Alcune informazioni utili per capire chi comanda il mondo e cosa sta succedendo in Siria. Paolo Germani - www.altreinfo.org

Alcune informazioni utili per capire chi comanda il mondo e cosa sta succedendo in Siria. Paolo Germani

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Forse è meglio chiarire alcune cose, utili per capire cosa sta succedendo nel mondo e cosa ci aspetta per il futuro:

  • La Federal Reserve ha immesso una quantità stratosferica di dollari sul mercato. Ormai nessuno sa quanti ce ne sono in circolazione. L’unico modo per evitare che quei dollari, garantiti dal nulla, diventino semplice carta straccia è che gli Stati Uniti affermino la propria supremazia militare sul resto del mondo. La guerra continua è una necessità. Il loro impero prospera in una situazione di continua conflittualità (vedi L’impero del dollaro è l’impero del caos).
  • Tutti i paesi del mondo hanno riserve valutarie costituite in dollari e quindi hanno interesse a che questi pezzi di carta continuino ad avere un valore. Se così non fosse si ritroverebbero da un giorno all’altro con in mano un pugno di mosche.
  • Il commercio mondiale è basato sul dollaro, questo è un altro dei motivi per cui la maggior parte dei paesi tengono bottone agli Stati Uniti, qualunque cosa faccia. L’importante è che le sue azioni servano a mantenere il mercato in equilibrio.
  • Gli Stati Uniti non possono permettersi che il dollaro perda il ruolo di valuta planetaria. Sarebbe un disastro per loro. I dollari tornerebbero indietro come dei boomerang. Gli Stati Uniti diventerebbero da un giorno all’altro un paese come tutti gli altri, perdendo il ruolo di grande super potenza.
Dollaro, carta straccia

Tutti hanno interesse ad evitare che questa carta diventi carta straccia, non almeno da un giorno all’altro.

  • Russia e Cina stanno acquistando molto oro sul mercato e stanno anche cercando di escludere il dollaro dalle loro transazioni, svincolandosi anche dal sistema SWIFT, controllato direttamente dagli Stati Uniti. Vogliono creare un sistema di pagamento parallelo e alternativo al dollaro. Questo è molto rischioso per gli Stati Uniti. Loro hanno bisogno di un mondo unipolare per sopravvivere. Il dollaro dev’essere l’unica moneta utilizzata nei regolamenti internazionali e gli Stati Uniti devono mantenere il controllo di tutte le transazioni effettuate.
  • La Russia è il nemico numero uno degli Stati Uniti. Dividerla in 28 repubbliche innocue sarebbe la soluzione ideale. La Russia è il più grande ostacolo per la sopravvivenza del dollaro e dell’impero. Le manovre in Siria hanno l’obiettivo fondamentale di indebolire l’economia russa, portando in Europa il gas del Qatar per poi mettere sotto embargo quello russo. L’Arabia Saudita tiene bassi i prezzi del petrolio ed anche questo serve a indebolire la Russia. E’ un paese di criminali, ma è un alleato fondamentale degli Stati Uniti (per ora).
  • La Cina è il nemico numero due degli Stati Uniti. Dopo la Russia penseranno alla Cina. Per ora la stanno solo contenendo. La Cina ha in mano quantità impressionanti di dollari e non ha interesse a destabilizzare la grande potenza, non almeno da un giorno all’altro. Per questo non si espone più di tanto.

Ricordiamo un po’ di storia…

Ricordiamo che in passato Saddam Hussein e Gheddafi hanno cercato di vendere petrolio accettando pagamenti in euro e in oro. Gheddafi voleva anche sostituire il Franco CFA, stampato dalla Francia per tenere in schiavitù molte delle sue ex-colonie, con una valuta garantita dalle riserve d’oro libiche. Assad, invece è colpevole di non aver fatto passare per la Siria il gasdotto proveniente dal Qatar. Tutto questo era ed è inaccettabile, non soltanto per gli Stati Uniti ma anche per la Francia. Abbiamo visto com’è andata.

Sionisti al comando degli Stati Uniti e del mondo

… e ricordiamo chi è il padrone

Bisogna però tenere sempre a mente che gli Stati Uniti sono una colonia di Israele. La Federal Reserve, le banche, i mezzi di comunicazione, i social, le industrie strategiche in ambito farmaceutico, militare e OGM, sono tutte saldamente in mano alla grande finanza sionista, senza alcuna eccezione. La grande finanza sionista controlla ogni aspetto della vita politica, economica e finanziaria degli Stati Uniti. Tutti i posti di rilievo in ambito politico e dirigenziale sono occupati da sionisti strettamente relazionati tra loro e con lo stato di Israele. Gli Stati Uniti sono un guscio vuoto. Un dinosauro senza cervello. Un esercito senza testa. Un popolo al telecomando. Se non ci credete potete consultare il sito www.thezog.info. Troverete tutto ciò che serve per capire fino a che punto gli Stati Uniti siano asserviti al potere sionista. Non prendetevela con gli americani per le guerre e i bombardamenti. Sono soltanto gli utili idioti, le prime vittime del potentato finanziario che li comanda. E quando non saranno più utili, verranno mandati al macero, senza rimorsi.

 

di Paolo Germani

www.altreinfo.org

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!