L'Occidente sta giocando col fuoco. Putin non può abbandonare Assad. Alba Giusi - www.altreinfo.org

L’Occidente sta giocando col fuoco. Putin non può abbandonare Assad. Alba Giusi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Il Presidente Trump ha dichiarato che vuole punire Assad per l’attacco che ha provocato la morte di oltre trenta bambini ad Iblid. E il Pentagono valuta i raid.

“Non ci sono dubbi sul fatto che il regime di Assad sia responsabile dell’attacco”, fa sapere il segretario di Stato Usa Rex Tillerson che precisa che l’azione con gas chimici richiede una «risposta seria»

Il girovago Erdogan ha già dichiarato la propria disponibilità a partecipare all’azione militare. Il popolo eletto di Israele non ha dubbi sulla colpevolezza di Assad. Netanyahu si è addirittura dichiarato commosso per i bambini siriani morti (e per i bambini palestinesi uccisi da lui, no?). Francia e Inghilterra confermano che il dittatore dev’essere punito. Mogherini calca la mano: Assad è comunque colpevole, in ogni caso, anche se non è stato lui. Alfano non sa, tentenna e prende tempo. Il suo padrone Mieli conferma a nome di tutta l’Italia che Assad è un criminale e Putin uno sterminatore.

Ebbene, non c’è nemmeno una prova che l’attacco chimico sia stato ordinato da Assad o condotto dai siriani. Non ha senso pensare che possano essere stati loro. Ma questo non ha importanza. Il potere finanziario, quello che comanda in Occidente, vuole imporre un’azione di forza. Ha bisogno di un casus belli. Tutti i mezzi di informazione occidentali asserviti lo stanno urlando ai quattro venti: Assad è colpevole. Tutti lo sanno che non è vero. Tutti lo sanno che Assad è innocente. Ma questo non conta. Il tam-tam è iniziato. E con esso il conto alla rovescia.

Stanno giocando col fuoco.

Giocare col fuoco

Ecco i problemi:

  1. Putin ha dichiarato che attaccare la Siria è come attaccare Mosca. Con questo ha già detto tutto. La Siria ha un’importanza strategica fondamentale per la Russia. Putin non può lasciare che la Siria venga smembrata e distrutta dagli Stati Uniti. Non può proprio (Perché Putin non abbandona Assad). Significherebbe chinare la testa per sempre e rendere schiavo il popolo russo. Noi (italiani) siamo già schiavi, da più di settant’anni ormai. Non ricordiamo nemmeno il sapore della libertà, e la nostra classe politica è lì a dimostrarcelo. Invece i russi sono liberi. E sono disposti a combattere per la propria libertà. Non molleranno.
  2. Dall’altra parte, l’impero del dollaro ha bisogno di nuova linfa. Ha bisogno di smembrare la Russia in 28 repubbliche comandate da 28 Navalny filo americani. L’impero del dollaro è l’impero del caos. La Russia deve chinare la testa per dare fiato al dollaro. Mentre invece Putin sta cercando di creare un mondo multipolare, che comprenda Cina e Iran, da contrapporre allo strapotere del dollaro. Il potere finanziario non può permetterlo. Sottomettere la Russia è una via obbligata per imporre il Nuovo Ordine Mondiale. Gli Stati Uniti e Trump sono solo uno strumento. Non è colpa loro. Gli Stati Uniti e Trump sono soltanto degli schiavi. Fanno ciò che dicono i padroni.

Ci aspettano tempi bui. Speriamo sia tutto un bluff o si trovi una mediazione.

 

di Alba Giusi

www.altreinfo.org

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!