Chi sono i mercati finanziari? Alberto Rovis - www.altreinfo.org

Chi sono i mercati finanziari? Alberto Rovis

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Che cosa siano i mercati finanziari sembra un concetto scontato, ma così non è. E’ meglio quindi chiarirlo.

I mercati finanziari sono formati da un insieme molto elevato di operatori dispersi in tutto il mondo, tra loro indipendenti. Alcuni di essi domandano titoli o altri strumenti finanziari e altri li offrono. Sulla base della domanda e dell’offerta si stabiliscono i prezzi. Se c’è fiducia in un paese i suoi titoli sono molto richiesti e quindi gli operatori sono disposti a incassare pochi interessi. Se invece manca la fiducia, i titoli sono poco richiesti, perché considerati rischiosi, e quindi gli operatori vogliono avere più interessi per essere compensati del maggior rischio.

Questo è quello che la maggior parte delle persone crede ed è anche quello che i mezzi d’informazione vogliono farci credere.

Ma purtroppo non è proprio così, o meglio, non sempre è così. Vediamo che cosa c’è di diverso tra quello che ci dicono e la realtà.

I mercati finanziari sono controllati da poche società che influenzano tutte le quotazioni, secondo il loro volere

Ecco chi sono i mercati finanziari

E’ vero che gli operatori sono molti e sono dispersi in tutto il mondo. Alcuni comprano e altri vendono sulla base delle loro aspettative. Ma non è vero che questi operatori sono tra loro indipendenti.

I soggetti che operano nei mercati finanziari sono tra loro legati da un doppio filo:

  • appartengono tutti agli stessi gruppi finanziari di riferimento e quindi non esistono, se non in minima parte, i cosiddetti operatori indipendenti;
  • adottano tutti gli stessi software operativi che li fanno muovere all’unisono. Questo significa che aprono posizioni di acquisto o di vendita in modo automatico, tutti insieme, a seconda dei segnali che manda il software.

Gli automatismi dei mercati determinano le quotazioni e le posizioni di acquisto o di vendita

I comportamenti degli operatori sono quindi interdipendenti. Si muovono tutti come  un branco, più o meno nella stessa direzione, o perché questi sono gli ordini di scuderia, o perché questi sono gli automatismi dettati dai software.

Gli operatori sono anche legati tra di loro dal fatto che assumono informazioni dalle stesse fonti e questo fa si che anche per questo motivo reagiscano e si comportino in modo molto simile.

Un esempio per tutti. Se una società di rating declassa un titolo o un paese, gli operatori finanziari inseriscono questo dato nel software di gestione che in modo del tutto automatico apre posizioni di alleggerimento su quel titolo o quel paese. Ciò significa che chi controlla la società di rating può indirizzare il mercato dove vuole.

Ma c’è una cosa molto più importante che caratterizza i mercati ed è proprio quella che non ci dicono.

Gli squali della finanza sono il vero potere

Esistono operatori finanziari talmente grandi e potenti che quando intervengono fanno da soli il bello e il cattivo tempo, determinano i prezzi, condizionano la domanda e l’offerta. Se decidono di vendere affossano un titolo, se decidono di comprare lo portano alle stelle. Sono loro che determinano il reale andamento del mercato, il resto è soltanto una facciata, una parvenza di democrazia finanziaria.

Ci sono operatori finanziari più potenti di qualsiasi paese al mondo, capaci di stravolgere qualsiasi borsa, titolo o azione in qualsiasi parte del pianeta. Sono i grandi fondi comuni d’investimento americani e le società d’investimento. Controllano tutte le multinazionali e le grandi imprese, in tutti i settori strategici. Controllano tutti i gruppi bancari e le banche centrali. Non si tratta di soggetti che si muovono a casaccio, ma quando si muovono lo fanno secondo un piano globale. Non c’è paese o soggetto economico che non si pieghi ai loro voleri. Non c’è soggetto politico che non subisca la loro influenza.

Sono tutt’uno col sistema oligarchico dei banksters che sta strangolando le economie occidentali. Sono il vero potere.

I mercati sono loro.

Gli altri operatori, i pesci piccoli, si accodano volentieri, perché dove passano gli squali c’è sempre da mangiare. Il gioco non viene smascherato perché gli squali sono i proprietari dei grandi mezzi d’informazione. Il gioco di squadra funziona sempre e molto bene. Uno dice una cosa e l’altro la conferma, poi l’esperto di turno la valida e i mezzi d’informazione danno la giusta rilevanza al tutto.

Questo è il sistema di potere che ha preso le redini e sta governando l’Occidente, con grande rischio per la stabilità e la sicurezza di tutto il mondo.

 

di Alberto Rovis

Fonte: www.altreinfo.org

 

 

***

***

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...