I sovranisti francesi e tedeschi fanno pagare all'Italia il conto dell'Airbus. Giorgio Lunardi - www.altreinfo.org

I sovranisti francesi e tedeschi fanno pagare all’Italia il conto dell’Airbus. Giorgio Lunardi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Airbus è un consorzio franco-tedesco che costruisce aerei, ed è in diretta concorrenza con la statunitense Boing. L’Italia qui non c’entra. L’Europa a guida franco tedesca, contraria ad ogni forma di sovranismo (italiano), ha falsato la concorrenza con aiuti di stato alla Airbus.

Gli americani hanno denunciato gli aiuti illegali all’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO), la quale ha autorizzato l’imposizione di dazi all’Europa per un importo pari al danno subito dalla Boing, quantificabile in 7,5 miliardi di dollari.

E così Trump ha introdotto dazi sui prodotti europei, finché non avrà recuperato interamente i danni.

Noi non abbiamo nulla a che fare con questa questione, quindi dovremmo rimanerne fuori, ma così non è. Anzi, siamo quelli più danneggiati dai dazi americani su parmigiano, prosecco e altri prodotti agroalimentari. Insomma, non abbiamo fatto nulla, ma paghiamo i danni causati da altri.

Adesso le autorità francesi e tedesche dovrebbero dire:

“Italiani, fratelli, voi non c’entrate nulla con questa storia, non dovete pagare. Non preoccupatevi, pagheremo noi le multe”.

Davvero lo faranno? No, nulla di tutto questo. La Francia e la Germania divideranno volentieri i danni con noi. Loro sono contro il sovranismo italiano, non contro il proprio. E sapete perché? Perché i sovranisti italiani fanno gli interessi dell’Italia e questo non va bene. Invece i sovranisti tedeschi e quelli francesi (praticamente tutti i loro politici) fanno gli interessi della Francia e della Germania, e questo sì che va bene.

Vi sfido a trovare queste semplici notizie nelle prime pagine dei grandi giornaloni pro-Europa e filo globalisti italiani, quelli controllati dalla finanza internazionale per intenderci. Qualche trafiletto qua e là…. Ecco perché è importante censurare e denigrare i media alternativi.

Certe notizie la gente non le deve sapere, altrimenti vota male e poi deve intervenire lo spread per sistemare le cose.

 

di Giorgio Lunardi

Fonte: www.altreinfo.org

***

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...