Economia e finanza Archivi - Pagina 6 di 7 - www.altreinfo.org

Category: Economia e finanza

Per salvare le banche si trovano 20 miliardi di euro, da un giorno all'altro, col voto di camera e senato

Per salvare le banche si trovano 20 miliardi, da un giorno all’altro. Andrea Baranes

Il punto è non aspettare la prossima tempesta, ma iniziare a cambiare rotta.   “Oggi la banca è risanata, e investire è un affare. Su Monte dei Paschi si è abbattuta la speculazione ma è un bell’affare, ha attraversato vicissitudini pazzesche ma oggi è risanata, è un bel brand”. Matteo Renzi, Presidente del Consiglio dei Ministri, a Il Sole 24 Ore, 22 gennaio 2016. Quindi il problema era la speculazione. Era esterno. La banca in sé era solida. E parliamo non di decenni fa, ma dell’inizio di quest’anno. Una banca...

Tutti i servitori dei padroni, pronti a convincere la popolazione che uscire dall'euro è impossibile. Si mobiliteranno tutti, così come hanno fatto per il referendum. Chissà se andrà a finire allo stesso modo....

Rapporto Debito/PIL: come si calcola e perché è così importante. Alberto Rovis

Il rapporto Debito/PIL è considerato uno dei principali indicatori di stabilità finanziaria di un paese. Gli accordi di Maastricht stipulati nel 1992 prevedono che questo parametro, moltiplicato per 100, dia un valore non superiore a 60. Oggi come oggi, sono veramente pochi i paesi che rispettano questo valore. L’Italia è ben al di sopra, avendo raggiunto quota 132. La Grecia, ormai considerata in bancarotta, era arrivata a quota 175. Elementi da considerare nel calcolo del rapporto debito/PIL Il rapporto Debito/PIL si calcola prendendo in considerazione le seguenti grandezze economiche: il debito...

Altare-della-patria

Il commissariamento dell’Italia e la Troika a Roma portano all’implosione di Ue ed euro

Il governo (debole) non ha i soldi per i necessari salvataggi bancari. A questo punto, subentra la richiesta di aiuto al Fondo UE salva stati (MES – Meccanismo Europeo di Stabilità) e l’arrivo della … l governo (debole) non ha i soldi per i necessari salvataggi bancari. A questo punto, subentra la richiesta di aiuto al Fondo Ue salvastati (MES – Meccanismo Euopeo di Stabilità) e l’arrivo della Troika a Roma. Il tradizionale stellone continuerà a proteggere l’Italia? La domanda è di grande attualità. I nodi dei buchi del sistema bancario...

Meccanismo Europeo di Stabilità, Fondo Salva Stati

Che cos’è il MES – Meccanismo Europeo di Stabilità o Fondo Salva Stati – e come funziona

Che cos’è il MES Il Meccanismo Europeo di Stabilità (MES), detto anche Fondo Salva Stati (ed ora Fondo Salva Banche) è stato approvato in via definitiva il 23 luglio 2012. Si tratta di un accordo stipulato dai 17 paesi aderenti all’euro che mira a creare stabilità finanziaria all’interno dell’area euro. Se ne parla molto in questi giorni perché l’Italia potrebbe ricorrervi per far fronte a esigenze finanziarie derivanti dalla necessità di “salvare” alcune banche in difficoltà, in particolare il Monte dei Paschi di Siena. In ogni caso, o prima o...

Troika, banca centrale europea, fondo monetario internazionale e commissione europea

La Troika sta distruggendo la Grecia. E poi tocca a noi….

La Troika sta distruggendo la Grecia. Perché lo faccia non è dato sapere. C’è chi dice che ubbidiscono ai poteri forti, ai poteri sovranazionali, al potere finanziario, alle elites globaliste. C’è anche chi dice che la politica della Troika è semplicemente sbagliata, ma loro pensano di far la cosa giusta. Questo vuol dire che sono in buona fede. Beh, mi sembra una interpretazione un po’ naïf. E’ difficile pensare che gente come Mario Draghi, Christine Lagarde e Jean-Claude Juncker stiano commettendo errori mastodontici come questo e siano in buona fede. Tra l’altro godono...

PIL in crescita? Si, ma solo grazie a delinquenti ed evasori

PIL in crescita? Strano, non ci eravamo accorti di nulla.

L’ISTAT assicura che il PIL italiano è in crescita. Titoli dei giornali: l’Italia cresce. Si, perché nell’immaginario collettivo PIL in crescita significa “situazione economica in miglioramento“. E allora dobbiamo gioire. Ma questo è molto strano, perché noi non vediamo alcun miglioramento nella situazione economica italiana. Chiediamo conferma ai nostri amici, alla gente che conosciamo, ai colleghi di lavoro. Forse loro hanno visto qualcosa che a noi sfugge. Ma nessuno conferma. Nessuno lo vede questo miglioramento. Gli italiani non si fidano degli italiani, ma si fidano dei mass media Da una recente...

speculazione finanziaria

Perché le borse vanno su e giù, chi le manovra?

Nelle borse vengono quotate azioni ed altri valori mobiliari. In questo post parleremo soltanto delle azioni, ma il senso del discorso non cambia. Le azioni rappresentano una piccola parte di una grande società. Hanno un valore reale che può essere determinato sulla base di qualche analisi di bilancio e di mercato, anche se a fatica e in modo molto approssimativo. E’ comunque possibile stabilire un range tra un valore massimo ed uno minimo. Va da sé che la maggior parte delle persone non ha la benché minima idea di quale...

I dollari sono soltanto carta

La più grande scoperta dell’umanità: la cartamoneta creata dal nulla

Molti pensano che la più grande scoperta dell’umanità sia la ruota, l’aeroplano, l’autovettura, i transistor o i circuiti stampati che stanno alla base di tutta l’elettronica moderna. Si, anche queste sono scoperte importanti, senza alcun dubbio. Hanno rivoluzionato la nostra esistenza, ma non costituiscono uno spartiacque nella storia dell’umanità. La più grande scoperta che sia mai stata fatta dall’uomo è che la cartamoneta può essere creata dal nulla. Questa grande scoperta risale alla fine del secolo scorso. La cartamoneta creata dal nulla Negli anni settanta i banchieri hanno scoperto che non...

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio

Nell’ultima edizione della classifica elaborata dalla Banca Mondiale “Doing business 2017”, il rapporto che la stessa stila annualmente per investigare la facilità di fare impresa nei diversi paesi del mondo, l’Italia perde cinque posizioni rispetto all’anno scorso, passando dal quarantacinquesimo al cinquantesimo posto, vedendosi superata anche da nazioni come Moldovia (salita dalla cinquantaduesima alla quarantaquattresima posizione) e Serbia (salita dalla cinquantanovesima alla quarantasettesima). I paesi inclusi nella classifica 2017 sono 190 (erano 189 nel 2016) tuttavia, per valutare più correttamente la situazione dell’Italia sembra opportuno paragonarci con gli altri membri...

Biglietto da 500 euro, presto fuori circolazione

L’India vuole eliminare il contante. Seguiranno Europa e Australia

Dopo l’India anche l’Australia dovrebbe togliere dalla circolazione le banconote di grossa taglia. È l’opinione degli analisti di Ubs, promotori di una guerra ai contanti sempre più globale. Nel paese asiatico l’abolizione delle banconote ha scatenato il caos, ma questo non ha impedito alla banca svizzera di suggerire ad altri paesi di seguire le orme del governo indiano. Corsa agli sportelli, crollo della rupia indiana, incertezza economica e proteste in strada: sono questi gli effetti che ha ottenuto il governo imponendo il divieto sulle banconote da 500 e 1000 rupie. Le...

Euro: sono soltanto dei pezzi di carta colorata. Li può stampare la BCE che è di proprietà delle banche.

Che cos’è la moneta e come funziona. Alberto Rovis

Che cos’è la moneta è un concetto molto semplice. Altrettanto semplice è il suo funzionamento. Parliamo dell’euro, ma le stesse considerazioni valgono per dollari, lire sterline, rubli e qualunque altra moneta esistente oggi al mondo. La moneta viene emessa dalla Banca Centrale Europea. Per legge solo loro possono farlo. Sono dei pezzi di carta colorata. Si, proprio così: sono soltanto dei pezzi di carta colorata. Dietro quei pezzi di carta non c’è nulla. Né oro, né argento, né bronzo. Proprio nulla. C’è soltanto una legge dello Stato che ci obbliga ad accettarli...

Cina e Arabia Saudita

Russia, Cina e Arabia Saudita minano l’egemonia del dollaro

La supremazia di Washington nel sistema finanziario globale ha recentemente subito un duro colpo: Russia, Cina e Arabia Saudita hanno venduto titoli del Tesoro degli Stati Uniti per 37,9 miliardi di dollari. Gli investimenti globali nel debito pubblico degli Stati Uniti sono al livello minimo dal luglio 2012. Il ruolo del dollaro come valuta di riserva mondiale è quindi messo in discussione. Nel 2010 Michael Mullen, presidente del Joint Chiefs of Staff statunitense, avvertì che il debito era la principale minaccia alla sicurezza nazionale. A mio avviso, non è tanto l’alto...

La Grecia è la patria della filosofia

Grecia: banche, BCE e FMI divorano il paese col debito pubblico. Alberto Rovis

Il debito pubblico greco ammonta complessivamente a 294,4 miliardi di euro, pari al 170% del PIL. Non è una cifra immensa. Per riallineare il debito ai parametri di Bruxelles basterebbero 95 miliardi di euro. Il problema è che la Grecia questa cifra non ce l’ha. Ne mai ce l’avrà. Il governo di Tsipras sta massacrando di tasse la popolazione, il PIL è crollato, la gente non fa più figli, non c’è più fiducia nel futuro. I greci non ce la fanno proprio a venirne fuori. E intanto il loro debito...

Quantitative Easing, altri regali per le banche

QE (Quantitative Easing): la BCE aiuta le banche ma non i popoli. Alberto Rovis

Ogni tanto un certo Mario Draghi, governatore della Banca Centrale Europea, convoca i giornalisti per dire che il Quantitative Easing, QE per gli addetti ai lavori, sta funzionando. Inoltre, sempre Mario Draghi, dice che l’economia è in ripresa e che, piano piano, stiamo uscendo dal pantano della deflazione. Poi aggiunge che, stando così le cose, il QE andrà avanti fino a marzo 2017 e oltre. Noi non notiamo grandi miglioramenti nell’economia, anzi. Comunque siamo fiduciosi e vorremmo credere che ciò che dice Draghi possa avverarsi in futuro. In fondo noi italiani...

La crisi del '29

Crisi del ’29, crollo delle borse e grande depressione. Cause e conseguenze. Alberto Rovis

Per comprendere la crisi del 1929, seguita poi dalla grande depressione degli anni trenta, occorre innanzitutto avere un’idea chiara su cosa sono le azioni e sul modo in cui si determina il loro valore. Solo allora sarà possibile capire come e perché sono nate le crisi economico-finanziarie degli ultimi cent’anni e come e perché nasceranno le crisi dei prossimi cento anni. Si, perché purtroppo le crisi sono fondamentali perché il sistema finanziario possa crescere e fagocitare la nuova ricchezza via via creata dall’umanità. Vi ricordate di Pacman? Bene, funziona proprio...

error: Alert: Content is protected !!