La propaganda di Soros per favorire la grande sostituzione etnica dei popoli europei. Jack Montgomery - www.altreinfo.org

La propaganda di Soros per favorire la grande sostituzione etnica dei popoli europei. Jack Montgomery

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

La propaganda all’immigrazione, finanziata da Soros e dalla stessa Commissione Europea: la Fata Madrina accompagna i migranti in Europa su un tappeto volante.

 

“Europei senza frontiere” è il video promosso dalla Commissione Europea in cui la fata madrina porta i migranti verso l’Europa Occidentale dopo che i razzisti dell’Europa Orientale si rifiutano di accoglierli.

Il cortometraggio è stato finanziato in parte dalla Commissione Europea, in parte dal governo francese e da Organizzazioni Non Governative, come la Fondation Hippocrène, un’organizzazione non-profit finanziata dalla Open Society Foundations di George Soros. La fondazione dichiara che la sua missione è quella di ‘promuovere la costruzione di una vera cittadinanza europea “basata sui giovani”.

Il cortometraggio si apre su un migrante, sua moglie e i due figli piccoli che si avvicinano alla porta d’ingresso di un muro invalicabile, con su scritta la parola FRONTEX in bella evidenza.

Europei senza frontiere, cortometraggio finanziato da Soros e dall'Unione Europea

Europei senza frontiere

Un ufficiale di Frontex allontana un giovane in cerca di lavoro ed un trafficante di esseri umani. Tuttavia, lascia passare la famiglia del migrante, senza ulteriori controlli, dopo che il padre dichiara di essere in fuga da una situazione di guerra. La sua famiglia viene presa in carico ed accompagnata da una fatina che rappresenta l’Unione europea.

Europei senza frontiere, cortometraggio finanziato da Soros e dall'Unione Europea

Europei senza frontiere

La fatina porta occhiali con una montatura rossa, ha la vita bassa e indossa una t-shirt con la bandiera dell’Unione europea e il marchio sul petto.

Europei senza frontiere, cortometraggio finanziato da Soros e dall'Unione Europea

Europei senza frontiere

Indica ai migranti di seguirla in una tenda, dove chiede a un uomo di aspetto arabo di dare loro “passaggio per l’Europa”su un tappeto magico.

Europei senza frontiere, cortometraggio finanziato da Soros e dall'Unione Europea

Europei senza frontiere

Il gruppo prima atterra in Europa orientale – dove vengono accolti da una folla inferocita di uomini bianchi razzisti i quali urlano che non vogliono i richiedenti asilo.

Europei senza frontiere, cortometraggio finanziato da Soros e dall'Unione Europea

Europei senza frontiere

“E’ un loro diritto!” La fatina UE ribatte con rabbia, ma senza ottenere alcun risultato.

I migranti vengono allora portati a un paese non meglio specificato, in Europa Occidentale, dove ricevono un caloroso benvenuto e la gratitudine espressa dagli ospitanti.

“Benvenuti. Abbiamo davvero bisogno di te,” un uomo dell’Europa occidentale dice all’uomo migrante.“Grazie,” l’uomo migrante risponde. “Viva l’Europa”.

Il film si conclude con la famiglia migrante seduta a cena insieme ad una famiglia dell’Europa occidentale, mentre la voce narrante di un bambino chiede allo spettatore:

“L’Europa protegge i suoi confini e gli europei aprono i loro cuori ai rifugiati. E tu?”

Europei senza frontiere, cortometraggio finanziato da Soros e dall'Unione Europea

Europei senza frontiere

Questa propaganda è realizzata con fondi dell’Unione Europea e con fondi della Open Society di Soros. Viene diffusa in tutti i paesi in cui ci sono situazioni di guerra.

Questa è la propaganda per favorire la grande sostituzione dei popoli europei.

 

di Jack Montgomery

Fonte: breitbart.com

Traduzione per altreinfo.org: Alba Giusi

***

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!