www.altreinfo.org - Pagina 137 di 140 -

Sito di controinformazione

MKULTRA

Progetto MKULTRA e controllo mentale

Il progetto MKULTRA o MK-ULTRA (conosciuto anche come Programma per il Controllo della Mente) era il nome in codice dato a un programma illegale e clandestino di esperimenti sugli esseri umani portato avanti dalla CIA durante gli anni cinquanta e sessanta del XX secolo. Lo scopo di questo programma, realmente esistito, era quello di influenzare e controllare il comportamento di determinate persone (il cosiddetto controllo mentale). Il Progetto MKULTRA:  teoria dell’interrogatorio Il programma ebbe inizio nei primi anni cinquanta e fu interrotto ufficialmente nel 1973. Mirava a costruire una sorta di “teoria dell’interrogatorio” che...

Piano Kivunim

Il Piano Kivunim: destabilizzare e balcanizzare tutti i paesi arabi. Alba Giusi

Nel febbraio 1982 Oded Yinon, un giornalista israeliano legato al ministero degli Esteri dello Stato ebraico, pubblicò un articolo per “Kivunim. A Journal for Judaism and Zionism” in cui enunciava in maniera molto dettagliata la Strategia di Israele per il Medio Oriente. Questa strategia è conosciuta con il nome di “Piano Yinon” o “Piano Kivunim”. Quanto segue è tratto dall’articolo citato. La strategia completa, elaborata e pubblicata da Yinon, la trovate in formato pdf nell’area download. Egitto, Libia e nord Africa “L’Egitto è diviso e lacerato da molti focolai di...

Piano Morgenthau, olocausto del popolo tedesco

Il piano Morgenthau: il genocidio del popolo tedesco

Il genocidio del popolo tedesco è una storia poco conosciuta, non se ne parla in televisione, non si studia a scuola, non è oggetto di approfondimenti o dibattiti, nessun film è stato girato a Hollywood sull’argomento, la BBC non si è mai interessata. Nonostante abbia provocato 9 milioni di morti, e si configuri come un vero e proprio olocausto, è una storia rimasta nell’ombra, dimenticata, opportunamente nascosta dai paesi che vinsero la seconda guerra mondiale, non per vergogna, perché incapaci di provarla, ma per convenienza. Eppure tutto venne pianificato a tavolino,...

Che cosa sono le false flag, strumento usato e abusato dal potere

Il termine inglese “false flag” si è molto diffuso negli ultimi anni e viene tradotto in italiano con “sotto falsa bandiera”. False flag identifica gli attentati e le azioni terroristiche che vengono organizzate e portate a termine da una parte (stato, fazione, servizi segreti, altri) assumendo i panni di un’altra parte e facendo ricadere in questo modo la colpa su un soggetto che non c’entra con quell’azione. Si tratta una tattica, nota da tempo, utilizzata per ottenere determinati obiettivi. Oggi è usata e abusata. Ecco alcuni esempi rimasti nella storia. Hotel...

Il teatro dei burattini

Strategia della tensione e terrorismo globale

La strategia della tensione sembra essere il mezzo prescelto dai gruppi finanziari che hanno preso il controllo dell’economia globale e della politica occidentale per consolidare ed espandere il proprio potere. Tutti gli attentati, le dichiarazioni politiche che ne conseguono, la manipolazione delle informazioni e del pensiero delle masse, la diffusione della paura e del terrore, fanno pensare che sia questa ormai la strada maestra. Un nemico invisibile, il terrorismo, e tanti amici disposti a difenderci da questo nemico invisibile. Tutti contro tutti, religioni contro religioni, invasioni di disperati, molti di...

Hillary-Rodham-Clinton

Hillary Clinton, la morte di Gheddafi e il franco CFA

  Il 31 dicembre 2015 scorso sono state pubblicate 3000 email tratte dalla corrispondenza personale di Hillary Clinton, transitate sui suoi server di posta privati anziché su quelli istituzionali, mentre era Segretario di Stato del governo Obama. Ricordate le parole di Nicolas Sarkozy: “la Francia muove guerra a Gheddafi perché è interessata ad assumere il proprio ruolo di fronte alla storia” e vuole “difendere i libici che vogliono liberarsi dalla schiavitù“. A distanza di molti anni arrivano le conferme, direttamente dal carteggio tra Hilary Clinton e Sidney Blumenthal, di quanto...

La crisi del '29

Crisi del ’29, crollo delle borse e grande depressione. Cause e conseguenze. Alberto Rovis

Per comprendere la crisi del 1929, seguita poi dalla grande depressione degli anni trenta, occorre innanzitutto avere un’idea chiara su cosa sono le azioni e sul modo in cui si determina il loro valore. Solo allora sarà possibile capire come e perché sono nate le crisi economico-finanziarie degli ultimi cent’anni e come e perché nasceranno le crisi dei prossimi cento anni. Si, perché purtroppo le crisi sono fondamentali perché il sistema finanziario possa crescere e fagocitare la nuova ricchezza via via creata dall’umanità. Vi ricordate di Pacman? Bene, funziona proprio...

Demokrazia

Esportare la democrazia nel mondo

Gli Stati Uniti vogliono esportare la democrazia nel mondo. Si sa che il popolo americano ha a cuore la libertà di tutti i popoli della terra, è gente molto altruista. Loro vogliono che ovunque si possa votare e che tutti possano scegliere liberamente i candidati migliori, cioè i candidati più competenti, quelli che danno maggiori garanzie. Se un candidato non dà garanzie, ad esempio perché vuole togliere l’embargo alla Russia di Putin o perché mette in discussione i bombardamenti della NATO o la politica aggressiva degli Stati Uniti, allora è...

Deflazione e terza guerra mondiale

Deflazione: lo spauracchio del mondo. Alberto Rovis

La deflazione è quella situazione in cui il livello generale dei prezzi cala col passare del tempo. Questo è lo spauracchio di tutti gli economisti, i quali gradiscono invece l’inflazione, vale a dire quella situazione in cui il livello generale dei prezzi sale. Per chiarire la differenza: se oggi per mille euro possiamo acquistare una certa quantità di prodotti, in situazione di inflazione, ogni anno spenderemo di più per avere le stesse cose, perché i prezzi salgono mentre invece, in situazione di deflazione, ogni anno spenderemo di meno, perché i...

Bandiera della Cina

La Cina sta imparando dall’America

La Cina ha approvato in questi giorni la sua prima legge anti terrorismo in applicazione della quale potrà inviare in Siria forze speciali dell’Esercito Popolare Cinese per combattere lo Stato Islamico e gli altri gruppi terroristici. Il governo cinese giustifica il suo intervento con l’obiettivo di “salvaguardare la sicurezza mondiale compromessa dai numerosi attentati”. Le ambizioni della Cina La decisione di Pechino conferma che la Cina vuole giocare un suo ruolo nella crisi medio orientale ed essere parte in quella che si definisce la “guerra mondiale contro il terrorismo”. La stampa...

Maschera di Anonymous

Anonymous e Rita Katz: la certezza nell’informazione

“Isis, annuncio video di Anonymous: L’attentato sventato era a Firenze. L’operazione anti-Isis di Anonymous ha oscurato più di 15.500 obiettivi dell’ISIS”. A scrivere quanto sopra è il Corriere della Sera, uno dei più importanti giornali italiani. Ma non solo loro, anche Repubblica, Il Messaggero e addirittura l’ANSA dedicano ampi spazi a questa importante pseudo notizia. Ma chi sono quelli di Anonymous? Loro “dicono di essere” degli hacker che lavorano per il bene dell’umanità. Naturalmente si celano dietro una maschera, ma soltanto per non rivelare la propria identità, altrimenti le forze...

Guerra all'orizzonte

La guerra è all’orizzonte?

Craig Roberts – Una delle lezioni della storia militare è che una volta avviata la mobilitazione bellica, essa assume una dinamica propria e incontrollabile. Questo potrebbe essere proprio quello che sta avvenendo sotto i nostri occhi, senza che vi sia una presa di coscienza generale. Nel suo discorso del 28 settembre per il settantesimo anniversario delle Nazioni Unite, il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che la Russia non può più tollerare l’attuale situazione nel mondo. Due giorni dopo, su invito del governo siriano, la Russia ha iniziato la sua...

L'impero del caos è l'impero del dollaro

L’impero del dollaro è l’impero del caos. Alberto Rovis

L’impero del dollaro è l’impero del caos, in quanto per crescere e rafforzarsi ha bisogno del caos. Quella immensa quantità di dollari, stampati dalla Federal Reserve, con cui gli Stati Uniti stanno inondando il mondo da oltre cent’anni sono la loro forza e rappresentano il loro potere. Ma il flusso di nuovi dollari dev’essere continuo e crescente, perché anche le esigenze dell’impero sono continue e crescenti. Non è un impero costruito sul bene e sul progresso, ma sullo strapotere di una moneta. I dollari come fiumi e torrenti I dollari immessi...

Potere finanziario e controllo globale. Elena Dorian

Ormai la gente crede a qualsiasi verità ufficiale, anche a quelle insostenibili. Come è possibile? In realtà sarebbe sorprendente il contrario, talmente forti sono le pressioni a cui veniamo sottoposti ogni giorno. E’ il potere finanziario che direttamente o indirettamente forgia il pensiero unico di massa, e noi ci troviamo in mezzo… Ormai crediamo a tutto…. E’ ridicolo pensare che le torri gemelle siano crollate l’11 settembre 2001 nel modo in cui sostengono i media ufficiali. Ci sono delle leggi fisiche molto semplici, addirittura banali, che contraddicono la versione ufficiale. Sono le stesse leggi...

Gli effetti collateriali di un mondo medioevale

“Effetti collaterali” di un mondo che sprofonda nel medioevo

Sempre più spesso Stati Uniti, Inghilterra, Francia e Israele “eliminano” terroristi o presunti tali, utilizzando droni armati con missili ed altri sistemi tecnologici simili. Non uccidono soltanto i presunti terroristi, ma anche tutti coloro che stanno intorno a loro, compresi donne, bambini ed altri sfortunati passanti. Questi sono i cosiddetti “effetti collaterali”. Come in un video gioco Pochi mesi fa, è stato Cameron in persona ad annunciare l’uccisione in Siria di due jihadisti inglesi. Il meccanismo è semplice: qualche collaborazionista o spia dà la posizione satellitare della vittima predestinata e qualcun altro, a migliaia di kilometri di...

error: Alert: Content is protected !!