Luglio 2020 - www.altreinfo.org

Monthly Archive: Luglio 2020

Scuola: campi di concentramento del Terzo Millennio. Marcello Pamio

Rimango sempre sconvolto dal fatto che molti genitori non si scompongono minimamente all’idea di portare a settembre i propri figli nei Gulag di seconda generazione! La loro coscienza è tranquilla perché hanno sempre pronta la giustificazione del lavoro. Siccome devono produrre (per pagare le rate del plasma da 50 pollici o le rate del viaggio a Sharm el Sheikh) non possono mica tenerli a casa, per cui: museruola in faccia al piccolo, gel disinfettante sulle mani, zainetto in spalla e...

Vandea, il primo genocidio della storia moderna. In nome della libertà, l’eguaglianza e la fratellanza

Il genocidio della Vandea è il marchio infamante di una rivoluzione che voleva cambiare il mondo. La Rivoluzione Francese, partita col motto “Liberté, Égalité, Fraternité”, ha compiuto, strada facendo, un vero e proprio sterminio, pianificato e legalizzato. In Vandea, su 650mila abitanti, 250mila furono sterminati. “Westermann galoppa alla testa dei suoi uomini folli di furore e di sangue. Si riuniscono i prigionieri a centinaia, e la fucileria crepita, le baionette lavorano. Alle donne furono riservati i trattamenti più terribili. Si...

I peccati della Rivoluzione Francese: il genocidio della Vandea

Molti eventi storici andrebbero riesaminati, gettando nuova luce sugli aspetti più controversi. Uno di questi è la Rivoluzione Francese, di cui ci sono almeno due aspetti oscuri che andrebbero riconsiderati e approfonditi. Il primo è la devastazione della Vandea, un vero e proprio genocidio. Il secondo è la scristianizzazione della Francia. I rivoltosi identificarono nella cristianità, e soprattutto nel cattolicesimo, il principale nemico da eradicare. Eppure, la religione Cattolica non sembra affatto incompatibile col ben noto motto della rivoluzione, “Liberté,...

Le bugie sulla Seconda Guerra mondiale. Paul Craig Roberts

All’indomani di una guerra, non è possibile scriverne la storia. Chi ha perso non ha nessuno con cui parlare mentre gli storici della parte vincente sono condizionati da anni e anni di propaganda bellica intesa a demonizzare il nemico e a nascondere i crimini di guerra commessi dai “giusti” vincitori. Le persone vogliono godersi la vittoria e non possono sapere se il proprio paese è stato responsabile dello scoppio della guerra o se la guerra stessa avrebbe potuto essere evitata,...

Il Presidente Lyndon Johnson, Israele e gli ebrei: l’olocausto del Vietnam fu una guerra per Sion? Paolo Germani

Lyndon B. Johnson non è stato un presidente molto amato dagli americani, soprattutto a causa del suo impegno nel Vietnam. E’ invece il presidente americano più amato dagli israeliani e dagli ebrei in generale. In effetti, fu Johnson, come leader della maggioranza del Senato, a ostacolare i piani di Dwight Eisenhower, quando era presidente degli Stati Uniti, di tagliare gli aiuti a Israele. Fu anche il primo presidente americano a invitare un primo ministro israeliano, Levi Eshkol, in visita di...

anima collettiva del popolo ebraico

L’anima collettiva del Popolo Ebraico. Elena Dorian

La religione ebraica, a differenza di tutte le altre religioni, non prevede un’altra vita, al di fuori di questa. Non ci sono compensazioni o premi, dopo la morte. Gli ebrei non hanno un’anima immortale. Dalla terra provieni e nella terra tornerai, questo è quello che dicono le sacre scritture del popolo ebraico. Per gli ebrei non c’è quindi un aldilà, ma soltanto una vita terrena che essi devono dedicare alla realizzazione del disegno di Yahweh. I premi e le compensazioni...

Italexit: ci possiamo fidare dei nuovi sovranisti?

VIDEO. Una ventina d’anni fa un ispirato Beppe Grillo. nei suoi spettacoli esilaranti, parlava di sovranità monetaria, signoraggio, banche, strozzinaggio, usura, ecc. ecc. Ne aveva per tutti. E il Movimento 5 Stelle fece propri tutti questi elementi di rottura col sistema. Era un Movimento sovranista, no-vax, no-euro, no-UE, no-finanza. Dopo aver raccolto un terzo dei voti degli italiani, il Movimento entra nel governo e cambia completamente faccia. Non si era mai verificato nella storia della Repubblica che un Movimento, forte...

La Dittatura Democratica. Giuseppe Palma

La dittatura non è mai un fatto riconducibile ad un solo uomo. Essa è il frutto, come sempre è accaduto nella storia, di due fattori alternativi tra loro, talvolta complementari: la reazione dal basso o quella dall’alto. Nel primo caso viene sovvertito l’ordine costituito, nel secondo caso tale ordine viene blindato, anche attraverso il rispetto formale delle regole costituzionali. In fin dei conti anche Augusto mise fine alla Repubblica conservando le istituzioni repubblicane (in primis il Senato) e rispettando le regole formali. Ma di esempi...

L’autocombustione della Cristianità. Alba Giusi

Questo articolo è stato pubblicato su Facebook, ma è stato soggetto a limitazioni e, purtroppo, sono state bloccate le condivisioni. Per questo lo riproponiamo sul sito, arricchendolo con un video di Diego Fusaro. Non sfuggiremo alla censura, non siamo così ingenui, questa volta sarà quella di Google a declassare il post e a renderlo invisibile, ovvero a renderlo visibile alla pagina centomila, come al solito. In ogni caso, state tranquilli, non è un articolo eversivo. Non abbiamo messo l’immagine della...

Chabad Yisroel Goldstein, un Rabbino che predica bene e razzola male. Elena Dorian

Vi ricordate del Rabbino Chabad Yisroel Goldstein? E’ quel Rabbino che venne ferito durante un attentato nella sinagoga di Poway, Stati Uniti, catalizzando l’attenzione di tutto il pianeta per varie settimane. Tenne un discorso addirittura all’ONU sull’antisemitismo e sulle sofferenze del popolo d’Israele. Il Rabbino Goldstein è tornato di nuovo alla luce della ribalta. Secondo le accuse dell’FBI già all’epoca dell’attentato era indagato per frode fiscale ai danni dello stato. In sostanza, la frode era congegnata in questo modo: il Rabbino...

Il passato razzista dei Rothschild. Elena Dorian

La famiglia Rothschild non ha bisogno di presentazioni. E’ la famiglia più ricca del pianeta, controlla gran parte del sistema bancario e, soprattutto, buona parte delle banche centrali. I Rothschild sono quelli che stampano carta moneta dal nulla, la prestano agli sprovveduti e ai collaborazionisti, e così facendo indebitano mezzo mondo, a iniziare dai paesi più poveri. Poi, quando questi poveracci non riescono più a restituire la carta stampata, i Rothschild si fanno avanti e si mangiano il loro paese...

Giuseppe Conte, come Don Circostanza. Diego Fusaro

VIDEO. Giuseppe Conte ha una doppiezza politica che è sotto gli occhi di tutti e che appare caricaturale, quasi fumettistica. Per Conte poco cambia tra l’essere l’avvocato del popolo prima e l’avvocato dei mercati poi, tuonare contro il MES prima e definirlo praticabile poco dopo. Vi è un personaggio della letteratura che può aiutarci a capire il modo di operare di Giuseppe Conte, ed è Don Circostanza di Fontamara, il capolavoro di Ignazio Silone. ***

Giuseppe Conte, il millantatore. Alberto Rovis

L’Italia e il mondo sono sempre stati pieni di millantatori. Lo stesso Napoleone, in fuga dal nord Africa, si presentò alla Francia come un vincitore. Millantava vittorie inesistenti, nascondendo le sconfitte. Anche Giuseppe Conte, nel suo piccolo, è un millantatore. Sarebbe facile smascherarlo, basterebbe elencare  uno ad uno tutti i suoi insuccessi, smontando le sue vittorie inesistenti. Sarebbe un gioco da ragazzi. Eppure i media non lo fanno, anzi, lo sostengono, lo appoggiano, fanno finta che le sconfitte siano vittorie....

Yaweh: il miglior trucco del diavolo è quello di convincerti che lui è Dio. Laurent Guyénot

“Il miglior trucco del diavolo è quello di convincerti che non esiste”, ha scritto Charles Baudelaire (Paris Spleen). Aveva torto: il miglior trucco del diavolo è quello di convincerti che lui è Dio Credo nell’esistenza del diavolo? Dipende dalla definizione. Credo che gli umani siano sotto l’influenza delle idee che hanno generato collettivamente nel corso dei secoli, perché le idee sono forze spirituali. E, da questo punto di vista, considero l’usurpazione di identità di Jaweh come il Divino Creatore l’inganno...

I paesi frugali contro le locuste del Sud. Alberto Rovis

Il governo sta trattando per i Recovery Fund. E’ tutto tempo perso, gli autoproclamatisi “paesi frugali” non li accetteranno mai, voteranno contro, ci umilieranno con restrizioni e controlli. Loro ci considerano le “locuste del sud”. E le locuste non vanno aiutate, bensì debellate. In realtà, tutti gli europei, chi più chi meno, godono se l’Italia è in ginocchio. In fondo in fondo era proprio questo quello che volevano quando ci hanno invitato a entrare nell’euro, accogliendo le richieste dei falsi...

error: Alert: Content is protected !!