Chi comanda il mondo? Lo chiediamo a Voltaire, forse lui lo sa. Elena Dorian - www.altreinfo.org

Chi comanda il mondo? Lo chiediamo a Voltaire, forse lui lo sa. Elena Dorian

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ci siamo già chiesti in altri post chi comanda il mondo, chi ci controlla, chi ci governa e ci siamo posti altre domande del genere. Tutti sembrano essere concordi sul fatto che il mondo è dominato da una elite finanziaria e a capo di questa elite c’è una famiglia. La famiglia Rothschild. Ma come può una singola famiglia, composta da poche persone, per lo più novantenni, comandare da sola il mondo? Sembra impossibile. Dire che i Rothschild controllano e comandano il mondo vuol dire tapparsi gli occhi o nascondere la testa come gli struzzi. Di sicuro i Rothschild c’entrano, ma rappresentano soltanto la punta dell’iceberg.

Lo chiediamo allora a François-Marie Arouet, famoso scrittore e filosofo francese, noto con lo pseudonimo di Voltaire, il quale ci ha concesso in esclusiva questa splendida intervista, che noi proponiamo a tutti i lettori di altreinfo.org.

L’intervista è stata realizzata da Elena Dorian.

Chi comanda il mondo: "Se vuoi sapere chi ti comanda devi chiederti di chi non puoi parlare male"

François-Marie Arouet, meglio noto con lo pseudonimo di Voltaire

E. Buongiono Monsieur Voltaire.

V. Bonjour M.lle Hélène

In questi giorni stiamo cercando di capire chi comanda il mondo, chi lo governa, chi ci controlla insomma. E pensavamo che lei potesse aiutarci in questa ricerca.

Vi aiuto volentieri. Cosa posso fare per voi?

Non so, lei ha sempre tante idee, se ci potesse dare magari un punto di partenza, un indizio… Qualcuno dei suoi aforismi di sicuro potrebbe aiutarci.

Ah, ho capito. Ecco, per capire chi comanda il mondo potresti partire da questa idea che mi è passata per la mente qualche tempo fa, mentre facevo colazione nel palazzo del Re di Francia. Notai che tutti parlavano bene del Re e nessuno osava criticarlo e quindi pensai che la cosa fosse curiosa, perché cose da criticare ce n’erano eccome. Mi venne allora in mente una frase, di cui vado molto orgoglioso, eccola:

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Oh, bello questo aforisma. Possiamo iniziare da qui allora.

Si, mia cara. Dimmi, chi è che secondo te comanda e chi è che secondo te non si può criticare

Beh, non so. Gli Stati Uniti ad esempio fanno il bello e il cattivo tempo, ammazzano un sacco di gente, distruggono interi paesi, fomentano rivoluzioni colorate e guerre dappertutto. Penso siano loro a comandare il mondo.

Ottimi indizi. E non li puoi criticare?

Si, certo che li posso criticare. Se voglio posso scrivere corna e peste di loro. Anzi, lo fanno tutti…

Mi dispiace Hélène, non ci siamo. Se li puoi criticare, vuol dire che non sono loro che vi comandano.

Beh, allora potrebbero essere i Rothschild, si tratta di una famiglia che opera nell’alta finanza, hanno le mani dappertutto, sono pieni di soldi, controllano un sacco di banche, addirittura le banche centrali sono di loro proprietà, quindi possono creare denaro dal nulla. Insomma, penso siano loro che comandano il mondo.

Bene, bene, pensa che questi li conosco anch’io. Quindi vuol dire che i Rothschild non si possono criticare…

No, veramente, ci sono un sacco di siti che parlano di loro. Anzi, tutti nel parlano male. Non solo i siti.

Allora mia cara non ci siamo ancora. Non sono nemmeno loro quelli che comandano.

Beh, se vogliamo essere proprio pignoli… ci sarebbe qualcun altro…

Bene, bene, ottimo. E chi sono costoro?

E’ un gruppo di persone che messi tutti insieme controllano tutta l’economia e la finanza del pianeta, ma davvero tutta, non scherzo. Loro controllano anche le banche e il denaro, non solo lo controllano, lo creano proprio dal nulla, a loro piacimento, perché insieme controllano quasi tutte le banche centrali del mondo. Si tratta di una potente elite. Pensi che hanno ovunque le mani in pasta, sono presenti in tutti i gangli del potere, possiedono giornali, televisioni, cinema, tutti i mezzi d’informazione. All’occorrenza sono capaci di cambiare pure la storia, talmente sono influenti. E le dirò di più, commettono dei crimini contro l’umanità che definirli atroci è dir poco. Uccidono e bombardano chi vogliono e quando voglio. Commettono dei veri e propri genocidi, e tutti zitti. Nessuno osa parlare di loro se non a fin di bene. Criticarli significa essere esclusi da tutto il mondo che conta, se riesci a sopravvivere. Tutti i loro nemici sono stati distrutti e sepolti anzi tempo. Pensi quanto sono potenti…

Ah, Hélène, brava! Sono loro allora, hai trovato quelli che comandano il mondo. Ma dimmi, dimmi, chi sono queste persone così potenti?

Beh, non so se posso dirle chi sono…

E perché non puoi?

Se faccio il loro nome, mi ritrovo coi troll nel sito, mi insultano, addirittura mi iscrivono in un apposito registro tenuto non so dove, in cui vanno a finire tutti quelli che hanno parlato male di loro. Sono molto vendicativi, e non solo, mi schedano come anti…. anti….

Hélène, calmati. Respira profondamente e prova a dirlo piano piano. Anti… anti… cosa?

Anti… anti…. Mi dispiace Monsieur Voltaire, ci provo ma non riesco proprio a dirlo. Ho paura. Ma lei ha capito di chi sto parlando, vero?

Si, si Hélène, ho capito. Non ci vuole molto.

Allora potrebbe essere lei a dire il loro nome…

Mon chéri… cosa ti passa per la testa… Io sono un filosofo molto famoso, vengo citato in tutti i libri. I miei aforismi sono ovunque. Se io dicessi chi sono verrei cancellato dalla storia, cadrei nel dimenticatoio. Vuoi che faccia la fine di Aleksandr Sozenicyn?

Un grande scrittore…. Cos’è successo, ha parlato troppo forse?

E già, ha parlato troppo.

Va bene, Monsieur Voltaire, ho capito…. Allora è proprio vero, lei aveva ragione.

Di cosa parli?

Quell’aforisma: “Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Si, mia cara. E’ così purtroppo… Ci sono delle regole da rispettare, se vuoi vivere in pace e difendere la tua reputazione….

Va bene, molte grazie Monsieur Voltaire, è stato un grande piacere parlare con lei. Ci è stato di grande aiuto.

Di nulla Hélène, il piacere è stato mio. Sempre a tua disposizione. E un saluto a tutti i lettori di altreinfo.org.

Grazie, grazie di nuovo.

 

di Elena Dorian

wwww.altreinfo.org 

***

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!