La grande finanza ci fa vivere in una realtà virtuale, una vera e propria matrix, chiamata libertà e democrazia. Alba Giusi - www.altreinfo.org

La grande finanza ci fa vivere in una realtà virtuale, una vera e propria matrix, chiamata libertà e democrazia. Alba Giusi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Un tempo le banche finanziavano le imprese ed esisteva un circolo virtuoso basato sulla circolazione del denaro. La gente risparmiava, i soldi andavano alle banche, le quali li prestavano alle imprese. Queste investivano sul territorio, davano lavoro e creavano ricchezza. Il capitale era quindi un mezzo al servizio dell’economia, al servizio di tutti ed era anche fondamentale per lo sviluppo di un paese.

Ora non è più così. Ma perché le cose sono cambiate? Perché nulla è come prima?

Che cos’è cambiato nel mondo?

Un grandissimo uomo, un politico indimenticabile di cui l’Africa dev’essere orgogliosa, in un memorabile discorso pronunciato nel 1986 davanti all’Organizzazione per l’Unità Africana denunciò a tutto il mondo il meccanismo del debito con cui la grande finanza internazionale divorava l’Africa, ne impediva lo sviluppo e si impossessava di tutte le sue risorse. Quest’uomo si chiamava Thomas Sankara ed era il Presidente del Burkina Faso. Naturalmente, questo ed altri discorsi del genere gli costarono la vita.

Thomas Sankara, Presidente del Burkina Faso, uomo lungimirante e coraggioso, ucciso dalla grande finanza globalista

Thomas Sankara, Presidente del Burkina Faso, uomo lungimirante e coraggioso

Ai tempi di Thomas Sankara la grande finanza internazionale riusciva a divorare interi paesi in un sol boccone. Ma si trattava pur sempre di piccoli paesi, poveri e con economie sottosviluppate. Quella stessa grande finanza che trent’anni fa ha divorato il Burkina Faso è ora cresciuta a dismisura, si è ingrossata, è diventata un mostro incontrollabile. Ed è questo che è cambiato.

La grande finanza del secolo scorso non riusciva a fagocitare un paese come l’Italia. Non era abbastanza potente per fare una cosa del genere. Tanto meno la Francia o un qualsiasi altro paese europeo. Adesso invece le cose sono cambiate. La grande finanza internazionale globalista è un potente mostro che riesce a distruggere chiunque si frapponga sul suo cammino. Non c’è nulla che possa fermarla.

La grande finanza è un mostro che divora ogni cosa, nulla può interporsi nel suo cammino

La grande finanza è un mostro che divora ogni cosa, nulla può interporsi nel suo cammino

Il controllo globale della finanza

Alla finanza internazionale non interessa sviluppare l’economia. Loro hanno già acquistato tutte le grandi aziende, le multinazionali, le attività economiche strategiche. Loro controllano Big-Pharma, Monsanto, Microsoft, Facebook ed ogni altra azienda che operi a livello globale. A loro non interessa finanziare le imprese ed aiutarle nello sviluppo. Se vogliono guadagnare, organizzano una qualsiasi manovra speculativa in modo concertato, su una qualsiasi materia prima o su un qualsiasi mercato e guadagnano mille volte in più rispetto a quanto potrebbero guadagnare prestando i soldi. Loro controllano il denaro, lo possono creare dal nulla, non hanno bisogno di chiederlo. La grande finanza è un mostro autorigenerante.

Viviamo in una realtà simulata, una vera e propria matrix

La grande finanza è diventata talmente importante che sono loro a decidere ogni attività politica ed economica. Loro decidono quando le borse devono andare su, quando giù e quando devono rimanere stabili. Loro hanno tutti i mezzi di informazione ai loro piedi e possono lavorare nell’ombra e condizionare il pensiero delle masse.

La grande finanza è un vero e proprio mostro che condiziona ogni aspetto della nostra esistenza.

Intorno a noi hanno costruito una realtà virtuale. Ci fanno vivere in una matrix, che chiamano indegnamente libertà e democrazia. Ed è tutto strutturato in modo tale che noi non possiamo decidere nulla.

Ma qualcosa, qualche volta, può sfuggire al loro controllo…

Viviamo in una matrix, chiamata libertà e democrazia

Viviamo in una realtà simulata, una vera e propria matrix, chiamata indegnamente libertà e democrazia

 

di Alba Giusi

www.altreinfo.org

***

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!