Vi prego, non difendete Monte dei Paschi come avete fatto per Alitalia - www.altreinfo.org

Vi prego, non difendete Monte dei Paschi come avete fatto per Alitalia

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Cari contribuenti italiani, la vostra “banca più antica del mondo” è insolvente, per operare avendo un criterio minimo di patrimonializzazione sarà costretta o a chiedere e ottenere una ricapitalizzazione pubblica oppure a convertire in azioni i propri debiti, per certo le obbligazioni subordinate forse anche una parte consistente di quelle senior.

Ogni giorno, ogni singolo giorno, correntisti invisibili grazie a internet e all’home banking chiudono i conti e drenano liquidità alla banca. Scelta saggia quella di non credere affatto alla “garanzia sotto i 100.000€” in un paese che per anni ha assicurato cittadini e investitori di avere il sistema creditizio e bancario più solido del mondo. Scelta ancora più saggia pensando alle miserabili vicende di cui sono state e sono ancora protagoniste Consob e Banca d’Italia, ovvero i vostri “regolatori” che si suppone dovrebbero operare per la stabilità dei mercati e la tutela del risparmio.

In questi stessi giorni si sta compiendo ancora una volta il destino di Alitalia, quella che fu la compagnia di bandiera italiana e che oggi grazie a Dio è privata, libera di fare successo o fallire ma con capitali privati.

Ve la ricordate Alitalia? Vi ricordate quanto vi è costata? Vi ricordate quanti orrendi  privilegi ha generato con i vostri soldi e quanti miliardi di euro sono stati buttati nel cesso sull’altare della difesa della Patria.

Ecco appunto la Patria, ne scrivo in maiuscolo anche se ne detesto il concetto, sarete presto chiamati per “onor di Patria” in difesa della banca più antica del mondo, oppure sentirete chiamarla la terza banca (per costi e sportelli, non per utili o attività) del paese. Retorica la solita retorica.

Sentirete anche di complotti del Nord, o di complotti tedeschi da cui “per onor di Patria” dovrete difendervi. L’Europa in fondo è utile quanto un marito per ogni moglie, perfetta per “prendersi la colpa”.

Fatevi un favore per una volta, vi prego: non credeteci, almeno per una volta evitate di farvi prendere per i fondelli e cercate di guardare la realtà per quella che è.

Banca Monte dei Paschi è fallita perché ha perso denaro e credibilità grazie ai suoi propri errori e gli atti criminali delle sue passate dirigenze a partire dalla Fondazione Monte dei Paschi e del Partito Democratico, ed anche per la connivenza, anch’essa criminale, dei regolatori italiani e della politica italiana. Non solo, Banca Monte dei Paschi è fallita anche perché il credito concesso a pioggia, senza controllo, su una determinata comunità è anadato bene a a tutti e ha finanziato gli sprechi di più di una regione e più di una parte politica. Non ci sono molti innocenti in questa storia.

Non esiste alcun complotto esterno, esiste semmai il solito goffo tentativo, cari contribuenti, di usare i vostri soldi per tenere in piedi un sistema fallito che continuerà a generare perdite enormi, privilegi e iniquità fino a quando non verrà smontato dalle sue fondamenta. Cercate ancora di ricordare l’orrore che fu “la Compagnia di Bandiera” e ora vi chiedo: in questi anni in cui Alitalia è diventata privata è cambiato il mondo? Se come probabile Alitalia fallisse come fece Swiss Air pensate sul serio che la Patria Italiana subirebbe un duro colpo?

alitalia-logo

L’altra bugia riguarda il sistema bancario nel suo complesso, ovvero viene spacciata dai media la menzogna secondo la quale se i bond subordinati e senior venissero convertiti si scatenerebbe il panico e i correntisti andrebbero a chiudere i conti in tutte le banche.

Che menzogna, quello che sta avvenendo qui, oggi, proprio adesso che gli sportelli sono aperti  è l’esatto contrario. I correntisti corrono ad aprire i conti nelle banche in cui hanno fiducia e li chiudono dalle tante Monte dei Paschi Italiane, basta guardare le ultime trimistrali di Intesa San Paolo o di Fineco, oppure di Poste Italiane per averne la conferma.

Non c’è e non ci sarà mai in Italia nessun bank run generalizzato a meno che l’intero sistema non perda di credibilità e ve lo posso assicurare, salvare le banche fallite con i soldi dei contribuenti aggravando debito e deficit, o peggio usare i soldi delle banche italiane solide (che esistono) quella si è la via maestra per distruggere tutto.

L’Europa ha tanti difetti e ha fatto tanti errori e tuttavia per una volta ha pensato una legge giusta e intelligente, all’avanguardia nel mondo, che l’Italia ha sottoscritto e fatta propria con una legge dello Stato. Questa legge si chiama BRRD conosciuta come “Bail In”, ovvero una serie di norme che stabiliscono due principi generali:
  1. Le banche se possono esprimere ancora un piano industriale credibile, le salvano i creditori, ovvero azionisti, obbligazionisti subordinati, obbligazionisti senior e al limite i correntisti i quali devono esserne coscienti, sono anch’essi creditori della loro banca. Se non possono più esprimere alcun piano industriale i costi della loro risoluzione li sopportano sempre gli stessi soggetti
  2. Lo Stato con i soldi o le garanzie  dei contribuenti interviene come ultima ratio, ovvero quando si sono esaurite le risorse dei creditori della banca e al limite, nel caso di una banca sistemica, solo a supporto della operazione di salvataggio o di risoluzione. Per stabilizzare il sistema non per salvare i creditori.

Quindi vi Prego, Non Difendete Monte dei Paschi come Avete Fatto per Alitalia.

Siate Consapevoli, Siate Preparati.

 

di Funny King

Fonte: lantidiplomatico.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!