Riflessioni Archivi - Pagina 4 di 6 - www.altreinfo.org

Category: Riflessioni

Controllo mentale, manipolazione delle masse e manipolazione delle coscienze

La manipolazione invisibile della società funziona così. Marcello Foa

Un tema mi affascina da tempo, anche perché è fondamentale per capire le dinamiche della società di oggi, quello dell’ingegneria sociale, nozione oscura ai più, ma che, in estrema sintesi, racchiude le tecniche usate per influenzare non tanto o non solo i media e l’opinione pubblica, quanto le masse, il loro modo di vivere, i loro valori, i loro gusti, persino – e il tema è più che mai attuale – le loro tendenze sessuali. Il problema è che quando si affrontano temi come questi si oscilla fra due estremi: saggi...

politicamente corretto

La dittatura orwelliana del politicamente corretto. Barbara Tampieri

“Per eliminare riferimenti ritenuti sessisti, alcuni esponenti del movimento del Politically Correct proposero di sostituire la parola “waitron” a waiter e waitress (cameriere) e il consiglio comunale della città di Sacramento propose di sostituire al termine manhole (tombino) la parola “personhole”, optando alla fine per “maintainance hole”. Il tombino dal nome che richiama la mascolinità, che, scoperchiato, conduce ai confini estremi del ridicolo del Politicamente Corretto, non proviene da qualche sito di fake news ma si riferisce ad una notizia pubblicata sul New York Times nel lontano 1990. Esso può farci...

violenza delle donne contro gli uomini, una realtà che non viene raccontata

La violenza che non viene mai raccontata: quella delle donne contro gli uomini

Tutte in vacanza le Cassandre? In questo torrido giugno 2017 sembra che tacciano i cori della denigrazione antimaschile,  quelli secondo i quali la violenza dell’uomo sarebbe una tara culturale da cui nessuno è escluso. Latitano le narrazioni gender oriented che hanno imperversato negli ultimi anni, per capirci: la mattanza rosa, una donna uccisa ogni due giorni, ogni donna fra 16 e 70 anni ha subito almeno una violenza nella vita, l’orco ha le chiavi di casa, ogni donna è a rischio violenza sul posto di lavoro, in strada, in casa,...

2 luglio 1897: Guglielmo Marconi brevetta la radio. Cosa resta oggi della sua celebre villa-stazione radio a Coltano? Filippo Bovo

Il 2 luglio 1897 Guglielmo Marconi brevettava a Londra quella che oggi è conosciuta come la “radio”. Molti esperimenti furono condotti a Coltano (Pisa), dove negli Anni ’30 sorgeva la più grande stazione radiofonica d’Europa. Cosa ne resta oggi? Guglielmo Marconi, genio autodidatta che aveva imparato i primi rudimenti della scienza da dei libri che gli aveva passato un suo zio, non avendo infatti un vero e proprio titolo di studio, il 2 luglio del 1897 brevettò a Londra quella che oggi è conosciuta come la radio. Il brevetto aveva...

l'imperativo del meticciato

Immigrazione di massa, imperativo del meticciato, caos etnico ed ingovernabilità. Guillaume Faye

Dal punto di vista biologico, la scomparsa di un popolo, di una etnia o di una razza la si ottiene attraverso il ventre delle sue femmine. L’unione di una donna di razza X con un uomo di razza Y è assai più pericolosa per la razza X che per quella Y. E ciò perché sono le donne a costituire la riserva biologica e sessuale, il patrimonio genetico delle razze, delle etnie e dei popoli, più che gli uomini. Una donna, in effetti, nel corso della propria vita può dare alla...

poliamore

Poliamore: il progresso che avanza e il nuovo politically correct

http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/colombia-ufficializzata-la-prima-famiglia-poliamorosa-formata-da-tre-gay-ora-siamo-al-100-per-cento-legali-_3076680-201702a.shtml : “A un anno dal riconoscimento del matrimonio omossessuale, la Colombia legalizza la prima famiglia poliamorosa. E’ quella formata da tre gay, Victor Hugo Prada, Manuel Bermudez e Alejandro Rodriguez, che hanno ufficializzato la loro unione davanti alle autorità di Medellin. “Ora siamo legali al 100 per cento”, ha commentato il trio in un video. Prada, di professione attore, e i suoi due congiunti, un docente di educazione fisica e un giornalista, adesso sono una famiglia a tutti gli effetti, la “trieja”, così si chiama legalmente questo tipo di...

Liberarsi dalla schiavitù

Liberiamoci dalla schiavitù imposta dai padroni del mondo che tirano i fili delle loro marionette. Peter Koenig

Quando nel XVIII e XIX secolo gli schiavi africani non si “comportavano bene”, venivano picchiati con ferocia, qualche volta a morte, in modo che fossero di monito agli altri. Erano privati del cibo per le loro famiglie. Le donne venivano violentate. Erano venduti a padroni bianchi ancora più severi. Le loro vite valevano quanto il valore del lavoro che potevano rendere. Erano trattati come oggetti, senza calore umano. Oggi siamo tutti diventati schiavi: schiavi del potere di finanzieri mafiosi senza scrupoli; schiavi della propaganda bugiarda dell’occidente, delle lobbies e delle...

I bambini che non giocano più. Massimo Fini

Secondo una ricerca di Sergio Dugnani, docente di Scienze del Movimento all’Università di Milano, in prima media due ragazzi su tre non sono in grado di fare una capriola. Per Annalisa Zapelloni, decano dei docenti di educazione fisica romani, mancano in moltissimi giovani, non più bambini, la forza delle braccia e il senso dell’equilibrio. “Vedo ragazzini in difficoltà se chiedi loro di saltare a piedi pari una riga disegnata sul pavimento. Non sono disabili: semplicemente non l’hanno mai fatto”. Com’è possibile in un’epoca che ha fatto della cura del corpo...

Lettera aperta al Perito Agrario Poletti, scritta da un giovane italiano emigrato a Dublino. Domenico Gatti

“Sig. Perito agrario Poletti (eh si, in un Paese che richiede la laurea anche per servire caffè in un bar, Lei è l’ennesimo caso di non laureato che raggiunge poltrone d’oro, vertici di rappresentanza delle istituzioni e stipendi pazzeschi), Ho dato un’occhiata al suo curriculum e le garantisco che lei non verrebbe assunto neanche all’Arlington Hotel della mia Dublino a servire colazioni come io, giovane avvocato laureatomi in Italia, ho fatto per pagare le spese di sopravvivenza in un Paese straniero che mi ha dato una possibilità che il Suo Paese mi...

Arthur Koestler: “Il lavaggio del cervello comincia nella culla”. Elena Dorian

“Il lavaggio del cervello comincia nella culla”. Arthur Koestler Mi chiedo quanta gente creda veramente alla storia di Assad che gasa il suo popolo. Sarebbe un bel modo per capire quanto sia stato efficace il lavaggio del cervello condotto dai media negli ultimi settant’anni. Qualche anno fa la stragrande maggioranza degli italiani credeva veramente che Gheddafi fosse un mostro. E prima ancora erano convinti che in quella boccettina che Colin Powel agitava davanti all’ONU ci fosse veramente antrace. Per questo Saddam e altri due milioni di iracheni dovevano morire. Sempre in...

Eruzione del Vesuvio nel 1943

Marzo 1944: risveglio ed eruzione del Vesuvio. Silvia Morosi e Paolo Rastelli

Città dal destino avverso, che ha pagato la sua posizione di privilegio nel Mediterraneo diventando l’obiettivo strategico da colpire durante la Seconda guerra mondiale. Parliamo dei cosiddetti “Cento bombardamenti” di Napoli, con più di cento raid aerei, in gran parte degli Alleati anglo-americani, circa venticinquemila vittime civili e un tessuto sociale e urbano devastato nelle abitazioni civili, nei monumenti, negli ospedali e nelle fabbriche. Nonostante il bersagliamento continuo, la popolazione reagì con dignità e disciplina fino alla fine della guerra, anche quando le sorti del conflitto cominciarono a declinare. L’inglese Norman Lewis, ufficiale dell’intelligence alleato a...

I 3 modi che il Sistema usa per renderti uno Schiavo Perfetto

Se vuoi davvero vivere da uomo libero, hai bisogno di riconoscere prima le cose che ti impediscono di poterlo fare. La vita è cambiata, non è più quella di una volta. Nascere nella nostra epoca è molto diverso dall’essere nati 5000 anni fa. In quell’epoca, saresti nato e cresciuto imparando a lavorare e a cacciare. Ma al giorno d’oggi quando nasciamo, ci viene assegnato un numero di previdenza sociale, abbiamo un certificato di nascita e veniamo inseriti in programmi culturali dove man mano che cresciamo, ci viene effettuato il ‘lavaggio...

Insegnare ai bambini come pensare e non cosa pensare

Insegnate ai bambini come pensare, invece di cosa pensare

In questo momento il nostro sistema d’istruzione cerca più di indottrinare i nostri figli che di educarli. Alle nostre giovani menti viene detto di accettare l’autorità come verità invece che la verità come autorità, e gli insegnanti parlano agli studenti invece e non con loro. Gli insegnanti sono diventati “ripetitori” d’informazioni. Un rigurgito di tutto ciò che a loro volta hanno imparato dai loro insegnanti, e continua il riciclaggio delle informazioni… informazioni che è riuscito a eludere il controllo per generazioni. I bambini non sono più i padroni del proprio...

I due profeti. Paolo Barnard

Nel gennaio del 2009 io mi trovai in un teatro di San Marino gremito a commentare l’elezione di Obama. Gli altri relatori erano il filosofo Maramao, Jacopo Fo, e una femminista che non ricordo. Il clima era il TRIPUDIO della sinistra italiana perché il cattivo Bush era caduto e il ‘compagno Obama’ aveva vinto. Io dissi a tutti che erano una manica d’idioti, dissi che Obama era il peggio. Furono fischi per me, buuuuuu dal pubblico, il Maramao a momenti muore di sincope a urlarmi che ero un pazzo di...

Piovra omosessualista

La piovra omosessualista e la sua strategia. Patrizia Fermani

L’omosessualità, indossata un’armatura da combattimento, è diventata il perno di un movimento propriamente politico, mirato alla conquista di un potere egemonico del tutto inedito che tenta di strangolare la intera società dopo averla imbavagliata a dovere, secondo un più vasto disegno planetario. La piovra omosessualista, il tempo di superare lo shock di non avere la Clinton alla Casa Bianca, ha ripreso ad allungare i tentacoli anzitutto sulla scuola, ora sotto l’alto patrocinio morale e culturale della Fedeli. Non importa che l’Italia sia seppellita sotto valanghe e terremoti. Anzi, tanto meglio...

error: Alert: Content is protected !!