I soldi sporchi dei suprematisti della finanza apolide servono solo a generare il caos. Mattia Liviani - www.altreinfo.org

I soldi sporchi dei suprematisti della finanza apolide servono solo a generare il caos. Mattia Liviani

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Gli stessi padroni della finanza che in Europa, coi soldi sporchi provenienti da speculazione e usura, sostengono e finanziano le ONG del Mediterraneo, l’immigrazione clandestina, il femminismo, l’aborto, la famiglia arcobaleno ed ogni altro movimento, purché sia divisivo della società, negli Stati Uniti sostengono e finanziano gli Antifa e il Black Lives Matter.

L’obiettivo è sempre lo stesso: dividere e creare il caos. E’ questo il tipo di società in cui i padroni della finanza riescono a vivere meglio e prosperare. Non si fermano davanti a nulla. Dove la società è coesa, la finanza non prospera. Quindi investe nel caos. A loro non interessa la sofferenza degli altri, la necessità degli uomini di vivere in armonia, il bene comune. A loro interessa soltanto incrementare il proprio potere, e il disordine sociale permette di ottenere questo obiettivo luciferino.

La finanza apolide estende e consolida il proprio dominio quando nel mondo regnano sofferenza, caos e divisione. Nessuno deve pensare che dopo la tempesta arrivi la quiete. Non è prevista la pace, ma solo il conflitto.

Gli afroamericani negli Stati Uniti, così come da noi il popolo della falsa sinistra, si lasciano manovrare dalla finanza apolide e pensano che questa gente senza scrupoli sia dalla loro parte. E’ sbagliato. I suprematisti della finanza dividono e non uniscono. A loro non interessa nulla dei diritti sociali, li usano soltanto per scardinare la società. E’ così che rafforzano il loro potere.

Quando i neri africani servivano nei campi come schiavi, la finanza apolide li catturava nei paesi sub-sahariani, li addestrava e li vendeva ai latifondisti.

Adesso che i neri servono per destabilizzare un paese e votare per i loro lacché, non vengono più martirizzati, ma vengono finanziati, osannati e manovrati dai media collusi. Gli stessi media che un tempo dichiaravano pubblicamente che i neri erano una via di mezzo tra le scimmie e gli uomini, oggi aizzano la comunità nera contro quella bianca, e viceversa. All’epoca della schiavitù i padroni della finanza facevano grandi affari con gli schiavi, acquistavano e vendevano i neri al mercato, come fossero bestie, gestivano veri e propri allevamenti di neri, facendoli figliare tra di loro, per ottenere nuovi schiavi da impiegare nelle piantagioni.

Oggi hanno bisogno dei neri per altro.

Non è un caso se la finanza inonda di soldi i Black Lives Matter, ma non da nemmeno un centesimo alla Nation of Islam, organizzazione scomoda che non perde occasione per denunciare il doppio gioco dei padroni del discorso.

Per i suprematisti della finanza apolide, i neri e i bianchi sono solo carne da macello.

di Mattia Liviani

Fonte: www.altreinfo.org

***

 

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!