Uccidere a sangue freddo gente inerme e disarmata: una specialità dei soldati di Tsahal, il glorioso esercito israeliano. Mattia Liviani - www.altreinfo.org

Uccidere a sangue freddo gente inerme e disarmata: una specialità dei soldati di Tsahal, il glorioso esercito israeliano. Mattia Liviani

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Cecchino israeliano spara al palestinese in fuga, i soldati esultano: “Wow!” Il filmato che sta facendo il giro del mondo è stato girato a Gaza a dicembre, il Ministro della Difesa israeliano difende il soldato: “da medaglia”.

Sta facendo il giro dei social e dei siti di informazione di tutto il mondo il video amatoriale in cui si vede un cecchino dell’esercito israeliano colpire un palestinese disarmato nella Striscia di Gaza, tra le grida di giubilo dei suoi commilitoni. Le forze armate di Israele ne hanno confermato l’autenticità, aggiungendo che i fatti risalgono a mesi fa e non alle violenze degli ultimi giorni.

Nel video, quando il palestinese si accascia, si sentono le grida di giubilo dei soldati:

“Wow, che video!”, “qualcuno è stato colpito in testa”, “un video leggendario”, “è volato in aria”, “andatevene, figli di puttana”.

Il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman, ha preso le distanze dall’ondata di critiche, celebrando il cecchino che spara, definito “da medaglia”. Lieberman ha inoltre ha dichiarato che il commilitone del cecchino che ha filmato l’incidente merita di essere degradato.

Fonte: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli

Ma non è l’unico caso, ricordiamo questo:

e questo, in cui un soldato israeliano uccide a sangue freddo un palestinese, inerme, disteso a terra, in mezzo alla gente.

… e ricordiamo anche questo

… e ce ne sarebbero centinaia di altri crimini commessi dal glorioso esercito di Tsahal. Sempre contro gente disarmata, sempre a sangue freddo, sempre a tradimento. Lo abbiamo visto in questi giorni, durante le manifestazioni dei palestinesi. Abbiamo visto i cecchini israeliani uccidere a sangue freddo, da centinaia di metri di distanza, gente inerme e indifesa, giornalisti compresi.

Quanto coraggio hanno i soldati israeliani!

Quando verrà processato il glorioso Stato Ebraico post-nazista per i crimini commessi? Sarebbe questa la gente che ha istituito lo Yad Vashem per commemorare i Giusti fra le Nazioni? Ma di cosa stanno parlando, cosa intendono per giusti, con che coraggio questa gente parla di “giusti”?

Dovrebbero soltanto stare zitti e vergognarsi. Ma l’Occidente non può zittirli, come dovrebbe. Anzi, corre più in fretta che può per farsi carico delle guerre ordite e ordinate da questi criminali.

Ma perché lo fa? Perché l’Occidente rinnega la propria storia e civiltà per correre dietro a questi incivili che conoscono soltanto l’uso della forza e la usano coi più deboli senza alcuna pietà e coscienza?

Chiedetelo ai loro patriottici giornalisti, alla loro stampa omnipresente, ai signori della finanza, ai Bankster, ai potentati economici, ai politici a libro paga, al FMI, ai Rothschild, a Goldman Sachs, alle agenzie di rating, alle Agenzie di Stampa internazionali, alla Banca Mondiale dei Regolamenti, ai fondi comuni d’investimento, alla FED, alla BCE.

Loro sapranno dirvi meglio di me il perché l’Occidente ha legato la propria storia ed il proprio futuro ad una banda di criminali senza scrupoli.

 

di Mattia Liviani

Fonte: www.altreinfo.org

***

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!