Controllo globale Archivi - Pagina 10 di 12 - www.altreinfo.org

Category: Controllo globale

pornografia-cine-per adulti, chi controlla la pornografia

6. La pornografia come strumento di controllo, individuale e sociale: chi detiene il mercato del porno? Alessandro Benigni

Nelle scorse puntate abbiamo delineato qualche motivo di riflessione sul rapporto tra pornografia e controllo sociale, fino all’analisi di alcuni meccanismi neurofisiologici che determinano instupidimento, dipendenza e addirittura problemi di stimolazione sessuale (e quindi erezione nei maschi). Ora veniamo ad occuparci dell’altro aspetto: dai controllati, passiamo ai controllori. Chi detiene il mercato del porno? Prima di tutto, un dato scontato: si tratta di un mercato di proporzioni inimmaginabili. E’ stato calcolato, come ricorda anche Giuliano Guzzo, che ogni secondo su internet vengono spesi oltre 3.000 dollari per acquistare contenuti porno....

5. La pornografia come strumento di controllo: anche la cosiddetta “arte moderna” serve all’addomesticamento. Alessandro Benigni

Nelle precedenti puntate abbiamo visto, sia pure in modo sommario, quali sono i meccanismi neuro fisiologici che la pornografia fa scattare e come può dunque essere utilizzata per indurre il soggetto alla dipendenza. E’ mia convinzione che sia anche questa una delle tante tecniche che l’Impero adopera per arrivare ad un profondo controllo mentale e quindi sociale, beninteso: sempre nella maschera del suo contrario. La pornografia promette infatti il contrario di quello che dà: libertà di espressione e di godimento, mentre invece lega, riducendo in un  pietoso stato di dipendenza,...

sesso e cibo

4. La pornografia come strumento di controllo: il sistema di ricompensa cerebrale. Alessandro Benigni

Dal momento che la pornografia è apparsa su internet, l’accessibilità, l’economicità, e l’anonimato nel consumo di stimoli sessuali visivi hanno attratto milioni di utenti. Partendo dal presupposto che il consumo di materiale pornografico attiva il “meccanismo di ricompensa”, il quale procura presto assuefazione e quindi attiva a sua volta il comportamento di ricerca di novità, inducendo in questo modo alla dipendenza, gli studiosi hanno verificato nei consumatori alterazioni misurabili in termini neurologici. Con l’aiuto della risonanza magnetica, i ricercatori hanno registrato le attività del cervello mentre il i soggetti erano...

3. La pornografia come strumento di controllo: stimoli del piacere, attività cerebrali e dopamina. Alessandro Benigni

“Per impedire il ‘bisogno’ di crearsi una famiglia, gli individui vengono educati fin dall’infanzia ad avere rapporti sessuali liberi e scevri da ogni sentimento affettivo: la monogamia è infatti vietata e il sesso è svincolato dall’amore, le attività dilettevoli più elementari sono incessanti e la promiscuità sessuale, in particolare, è vista come un dovere sociale a tutte le età: dai “giochi sessuali” dei preadolescenti al continuo scambio di partner fra adulti (un rapporto affettivo stabile, infatti, dopo l’abolizione della famiglia, sarebbe visto addirittura come un elemento socialmente pericoloso per il...

2. La pornografia come strumento di controllo: le basi neuro-fisiologiche. Alessandro Benigni

Per capire il presente non bisogna soltanto conoscere il passato, ma anche e soprattutto immaginare il futuro.  Alessandro Benigni Non è un caso che da più parti si sia cominciato a parlare di “pornografia come strumento di educazione sessuale” (qui l’iniziativa di Porn Hub e c’è da scommette che sarà rivolta in particolare ai rapporti omo-erotici). Pensate che sia solo una battuta da pornostar? Il metodo di controllo sociale individuato da Overton agisce a 360 gradi. Per corrompere non solo il senso morale ma soprattutto le abilità cognitive delle future...

1. La pornografia come strumento di controllo mentale individuale e sociale. Alessandro Benigni

«Noi aspiriamo a corrompere per poter dominare» Giuseppe Mazzini (massone, 1805-1872) Un quadro generale E’ questo, quello che ci serve, prima di tutto: un quadro generale di riferimento, in cui tanti fenomeni, apparentemente isolati fra loro, possano essere collegati insieme e spiegati in relazione al controllo: dalle “comunità degli uomini-cane“, all’aborto, alla legalizzazione delle droghe, all’eutanasia, alla “teoria svedese dell’amore“, al divorzio, alla diffusione del consumo di psicofarmaci, aumento dei suicidi, depotenziamento cognitivo in ambito scolastico, e tanto altro ancora. Un quadro, insomma, in cui collocare la pornografia contemporanea, per...

Tutti controllati col chip sottopelle. Enrica Perucchietti

Uno dei temi più delicati e controversi nel campo della controinformazione che ho trattato in diversi miei articoli saggi è quello dei microchip sottocutanei. Fino a qualche anno fa l’argomento era accuratamente evitato dai Media Mainstream: chi ne parlava era liquidato come un visionario. Negli anni la tematica è tornata più volte alla ribalta, venendo sempre tacciata di essere l’emblema delle paranoie cospirazioniste. Eppure… Il 29 marzo 2016 sul sito www.repubblica.it la giornalista Ilaria Ravarino ha firmato un articolo sul mercato dei chip dermali NFC (Near Field Communication) dopo essere stata a...

Mossad: perché il servizio segreto israeliano è il migliore del pianeta? Elena Dorian

IL Mossad israeliano è il servizio segreto più efficiente del pianeta, su questo spero non ci siano dubbi. La CIA non è altrettanto efficiente. E nemmeno il Secret Intelligence Service della Gran Bretagna. Nessun altro servizio di intelligence è migliore del Mossad israeliano. Ma come mai? Perché il Mossad sa sempre tutto, prima degli altri? Come fa il Mossad ad avere agenti e infiltrati in ogni paese, in ogni angolo del pianeta, in ogni struttura del potere, in ogni parlamento, in ogni luogo che conta? Il Mossad, orgoglio di Israele...

Alt, il dollaro non si tocca. Il mondo non può estrometterlo. La de-dollarizzazione non si può fare. Si gioca col fuoco

La de-dollarizzazione non si può fare. L’impero del dollaro ha le sue regole e gli USA le faranno rispettare. Alberto Rovis

E’ notizia di questi giorni che i paesi del BRICS cercano sistemi alternativi per pagare le forniture petrolifere e per regolare gli scambi commerciali. La Cina propone lo Yuan convertibile in oro. Lo stesso Putin parla del superamento del dollaro come valuta di riferimento negli scambi internazionali e propone rublo e oro. Si è accodato addirittura Maduro, annunciando che le esportazioni del Venezuela verranno quotate in altre valute, tra cui rublo, yuan, euro e addirittura rupie. Maduro ha dichiarato pubblicamente: “Ci libereremo della schiavitù del dollaro” Viviamo in un mondo pieno zeppo...

La polizia ti ferma e dirà: Blolckchain prego. Il mondo saprà cosa fai. Snowden impallidisce di fronte a questa. Paolo Barnard

Sapete come controlleranno la vita vostra, come quella dell’anonimo immigrato di Lampedusa? Andate in Finlandia, e chiedete di A.I. Blockchain. Che idea geniale, cari TECH-GLEBA SENZA ALTERNATIVE, sostituire l’identità umana che da 100.000 anni è definita con un nome, poi divenuto certificato di nascita/morte nelle parrocchie medievali, poi carte d’identità/passaporti vari, e poi pagamenti sui conti in banca con le generalità – dicevo, che idea geniale sostituire tutto ciò con un… Codice A.I. di Blockchain, eh? Sto parlando di Star Trek? No, oggi tutto questo è (in parte) già in vigore,...

facebook, la lobby ebraica, la cia e il mossad, siamo schedati e i nostri dati sono a disposizione di tutti

Chi controlla Facebook? Un’immensa banca dati in mano a Lobby Ebraica, CIA e Mossad. Elena Dorian

Negli archivi informatici di Facebook ci sono dati riservati e sensibili riguardanti centinaia di milioni di persone. Ci sono anche i nostri dati, le nostre foto, quelle della nostra famiglia, le nostre amicizie, tutti i fatti più rilevanti della nostra vita, ciò che pensiamo, le cose che amiamo e quelle che odiamo. Tutto l’Occidente è schedato da Facebook e incrociando i dati di tutti gli iscritti si possono avere profili completi di tutti i cittadini europei e non solo. La politica sulla privacy di Facebook ci informa che, in sostanza,...

Guerra ibrida tra Stati Uniti e Russia, come gli Stati Uniti controllano il territorio della Russia

La Terza Guerra Mondiale è già in corso. Si tratta di una guerra ibrida tra Stati Uniti e Russia. Chi vince e chi perde? Paolo Germani

Tra gli Stati Uniti e la Russia è in corso una guerra ibrida, su questo non ci sono dubbi. E a tutti gli effetti, questa può essere già considerata la Terza Guerra Mondiale. Ci sono molti elementi che lo testimoniano, da diversi anni ormai, anche se non si tratta di una guerra dichiarata. Gli schieramenti sono ben definiti. Dalla parte degli Stati Uniti troviamo tutti i paesi occidentali, Italia compresa. Dalla parte della Russia si sono schierati Cina e Iran, con qualche distinguo, soprattutto da parte della Cina. Gli Stati...

Israele cerca di accrescere la sua influenza in Cina

Influenza del sionismo globale in Cina. Cristina Amoroso

Se finora Tel Aviv è si è mostrata resistente a qualsiasi richiesta di pace con i palestinesi, ora cerca un accordo di pace. E’ solo un cambio apparente di strategia politica, in linea con la carta mondiale del sionismo, che non si limita ad un solo territorio geografico con confini specifici per realizzare i propri obiettivi, ma cerca piuttosto territori preziosi per le sue preoccupazioni e bisogni finanziari. Anche la Cina è candidata a tali scopi.    Ora che Tel Aviv non vive ottimi rapporti con le Nazioni Unite, mentre alcuni...

Le minoranze manipolate rappresentano un pericolo importante per i paesi democratici

Prima di tutto, una breve avvertenza o, dovrei dire, un chiarimento. Quando parlo di minoranze, come farò nel seguito, lo faccio da persona che appartiene ad una lunga lista di minoranze. Sono nato in una famiglia di rifugiati russi. Questo, per l’appunto, mi rende esponente di una minoranza (piuttosto esigua). In seguito, ho vissuto gran parte della mia vita nella Svizzera francofona, il che mi rendeva (di nuovo) parte di una minoranza. Ancora: sono un Cristiano Ortodosso. Si tratta di nuovo di una minoranza nel cosiddetto mondo “Cristiano” (in realtà...

L'impero del dollaro significa il controllo del pianeta

Impero del dollaro in un mondo unipolare. Ecco perché gli Stati Uniti vogliono una guerra per distruggere la Russia. Alberto Rovis

Il Presidente Trump ha firmato un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia, imposto dal Congresso con una maggioranza bulgara. Il provvedimento è stato infatti approvato con 98 voti favorevoli e 2 contrari al Senato, e con 419 favorevoli e 3 contrari alla Camera. La proposta non è partita da Trump, il quale ha dovuto adeguarsi, firmando il pacchetto, per non dare ulteriore credito alle accuse di collusione col Cremlino. Trump è ostaggio dell’elite finanziaria e difficilmente riuscirà a liberarsi dal potere che questa piovra esercita su tutte le istituzioni...

error: Alert: Content is protected !!