’abbattimento del Boeing malaysiano nei cieli del Donbass in...

“Privato” non è stato bello. Giulietto Chiesa

Cioè che era del tutto falsa la storiella che bisognava privatizzare perché “pubblico è male, è inefficienza, è corruzione”, mentre “privato è tutto il contrario”. Gli avvisi di garanzia che la magistratura genovese ha equamente distribuito tra Società Autostrade e alti funzionari di diverse agenzie dello Stato, dopo la tragedia del Ponte sul Polcevera, stanno mettendo sotto gli occhi del grande pubblico una verità molto importante e che, si spera, sarà assimilata dalla maggioranza del popolo. E cioè che era del tutto falsa la storiella  che bisognava privatizzare perché “pubblico...

Un’Italia sovranista senza sovranità. Manlio Dinucci

Il polverone politico-mediatico sollevato dallo scontro tra «europeisti» e «sovranisti» nasconde quella che invece è la realtà: un europeismo senza Europa e un sovranismo senza sovranità. A innalzare strumentalmente la bandiera dell’europeismo è in questo momento il presidente Macron, per far avanzare la potenza francese non solo in Europa ma in Africa. La Francia, promotrice con gli Usa della guerra Nato che nel 2011 demolì lo Stato libico (nella quale l’Italia svolse un ruolo di primo piano), cerca con tutti i mezzi di controllare la Libia: le sue ricche risorse...

Un atto di guerra civile. Maurizio Blondet

Mai avrei pensato di postare un giorno un twwet di Daniele Capezzone: Daniele Capezzone‏ Account verificato@Capezzone Dimenticate di essere pro o contro @matteosalvinimi, simpatizzanti o antipatizzanti della @LegaSalvini. Ma #sequestro #fondi è atto grave. 1. Dirigenza Lega è diversa da quella sotto processo 2. Responsabilità penale è personale 3. Processo a Bossi-Belsito è ancora in appello Non  ho voglia di commentare nulla, stasera.  Da una parte perché ogni cosa che potrei dire sarebbe passibile di incrimianzione, e questi hanno, come sapete, il coltello giudiziario dalla parte del manico, in più hanno la pelle sottile...

La guerra americana per il petrolio di scisto. Comidad

Il 23 dicembre del 2011 i media mainstream avrebbero voluto festeggiare l’approvazione definitiva in senato del Decreto Salva Italia del governo Monti. Si trovarono invece a dover parlare di un nuovo picco dello spread che aveva sfondato quota 500 ed era arrivato quasi al record raggiunto sotto il precedente governo del Buffone di Arcore. Gli ingrati “Mercati” quindi non si erano per niente lasciati “rassicurare” dalla super-manovra. I media, per difendere il loro idolo di allora, Mario Monti, furono costretti a spiegare che la colpa era della Banca Centrale Europea...

Le provocazioni hanno un passato di escalation verso la guerra. Paul Craig Roberts

Il governo russo e il presidente Putin stanno subendo pressioni non a causa delle sanzioni statunitensi, che sono molto buone per la Russia perché la costringono all’indipendenza economica, ma da patrioti russi stanchi delle risposte non conflittuali di Putin agli insulti senza fine e alle provocazioni militari di Washington. I patrioti russi non vogliono la guerra, ma vogliono difendere l’onore del loro Paese e credono che Putin stia fallendo in questo intento. Alcuni di loro stanno dicendo che Putin stesso è un adoratore integralista dell’Occidente. Questa disillusione nei confronti di...

error: Alert: Content is protected !!