Chi è Emmanuel Macron? Un leader dei Rothschild, creato dal nulla per governare la globalizzazione. Alba Giusi - www.altreinfo.org

Chi è Emmanuel Macron? Un leader dei Rothschild, creato dal nulla per governare la globalizzazione. Alba Giusi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Chi è Emmanuel Macron? Lo capiamo leggendo la sua biografia, quella ufficiale intendo. Nulla di inventato.

Nato il 21 dicembre 1977, piccolo borghese figlio di due insegnanti, laureatosi in studi economici, nel 2004 entra nell’Inspection Générale des Finances (IGF – l’equivalente della nostra Agenzia delle Entrate). Fin qui nulla di particolare. Una carriera a dir poco classica, un posto pubblico a 27 anni.

Il telegenico Emmanuel Macron, giovane leader senza un programma e senza una politica: solo europeista e globalista convinto, figlio dell'ipercapitalismo e della finanza mondialista

Emmanuel Macron, europeista, ipercapitalista al servizio della finanza

La svolta nella vita di Macron

L’inversione a “U” inizia nel 2007, all’età di trent’anni: dopo anni di amore clandestino, sposa Brigitte Trogneux, nata il 13 aprile 1953, sua ex insegnante di francese, 24 anni più di lui, madre di 3 figli, di cui uno più anziano dello stesso Emmanuel, e nonna di sette nipoti. Non si tratterà di una presenza ininfluente nella vita del predestinato.

Brigitte Trogneux Macron (64 anni), moglie di Emmanuel Macron

Brigitte Trogneux Macron (64 anni), moglie di Emmanuel Macron

La carriera in banca

A partire da questo momento la vita di Macron cambia in modo vertiginoso. Nel 2008 viene chiamato dalla Banca Rothschild e inizia la sua carriera in ambito finanziario. Due anni dopo è già alto dirigente della stessa Banca Rothschild. Quattro anni dopo diventa multi-milionario, grazia agli alti stipendi ed alle commissioni guadagnate in alcuni affari conclusi per conto della banca, soprattutto nella transazione tra Nestlè e Gruppo Pfizer. In soli quattro anni Macron fa una carriera folgorante all’interno della banca, carriera che di solito richiede una vita di dedizione.

Banque Privée Edmond de Rothschild, in due anni Emmanuel Macron diventa alto dirigente della Banca Rothschild. Una carriera folgorante che lo porta a diventare multi milionario

In soli due anni Emmanuel Macron diventa alto dirigente della Banca Rothschild. Una carriera folgorante.

La carriera politica

Ma questo è ancora niente. Nel 2011 viene chiamato da Francois Hollande come Segretario Generale Aggiunto dell’Eliseo. Chissà perché tanto onore. E nel 2014 diventa addirittura Ministro dell’Economia del governo di Manuel Valls. Una ascesa verticale, incredibile quanto ingiustificata. Fino a quel momento Macron non aveva dimostrato meriti particolari, se non quello di essersi arricchito grazie alle transazioni condotte per conto di una banca privata. Non aveva dimostrato alcuna competenza in ambito economico.

Nel 2014 si dimette da Ministro dell’Economia, fonda il suo movimento “En Marche!” e dichiara di volersi presentare alle elezioni francesi. Sostenuto da tutta la stampa francese, giornali, radio, televisioni, opinionisti, think tank e considerato l’enfant prodige della politica. Eliminato per iniziativa della Magistratura il suo principale concorrente, Francois Fillon, incappato nel Penelopegate, si presenta alle elezioni da outsider e le vince. Tutti coloro che hanno perso, da destra a sinistra, danno subito indicazioni di votare per Macron al ballottaggio. Anche le borse sono entusiaste, ai massimi dal 2015. E’ lui il candidato che tutti vogliono al comando, da Hollande allo stesso Fillon.

Francois Hollande con Emmanuel Macron

Francois Hollande ed Emmanuel Macron

L’appoggio di Obama

Macron dice di non essere di destra, e nemmeno di sinistra. Afferma che non esiste una cultura francese, ma una cultura in Francia. Non  ha un programma politico chiaro, ma è un europeista convinto, fervente sostenitore dell’euro e della globalizzazione, pro immigrazione. Emmanuel Macron è favorevole a tutto quello che la finanza globalista sta imponendo senza mezzi termini ai governi e ai popoli occidentali.

A pochi giorni dalle elezioni ha ricevuto addirittura una telefonata di Barack Obama, il quale gli augura la vittoria. E chi ha detto a Obama di telefonare a Macron per fargli avere il suo appoggio?

Barack Obama, grande sostenitore di Emmanuel Macron, cinque paesi distrutti in otto anni di mandato

Barack Obama, grande sostenitore di Emmanuel Macron, premio Nobel per la pace e cinque paesi distrutti in otto anni di mandato (Sudan, Somalia, Yemen, Libia e Siria)

Chi sono i padroni di Macron?

Emmanuel Macron è un uomo al servizio della grande finanza. E’ una creazione dei Rothschild. Un giovane politico, telegenico, leader non leader, creato dal nulla per traghettare la Francia verso un futuro ipercapitalista e globalista. Emmanuel Macron è soltanto una pedina del Nuovo Ordine Mondiale.

La sua ascesa è stata possibile grazie alla connivenza tra potere finanziario e informazione, grazie all’azione congiunta tra propaganda e manipolazione delle masse, grazie all’istillazione della paura in ogni singolo individuo ed all’assopimento delle coscienze.

Warburg e il nuovo ordine mondiale

 

di Alba Giusi

www.altreinfo.org

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!