5. Come l'élite domina il mondo: l'obiettivo finale è il dominio globale completo e assoluto. Michael Snyder - www.altreinfo.org

5. Come l’élite domina il mondo: l’obiettivo finale è il dominio globale completo e assoluto. Michael Snyder

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Vuoi che i tuoi figli e nipoti crescano in una società in cui ogni cosa della loro vita è microgestita da burocrati che lavorano per un governo mondiale istituito dall’élite? Per molti di voi questo potrebbe sembrare fantascienza, ma la verità è che è esattamente lì che l’élite vuole portarci. Questo è il loro fine. Il loro programma sta lentamente progredendo da decenni, e se non prendiamo una posizione in questo momento, le future generazioni potrebbero finire per vivere in un incubo distopico con nessuna delle libertà o delle libertà che abbiamo oggi.

Il mentore di Bill Clinton alla Georgetown University, il dottor Carroll Quigley, ha scritto su questa rete di elitari in un libro intitolato Tragedia e speranza.

In realtà, questa rete di elitari non ha alcuna avversione a cooperare con chiunque. Conosco il loro modo di operare perché l’ho studiato per vent’anni e mi è stato permesso, nei primi anni ’60, di esaminare i loro documenti e le registrazioni segrete. Non ho alcuna avversione per molti dei loro scopi e, per gran parte della mia vita, sono stato vicino ad essi e a molti dei loro strumenti … il ramo americano di questa organizzazione (a volte chiamato “Eastern Establishment”) ha avuto un ruolo molto significativo nella storia degli Stati Uniti nell’ultima generazione.

In altre parti di questa serie, ho discusso degli strumenti che l’élite sta usando per raggiungere i propri obiettivi. Nella parte I ho parlato di come il debito sia usato come strumento di asservimento, e nella parte II ho spiegato come il sistema bancario centrale sia un sistema di controllo finanziario che letteralmente domina l’intero pianeta. Il professor Quigley ha anche menzionato questo sistema di controllo finanziario nel suo libro.

“I poteri del capitalismo finanziario hanno avuto un altro obiettivo di vasta portata, niente meno che creare un sistema mondiale di controllo finanziario in mani private in grado di dominare il sistema politico di ciascun paese e l’economia del mondo nel suo insieme”.

governo mondiale globale

Verso il governo unico mondiale

Oggi, un sistema di trattati globali interconnessi ci sta unendo, lentamente ma inesorabilmente, in un sistema economico globale. L’Organizzazione mondiale del commercio è stata costituita il 1° gennaio 1995 e 164 nazioni ora ne fanno parte. E ogni volta che si sente parlare di un nuovo “accordo di libero scambio”, si tratta di un altro passo verso un’economia globalizzata.

Ovviamente l’economia è solo uno degli elementi del loro piano generale. In definitiva, l’obiettivo è erodere quasi completamente la sovranità nazionale e fondere le nazioni del mondo in un unico sistema unificato di governance globale.

Le Nazioni Unite sono l’apice di questa struttura pianificata, e i globalisti sono sempre alla ricerca di modi per trasferire più potere a questa istituzione. Ad esempio, è proprio questo l’accordo sul clima di Parigi. Poiché il clima colpisce tutti, dà ai globalisti una scusa perfetta per sostenere che il mondo ha bisogno di “lavorare insieme”. Quanto segue proviene dal sito web ufficiale delle Nazioni Unite.

Per affrontare il cambiamento climatico, i paesi hanno adottato l‘accordo di Parigi alla COP21 a Parigi il 12 dicembre 2015. L’accordo è entrato in vigore meno di un anno dopo. Nell’accordo, tutti i paesi hanno stabilito di lavorare per limitare l’aumento della temperatura globale a ben 2 gradi Celsius e, visti i gravi rischi, lottare per 1,5 gradi Celsius. 

L’attuazione dell’accordo di Parigi è essenziale per il conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile e fornisce una tabella di marcia per le azioni climatiche che ridurranno le emissioni e creeranno la resilienza climatica.

“Proteggere l’ambiente” sembra quindi un obiettivo ragionevole, giusto?

Bene, quando fai clic sul link per “Sustainable Development Goals”, ti manda su un sito web dove puoi leggere i 17 pilastri del piano per “porre fine alla povertà, proteggere il pianeta e assicurare prosperità per tutti”, pilastri che erano stati concordati da tutti i membri delle Nazioni Unite nel settembre 2015.

Questo piano è anche noto come “Agenda 2030” e, quando si analizzano i dettagli, ci si rende subito conto che è letteralmente un progetto per il governo globale.

Purtroppo, la maggior parte degli americani non se ne rende conto e nemmeno capiscono che questo è l’obiettivo dell’élite da molto tempo. Ad esempio, durante un discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1992, il Presidente George HW Bush fece la seguente dichiarazione.

Sono i sacri principi sanciti nella carta delle Nazioni Unite a cui il popolo americano da ora in poi giurerà fedeltà.

Che cosa?

Una volta che inizi a soffermarti su queste dichiarazioni, comprendi che le élite ci stanno dicendo apertamente che cosa intendono fare.

Uno dei miei esempi preferiti di questo fenomeno è una citazione tratta dal libro di David Rockefeller intitolato Memoirs.

Alcuni addirittura credono che siamo parte di una cabala segreta che lavora contro i migliori interessi degli Stati Uniti, e definiscono me e la mia famiglia come “internazionalisti” e dicono che cospiriamo con altri in tutto il mondo per costruire una struttura politica ed economica globale più integrata – un mondo unito, se vuoi. Se questa è l’accusa, sono colpevole e ne sono orgoglioso.

Come ha ammesso apertamente David Rockefeller, sono “internazionalisti” intenzionati a creare un sistema mondiale.

Dobbiamo combattere per il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti. Se i globalisti proseguono indisturbati nella loro strada, la sovranità di tutti i paesi del mondo continuerà a erodersi e piomberanno lentamente in un governo unico globale.

Ma poi, da chi saremo governati?

Coloro che amano la libertà non devono smettere mai di osteggiare l’insidioso programma dei globalisti.

 

di Michael Snyder

Tratto da: http://theeconomiccollapseblog.com

Traduzione per www.altreinfo.org a cura di: G.L.

Michael Snyder è autore di molti libri incentrati sugli argomenti trattati nel post. Il suo nuovo libro intitolato “Living A Life That Really Matters”è disponibile in edizione economica e per Kindle su Amazon.com.

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!