novembre 2018 - www.altreinfo.org

Monthly Archive: novembre 2018

Gli Stati Uniti ci “bombarderanno” con 12.000 satelliti per telefonia. Giulietto Chiesa

La decisione è stata presa, per il mondo intero, dalla Commissione Federale per le Comunicazioni degli Stati Uniti (FCC) venerdì scorso, senza chiedere il permesso a nessuno. Lo spazio non è di loro proprietà, ma non importa. Lo dichiara esplicitamente il presidente delle FCC, Ajit Pai, repubblicano ma nominato alla importante carica da Barack Obama e confermato da Donald Trump nel maggio del 2017. E si capisce: “il nostro approccio riflette la missione della Commissione: incoraggiare il settore americano e investire e innovare e permettere alle forze del mercato di...

Due destre e nessuna sinistra. Comidad

Nei suoi interventi contro il Decreto “Sicurezza” voluto dal ministro Salvini, Emma Bonino ha affermato che costringere i migranti nel ghetto nella clandestinità otterrà l’effetto di aumentare l’insicurezza e l’illegalità. In realtà c’è anche di peggio, in quanto tenere i migranti in condizione di clandestinità li rende più ricattabili, mettendoli perciò in condizione di dover accettare salari ancora più bassi; quindi si intensifica quell’effetto di deflazione salariale che costituisce uno dei motivi per i quali viene incentivata l’immigrazione, che serve anche a far concorrenza al ribasso ai lavoratori residenti. Non c’è da...

Le bugie nucleari di Stoltenberg. Manlio Dinucci

La NATO denuncia il fermo delle navi ucraine da parte della Russia senza considerare che avevano violato le acque territoriali russe; il suo segretario generale, Jens Stoltenberg, denuncia il pericolo dei missili russi. Il principio della propaganda è immutabile: eludere il contesto e deformare la valenza dei fatti. «Un pericolo i missili russi»: lancia l’allarme il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg in una intervista al Corriere della Sera, a cura di Maurizio Caprara, tre giorni prima dell’«incidente» del Mar d’Azov che getta benzina sulla già incandescente tensione con la...

L’identità “migrante” e la colonizzazione delle coscienze. Enrica Perucchietti

Anche l’identità sessuale è diventata “migrante”. In una società sempre più liquida e precaria, non dovrebbe stupire l’articolo de L’Espresso di qualche giorno fa dal titolo: “Né maschio, né femmina: sui documenti arriva il Gender X. Perché anche l’identità è migrante”. Si tende così a sfumare, fino alla sua definitiva cancellazione, la differenza “binaria” tra uomo e donna: la distinzione sessuale finisce con l’essere riconosciuta più come un fatto sociale, culturale che biologico, se non addirittura un vecchio vessillo da abbattere, come sono da abbattere le nazioni, le radici, le...

Aleppo, l’attacco chimico su cui nessuno indagherà. Gian Micalessin

I ribelli colpiscono con i missili al cloro la città e i suoi civili, ma stavolta nessuno s’indigna, né, tanto meno, minaccia rappresaglie. Stavolta nessuno indagherà, nessuno condannerà e nessuno, tantomeno, bombarderà. A differenza di quelli messi a segno a Ghouta nel 2013, a Khan Shaykun nel 2017 o a Douma nell’aprile 2018 l’attacco chimico lanciato sabato notte nella zona di al-Khalidiya, un quartiere sul versante occidentale di Aleppo, non indigna, né scandalizza nessuno. Anche perché stavolta a venir colpita non è una zona controllata dai ribelli, ma una città completamente pacificata...

Perché ci sono tante imprese che finanziano il gay pride e le associazioni LGBT? Elena Dorian

Le associazioni LGBT danno lavoro a molta gente. Ed è giusto così, visto che in queste organizzazioni senza scopo di lucro ci sono davvero mille cose da fare, quali ad esempio organizzare eventi pubblici e convegni; controllare il WEB per scovare gli omofobi; contrastare la propaganda eterosessuale e retrograda o in qualche modo discriminatoria; promuovere l’ideologia gender in tutti gli ambiti; combattere l’omofobia in tutte le forme; promuovere la famiglia omosessuale basata sull’amore universale; informare i gay sulle molteplici possibilità per procreare attraverso la pratica degli uteri in affitto; organizzare...

Dal 1945 ad oggi 20-30 milioni gli uccisi dagli Usa. Manlio Dinucci

È un fatto, non un’analisi né un’opinione: «l’ordine internazionale libero e aperto» che gli Stati Uniti promuovono dal 1945 è costato la vita a 20-30 milioni di persone nel mondo. Nessun presidente, chiunque egli sia, è riuscito a rallentare il ritmo di questa macchina per uccidere. Nel riassunto del suo ultimo documento strategico – 2018 National Defense Strategy of the United States of America (il cui testo integrale è segretato) – il Pentagono sostiene che «dopo la Seconda guerra mondiale gli Stati uniti e i loro alleati hanno instaurato un ordine internazionale...

Il Sionismo è la vera unica ideologia dell’Occidente. Enrico Galoppini

Di questa cosa ho avuto svariate controprove (perché alla fine, anche i “sovranisti” devono rendere omaggio al novello ‘vitello d’oro’), ma se serviva la prova finale e definitiva di ciò eccola. La cosiddetta “strategia vaccinale” di cui l’Italia è “capofila” designata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità altro non è che un tassello dell’avanzamento del progetto mondialista, globale, di “occidentalizzazione del mondo”. Ma in un’unica parola, si può dire che tutto confluisce nel Sionismo. Un Sionismo planetario, dove tutti, senza alcuna eccezione, devono adorare ciò che rappresenta il Sionismo al di là...

Per salvarci da quest’Europa serve una moneta parallela. Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

Una famiglia o un’impresa per procurarsi più denaro deve lavorare o fatturare di più. Se un privato ha scarsità di soldi deve convincere un altro privato o un ente pubblico a spendere di più. Considerando l’insieme delle famiglie e delle imprese di un Paese, quando qualcuno incassa di più qualcun altro si ritroverà con meno soldi e quando qualcuno taglia le spese qualcun altro incassa di meno. Come si fa allora a far circolare più denaro nell’economia? L’unico modo è che lo Stato, tramite la Banca Centrale e le banche...

Salvini rifletti: ’economia sta entrando in recessione e c’è il rischio che la manovra si riveli inadeguata. Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

Ogni giorno che passa – bisogna pur dirlo – diminuisce la fiducia di imprenditori e dirigenti, operatori finanziari, artigiani, professionisti e investitori nel M5S. I sondaggi continuano a essere favorevoli più per la Lega che per il M5S, ma comunque – anche questo va detto – danno a entrambi sempre più del 60% del consenso, un consenso di cui pochi governi negli ultimi decenni hanno mai goduto. Esiste però un altro tipo di consenso, quello del mondo economico, finanziario e imprenditoriale: questo è sempre più debole. Lo si vede dalla...

Mel Gibson: “Gli ebrei sono responsabili di tutte le guerre nel mondo”. Thomas Dalton

Nel 2006, un alticcio Mel Gibson ha detto: “Gli ebrei sono responsabili di tutte le guerre nel mondo.” Seguì la prevedibile tempesta di accuse di anti-semitismo, attacchi personali e varie altre calunnie contro Mel Gibson. Ma praticamente nessuno ha posto la seguente domanda: Ha ragione Mel Gibson? O meglio: in che misura potrebbe avere ragione? Chiaramente gli ebrei non possono essere responsabili di tutte le guerre nel mondo, ma potrebbero aver avuto un qualche coinvolgimento in molte guerre, almeno in quei paesi in cui vivevano o con cui interagivano? Data...

I distruttori della Libia ora «per la Libia». Manlio Dinucci

Dopo il fallimento di Emmanuel Macron nella ricerca di una soluzione alla crisi libica, ora è la volta di Giuseppe Conte di fare un tentativo. Roma è favorita rispetto a Parigi, dal momento che gode del sostegno della Casa Bianca. Tuttavia, ci sono poche possibilità che si pervenga a un qualsivoglia risultato: le “buone fatine” di oggi non sono altro che i lupi che ieri hanno divorato la Libia. Una mezzaluna (simbolo dell’islamismo) raffigurata come uno stilizzato emisfero che, affiancato da una stella e le parole «for/with Libya» (per/con la...

Smascherata Ong: insegnava ai migranti a mentire alla frontiera. Cristina Gauri

Advocates Abroad, una grande Ong operativa nel nord della Grecia che offre assistenza legale a sedicenti rifugiati, è in questi giorni al centro di una bufera mediatica in seguito alla pubblicazione di un video su Twitter. Il direttore esecutivo dell’organizzazione, Ariel Ricker, è stata infatti filmata a sua insaputa mentre spiegava dettagliatamente ai migranti come mentire alla polizia di frontiera, simulando sintomi di trauma psicologico e inventando storie di persecuzioni. Il video è stato pubblicato dalla giornalista e documentarista canadese Lauren Southern, e sarà parte del suo nuovo documentario Borderless (Senza confini), girato con l’intento di offrire una...

Avvocato ebreo insegna ai “migranti” a fingersi “cristiani perseguitati nel loro Paese” per ottenere asilo in Europa

Ariel Ricker, il direttore di Advocates Abroad, che è un gruppo composto da esperti legali che aiutano chi cerca asilo, si sente ammettere che “è tutto recitazione” ed è simile al “teatro”. In una parte del video segreto registrato in Grecia, Ricker viene ascoltato dando un esempio di una storia che potrebbe nutrire per un richiedente asilo. “Nel mese di dicembre 2017, a Izmir, in Turchia, sono stato minacciato per il fatto di essere cristiano perché il mio capo e i suoi amici mi hanno visto quando uscivo dalla mia...

Non è economia, ma lotta di liberazione. Maurizio Blondet

Dubito che i media ve lo  racconteranno, ma tre giorni fa Mario Draghi ha dovuto difendere  le sue azioni come capo della Banca Centrale Europea davanti al parlamento irlandese.  Le sue auguste, impunibili orecchie hanno dovuto ascoltare accuse come: hai mandato dei “diktat”  ai governi europei, anzi delle”lettere di riscatto”, ransom notes,  “richieste di riscatto”: ossia quelle letterine che i malviventi mandano ai parenti di una persona che hanno rapito: se vuoi che il tuo caro torni,  paga il riscatto.  E’ stato accusato, quando nel 2010 le banche irlandesi sono...

error: Alert: Content is protected !!