Grecia: banche, BCE e FMI divorano il paese col debito pubblico - altreinfo.org

Grecia: banche, BCE e FMI divorano il paese col debito pubblico. Alberto Rovis

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Il debito pubblico greco ammonta complessivamente a 294,4 miliardi di euro, pari al 170% del PIL. Non è una cifra immensa. Per riallineare il debito ai parametri di Bruxelles basterebbero 95 miliardi di euro. Il problema è che la Grecia questa cifra non ce l’ha. Ne mai ce l’avrà. Il governo di Tsipras sta massacrando di tasse la popolazione, il PIL è crollato, la gente non fa più figli, non c’è più fiducia nel futuro. I greci non ce la fanno proprio a venirne fuori. E intanto il loro debito aumenta, perché gli interessi che stanno pagando sono più alti che nel resto dell’Europa, perché l’economia è stagnante, perché i debiti verso il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e verso le banche che hanno acquistato titoli greci vanno onorati. Ci sono mille motivi per cui non ce la fanno a venirne fuori.

La Grecia non aveva bisogno dell’Europa

Sono stato molte volte in Grecia, per turismo. E’ un paese meraviglioso, pieno di storia, pieno di fascino. Il mare è splendido. La gente è semplice ed accogliente. Trovarsi ad Olimpia è un’emozione. La Grecia è la patria di Platone, Socrate, Aristotele. E’ la culla della civiltà. E’ la culla della democrazia. I greci non avevano bisogno dell’Europa, semmai erano gli europei che avevano bisogno di inglobare questa terra, che rappresenta un pezzo di storia dell’umanità.

La Grecia è la patria della democrazia. Adesso è la vittima di una democrazia corrotta e venduta al potere finanziario. Comandano BCE e FMI

La Grecia è la patria della democrazia

Il porto di Patrasso in garanzia del debito

La Grecia non ce la può fare. Per ripagare i debiti è costretta a fare altri debiti e ai debiti esistenti si aggiungono altri debiti, quelli derivanti dagli interessi. Sta vendendo la propria sovranità. Ha dato in garanzia alla Germania addirittura il porto di Patrasso per ottenere appoggio finanziario. E’ un paese umiliato.

Il ruolo della BCE nella crisi della Grecia

Ora cerchiamo di vedere le cose da un altro punto di vista. Proviamo a dire quello che i telegiornali non dicono. Mario Draghi ogni mese stampa ex-novo 80 miliardi di euro e li immette nel circuito finanziario. Questa operazione si chiama Quantitative Easing. La macchina per fabbricare i soldi sta funzionando a pieno ritmo e funzionerà così almeno fino al mese di marzo 2017 e comunque finché l’inflazione non raggiunga il 2%.

Ogni mese Mario Draghi distribuisce 80 miliardi alle banche. Ma non sono per la Grecia, sono per le banche.

Ogni mese Mario Draghi distribuisce alle banche 80 miliardi di euro.

La BCE, un predone al servizio del potere finanziario

Stiamo parlando di centinaia di miliardi di euro, triliardi di euro. Basterebbero soltanto 95 miliardi per sistemare completamente la Grecia ed evitarle altre sofferenze. Si tratta solo di carta, 70 giorni di lavoro della macchina, per una spesa complessiva di poche migliaia di euro. E’ un’inezia. E invece no. Questi soldi stampati dalla Banca Centrale Europea (BCE) non prenderanno mai la strada di Atene. Questi soldi vengono dati gratis alle banche. Gratis vuol dire che le banche non pagano nemmeno interessi per averli. Con questi soldi le banche comprano i titoli greci. E intanto la Grecia continua ad accumulare nuovi debiti, perché loro sì che devono pagare gli interessi. Ogni giorno è più disperata.

La dittatura finanziaria è spietata, la Grecia lo dimostra

Il popolo greco è vittima della dittatura finanziaria (leggi) che sta governando il mondo e che piano piano sta soggiogando tutti i popoli. Non puoi liberarti da loro. I politici sono servi del sistema. La stampa è al loro servizio. Anzi, i media sono di loro proprietà. Se qualcuno prova a ribellarsi saranno le leggi, la polizia, i giornalisti, la magistratura a fermarlo. Dove non arriva questa gente saranno i servizi segreti. E se nemmeno loro ce la fanno, be’ allora interverranno i droni. E così uccideranno il ribelle e tutta la sua famiglia.

Questa è la nostra democrazia. E pensare che sono stati proprio i greci a inventarla….

Olimpia, la BCE, l'FMI e il potere finanziario divora la Grecia, ma non la sua storia

Olimpia, per secoli in questa città i greci organizzarono i giochi

 

di Alberto Rovis

Fonte: www.altreinfo.org

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!