Ministero della Verità e Polizia del Pensiero Unico Globale. Strategie per il XXI secolo. Chris Hedges - www.altreinfo.org

Ministero della Verità e Polizia del Pensiero Unico Globale. Strategie per il XXI secolo. Chris Hedges

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’abolizione della neutralità della rete e l’uso di algoritmi da parte di Facebook, Google, YouTube e Twitter per spostare lettori e spettatori da siti di controinformazione verso siti di informazione omologata hanno dato ai regimi occidentali il potere di distruggere la libertà di parola.

polizia del pensiero unico globale e ministero della verità

Polizia del Pensiero Unico Globale

Nel corso dell’anno 2017 il World Socialist Web Site, sito di sinistra che si concentra sui crimini del capitalismo terminale, ha perso il 75% delle visite. E non è l’unico sito che si trova in questa situazione. Il traffico di ricerca di AlterNet è calato del 71%, Global Research ha registrato cali di entità simile. E la situazione sembra peggiorare ancora.

Le riduzioni di traffico coincidono con l’introduzione di alcuni algoritmi imposti da Google per combattere le “false notizie”. Google ha detto che gli algoritmi sono progettati per mettere in evidenza “contenuti più autorevoli” ed emarginare “informazioni fuorvianti, di bassa qualità, offensive o addirittura false”. Tuttavia, sta di fatto che in nome della lotta contro le “false notizie”, Google, Facebook, YouTube e Twitter censurano siti di controinformazione, progressisti e contro la guerra. Ad esempio, i 150 termini di ricerca più popolari che portavano i lettori al sito del World Socialist Web Site, tra cui “socialismo”, “rivoluzione russa” e “disuguaglianza”, oggi non generano più alcun traffico verso quel sito.

Monika Bickert, responsabile della gestione delle politiche globali di Facebook, ha detto in un’udienza alla Commissione del Senato degli Stati Uniti sul Commercio, la Scienza e il Trasporto, che Facebook impiega un team di sicurezza formato da circa 10.000 persone per valutare i contenuti del web e che alla fine del 2018 tale numero verrà raddoppiato.

Questo esercito di censori è la nostra Polizia dei Pensieri.

Il gruppo di lavoro, ha detto ancora Monika Bickert, include “una squadra antiterrorismo dedicata” formata da “ex funzionari dell’intelligence e delle forze dell’ordine e procuratori che lavoravano nell’area dell’antiterrorismo”. Ha sostenuto quindi che l’intelligenza artificiale segnala automaticamente i contenuti discutibili. Ma Facebook non “aspetta che questi cattivi attori dell’informazione carichino i contenuti”. I contenuti vengono identificati prima che chiunque altro possa vederli e rimossi immediatamente dalla piattaforma. Facebook, insieme a oltre una dozzina di altre società di social media, ha creato una lista nera di 50.000 “impronte digitali uniche” che possono impedire la pubblicazione di contenuti.

“Riteniamo che sia fondamentale prevenire il terrorismo interrompendo le ideologie soggiacenti che spingono le persone a commettere atti di violenza”, ha detto alla commissione.

Ci stiamo avviando, a passi spediti, verso il Ministero della Verità, così come lo aveva immaginato Orwell.

Da parte sua, Google sta creando algoritmi per abbassare il ranking dei siti di informazione di Russia Today e Sputnik News, bloccandoli in modo efficace. Twitter ha bloccato la pubblicità di Sputnik.

Questa censura è globale. Il governo tedesco ha introdotto multe per chi pubblica su Internet contenuti “discutibili”. Il presidente francese Emmanuel Macron ha promesso di rimuovere “false notizie” da internet. Facebook, lavorando con il governo israeliano, ha rimosso oltre 100 resoconti di attivisti palestinesi. Questa è una marcia funesta verso un mondo orwelliano di “pensiero-crimine” e neolingua.

penserio unico globale, il grande fratello ti controlla unico globale, il grande fratello ti controlla

pensiero unico globale, il grande fratello ti controlla

“Alla fine renderemo il crimine di pensiero letteralmente impossibile, perché non ci saranno parole con cui esprimerlo. Ogni concetto necessario sarà espresso da una sola parola, con il suo significato rigidamente definito e tutti i suoi significati sussidiari saranno cancellati e dimenticati. … Ogni anno ci saranno sempre meno parole e il raggio della coscienza sarà sempre un po’ più piccolo…” Scriveva Orwell in “1984”.

 

di Chris Hedges

Tratto da https://www.truthdig.com/

Traduzione e sintesi per altreinfo.org a cura di Elena Dorian

***

***

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!