USA Archivi - Pagina 10 di 10 - www.altreinfo.org

Category: USA

Pinocchio, la stampa racconta bugie

Media bugiardi, rottamati dal voto degli americani

Puoi imbrogliare qualcuno una volta, ma non puoi fregare sempre tutti. Un vecchio adagio, su cui ora sorride, imperscrutabile e beffarda, la parrucca dell’impresentabile Donald Trump, incidentalmente eletto presidente degli Stati Uniti d’America proprio il 9 novembre, anniversario del crollo del Muro di Berlino. L’uomo che ha stracciato la terribile Hillary, che ha reso patetica l’ultima recita di Obama, e che – soprattutto – ha smascherato la cialtroneria universale dei media mainstream, dalla “Cnn” al “New York Times”, tutti schierati – in modo plumbeo, come in un regime totalitario –...

Donald Trump, times

Il ritratto di Trump, quello che ci hanno nascosto

Lo ha scritto, mesi fa – dunque  in tempi non sospetti, quando ancora la vittoria di Trump sembrava incredibile – il corrispondente del Figaro per gli Usa, Laure de Mandeville. Un pari grado della Botteri, la corrispondente che noi contribuenti paghiamo con 200 mila euro annui, e “buca” le informazioni utili. Attenzione, avvertiva il francese: Trump è una caricatura, e lui stesso gioca molto bene col suo lato caricaturale: la voglia di potere, la grossolanità, l’ego, le ossessioni, l’esibizione dei suoi  successi….. “La macchina mediatica ha bisogno di sempre nuovi...

Programma di governo di Donald Trump

Il programma di governo di Donald Trump

Poiché durante la campagna elettorale ci siamo occupati dell’elastico delle mutande di Trump e del marito di Hillary, ritengo di fare cosa buona elencando in sintesi il programma di governo di Donald Trump, grazie al contributo della newsletter di Giovanni Palladino da cui ho attinto. Metterà un termine al numero di volte in cui un parlamentare può essere eletto (richiede un emendamento costituzionale). L’assenza di questo limite ha trasformato il Senato in una casta di bramini inamovibili. Ad esempio John Mc Cain siede in senato da sedici anni e precedentemente...

hillary clinton e rappresentante della famiglia saudi

I monarchi sauditi in “ansiosa attesa” per la vittoria della Clinton alle presidenziali USA

Grande attesa, nervosismo  e suspence per l’esito delle elezioni presidenziali USA  nelle capitali arabe del Golfo: a Rijad a Doha ed a Kuwait City, le grandi capitali di Arabia Saudita, Qatar e Kuwait, ovvero le monarchie petrolifere del Golfo che sono fra i principali ed i più massicci finanziatori della Hillary Clinton e della sua omonima findazione . Come è noto l’Arabia Saudita, in particolare, risulta uno dei primi finanziatori della campagna elettorale della Clinton ed è anche un alleato di ferro degli Stati Uniti nella regione del Medio Oriente....

Intorno ai farmaci ci sono interessi enormi. Interessi che Hillary Clinton ha saputo difendere ed espandere

Chi sostiene Hillary Clinton, sostiene Big Pharma e vaccinazioni obbligatorie

L’anno 2016 sarà ricordato a lungo come uno dei più singolari cicli elettorali per le elezioni presidenziali della storia. Sarà anche ricordato come uno di quelli che più ha diviso l’opinione pubblica. Detto questo, quando si tratta di certi temi importanti per molti americani, in particolare quelli che riguardano la sanità, la scelta non potrebbe essere più chiara: se per voi conta la libertà medica e terapeutica, allora dovreste votare il candidato presidente repubblicano Donald J. Trump. In un discorso eloquente, chiaro e convincente tenuto nei pressi di Valley Forge,...

Gli intrecci della fondazione clinton, tra finanziatori ed FBI

Gli intrecci della fondazione Clinton: tra donatori eccellenti ed FBI

James Comey, il direttore dell’FBI ha ceduto: ha di nuovo chiuso l’inchiesta penale su Hillary, che aveva  riaperto  una decina di giorni fa (dopo averla chiusa nel 2015)  su pressione di una rivolta interna degli agenti FBI.  Che dire? Il coraggio  uno non se lo può dare. Il fatto è che, nella sola ultima settimana, Hillary Clinton aveva perso 60 voti elettorali. Possiamo solo immaginare le pressioni su Comey. A noi sembra impossibile che il suo cedimento possa cambiare qualcosa, dopo quel che è provato dalle mail: il fatto che ...

USA, il mito della libertà

Il vero mito americano

Tutto il mondo guarda con il fiato sospeso all’esito delle prossime elezioni americane, in particolare il mondo occidentale che vede negli Stati Uniti, per utilizzare un’espressione di Paolo Guzzanti, condivisa da una totalizzante maggioranza, ‘il faro della nostra civiltà’. E allora andiamola a vedere, necessariamente a volo d’uccello, la storia di questo ‘faro della civiltà’. Comincia con un vile (Winchester contro frecce) e spietato genocidio, non disdegnando l’uso delle ‘armi chimiche’ allora a disposizione, whisky per fiaccare l’integrità di un popolo altamente spirituale come i Pellerossa. Delle decine di milioni...

tutti contro tutti, così sono andate a finire le elezioni presidenziali negli Stati Uniti

Elezioni USA nel caos: sono tutti contro tutti

Chiunque vinca, l’immagine dell’America ne esce a pezzi. La vittoria della Clinton appare compromessa, ma non è ancora detta l’ultima. Le presidenziali USA si sono trasformate in uno scontro di tutti contro tutti, con lo staff della Clinton che accusa tutti di essere agenti russi, l’FBI che muove accuse pesantissime alla candidata democratica e con Obama che se la prende col capo dell’FBI, mentre il Partito Democratico rinnova le accuse a Trump di essere una marionetta russa. Intanto, il senatore Bernie Sanders ne ha approfittato e ha cominciato a tornare alle...

mike pence, candidato vice presidente degli Stati Uniti e amico dei neocons

Tra Hillary e Trump vincerà… Mike Pence

I media occidentali sono talmente ingolfati nel seguire l’altalenante vicenda di Donald Trump, che si sono dimenticati di dare un’occhiata da vicino al suo vicepresidente nominato, cioè Mike Pence. Costui infatti è stato presentato come un politico sempliciotto e di buone maniere, di solide tradizioni repubblicane, messo accanto a Trump per dare più credibilità al ciuffo selvaggio dell’imprenditore newyorkese. Ma Pence è molto di più di un semplice politico conservatore. Mike Pence è in realtà un “attack dog” di primissimo livello dei neocons, mascherato da perbenista praticante. Molti di voi...

I padroni della Clinton sono i capitali finanziari

I padroni di Hillary Clinton temono la guerra atomica

Può sembrare assurdo, ma il rischio-guerra è minore, oggi, se la Casa Bianca finisce nelle mani del super-falco Hillary Clinton. Motivo: la Terza Guerra Mondiale non conviene ai suoi “padroni”, i signori di Wall Street. Lo sostiene Paolo Barnard, sconcertato per «l’isteria» diffusa secondo cui la Clinton – a differenza di Trump – scatenerebbe un conflitto atomico con la Russia. Errore: «Non va visto il candidato, va visto il paese», cioè gli Stati Uniti d’America, che «sono un impero», ma anche «un impero che sta crollando». Basta dare un’occhiata allo...

Hillary Clinton verrà incriminata

Hillary Clinton hon ha scampo, dovrà dimettersi

Anche se dovesse vincere, Hillary Clinton sarebbe inchiodata dalle indagini riaperte dall’Fbi, che il Dipartimento di Giustizia avrebbe voluto insabbiare: non uscirebbe viva dalla procedura di impeachment. Lo afferma Edward Luttwak, politologo di fama e repubblicano di ferro: «Mettiamo che Hillary vinca. L’inchiesta dell’Fbi non per questo si bloccherà. Nemmeno se il direttore James Comey dovesse essere sostituito. Il che non sarà facile, anche perché in quel posto Comey è stato messo dall’amministrazione democratica». Conseguenza? «Dal vaso di Pandora, appena scoperchiato, verranno fuori altri scandali. Scandali per l’intera famiglia. Non...

Negli USA è un atto un colpo di stato

Negli USA è in corso un golpe civile ad opera dell’apparato dei Clinton

In un clamoroso video di un ex alto funzionario del Dipartimento di Stato, Steve Pieczenik, la rivelazione del terribile conflitto in atto tra apparati americani, combattuto su un terreno inedito: la rete internet. “Stiamo attraversando una grande, importante transizione e detto con franchezza, una seconda rivoluzione americana. Noi non abbiamo armi, non vogliamo uccidere nessuno, non intendiamo fare del male a nessuno. Ma noi, il popolo americano, e quelli di noi che hanno servito come veterani e nel servizio di intelligence come me, impediremo ai Clinton di assumere il potere...

Morte della democrazia, oligarchia sta prevalendo nel mondo

Il fallimento della democrazia: come gli oligarchi vogliono prendersi le elezioni

Sono convinto che le oligarchie che governano gli Stati Uniti vogliano impossessarsi delle elezioni presidenziali. In passato, gli oligarchi non si sono preoccupati di quale candidato avrebbe vinto, dato che li avevano in pugno entrambi. Loro però non hanno in pugno Trump. Molto probabilmente non siete a conoscenza di cosa Trump stia dicendo alla gente, dato che i media non lo riportano. Una persona che dice questo:  non è nel cuore degli oligarchi. Chi sono gli oligarchi? Wall Street e le mega-banche troppo grandi per fallire e i loro agenti...

Vittoria di Trump alle elezioni?

Hillary disperata: attenti, Trump ce la può fare

Vuoi vedere che Trump ce la fa? Come sa chi segue questo blog, non ho mai dato per spacciato il candidato repubblicano, anche quando la maggior parte dei sondaggi attribuiva a Hillary un vantaggio abissale. La maggior parte ma non tutti. E, in genere, di dubbia affidabilità: pronosticare un risultato su scala nazionale consultando 1300 persone non è convincente, tanto più dopo il fiasco del Brexit e di altre elezioni. Avendo seguito dal vivo due campagne presidenziali – nel 2004 e nel 2008 – durante le quali avevo percorso l’America...

Donald Trump teme i brogli

Attacco preventivo di Trump ai brogli legalizzati

La percezione che qui da noi si ha della campagna presidenziale americana è quella che ci viene proposta dai nostri media; che poi – guarda caso – è la copia in carta-carbone di quella che è ossessivamente sostenuta dai media statunitensi. Dunque, Donald Trump sarebbe un pazzo e uno sporcaccione, e sarebbe indietro di 5, 10, 20 punti nelle intenzioni di voto. Hillary Clinton, invece, sarebbe una persona gradevole e assennata, ed avrebbe praticamente la vittoria già in tasca. Tutto falso. Se le cose stessero veramente così, non si capirebbe...

error: Alert: Content is protected !!