L'«assurdità» del #Metoo. Bret Easton Ellis - www.altreinfo.org

L’«assurdità» del #Metoo. Bret Easton Ellis

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Parliamoci chiaro: la gente comincia ad avere seri problemi col movimento #MeToo, esploso sull’onda dello scandalo violenze sessuali/divano del produttore che lo scorso autunno ha travolto il boss cinematografico Harvey Weinstein, e che ha trasformato in una casa infestata di paranoie non solo Hollywood, ma anche Washington, grazie al circo delle udienze Ford-Kavanaugh che il mese scorso ha tenuto inchiodati gli Stati Uniti.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

1 Response

  1. Unadonna ha detto:

    Allora, confermo anch’io che si sta arrivando all’assurdo,
    e in America questo è particolarmente facile, però se ripenso al mio passato, anche la mia vita, come quella di QUASI TUTTE LE DONNE è puntellato di mashi stronzi e schifosi.
    Alle elementari un vecchio mi avvicinò con l’auto mentre si masturbava.
    Un’altro stronzo tentò di palpeggiarmi alla stazione (prendevo il treno per andare al liceo),
    un controllore fece il porco con me e mia sorella, che essendo ragazzine, non eravamo in grado di difenderci.
    Un ragazzo dopo avermi fatto battute di una volgarità che anc’ora ricordo (ero poco più che quattordicenne e ora ho 50 anni), vista la mia reazione fredda, mi spinze con forza facendomi cadere su una panchina e mi ricordo che mi feci parecchio male.
    Non ho mai denunciato, tanto le forze dell’ordine mi avrebbero riso in faccia, come lo hanno fatto a un’amica aggredita da un africano che tentò di violentarla, picchiandola pure.
    Il mondo è pieno di donne bugiarde, ma anche di maschi stronzi, e anzi, forse questi sono pure di più.

error: Alert: Content is protected !!