www.altreinfo.org - Pagina 177 di 186 -

Sito di controinformazione

Donald Trump teme i brogli

Attacco preventivo di Trump ai brogli legalizzati

La percezione che qui da noi si ha della campagna presidenziale americana è quella che ci viene proposta dai nostri media; che poi – guarda caso – è la copia in carta-carbone di quella che è ossessivamente sostenuta dai media statunitensi. Dunque, Donald Trump sarebbe un pazzo e uno sporcaccione, e sarebbe indietro di 5, 10, 20 punti nelle intenzioni di voto. Hillary Clinton, invece, sarebbe una persona gradevole e assennata, ed avrebbe praticamente la vittoria già in tasca. Tutto falso. Se le cose stessero veramente così, non si capirebbe...

La povertà sta aumentando in molti paesi eu

Fuori dall’Euro si cresce, l’Eurozona impoverisce i popoli

C’era una volta il grande sogno di un’Europa unita, di una federazione che prendesse il posto dei piccoli interessi nazionali, di una potenza politica ed economica che potesse finalmente azzerare i conflitti interni – che avevano portato a ben due guerre mondiali sul suolo del vecchio continente – e che potesse porsi come terza potenza fra il blocco filo-americano e quello filo-sovietico. Poi qualcosa è cambiato, e sulle linee politiche hanno prevalso le logiche economiche e finanziarie, e l’Europa unita è divenuta “una macchina per l’impoverimento dei popoli”, secondo una...

fuga-di-capitali-da italia

Bloomberg: fuga di capitali dall’Italia

La più importante agenzia di stampa finanziaria a livello globale, Bloomberg, lancia un allarme mirato che segnala l’alto rischio Italia: è iniziata la fuga di capitali. “L’Italia – scrive Bloomberg – seguirà l’esempio del Regno Unito e lascerà l’Europa, pressata dal debito pubblico, dall’eccessivo rigore nei conti imposto da Bruxelles e da un ambiente svantaggioso per la sua economia?” “Prevederlo oggi è praticamente impossibile – precisa Bloomberg – ma a giudicare dai flussi di capitali, diversi investitori non intendono attendere di scoprire la risposta e stanno lasciando il Paese trasferendo...

Bandiera Ucraina, Poroschenko vuole aumentare i salari minimi, ma il FMI non è d'accordo

L’FMI si schiera contro il raddoppio del salario minimo in Ucraina

L’obiettivo è quello di ridare agli ucraini un po’ di dignità e speranza, dopo due anni e mezzo di sacrifici, ma soprattutto di aumentare il loro potere d’acquisto. Così l’altro giorno Petro Poroshenko, per la prima volta da quando è presidente dell’Ucraina, ha avanzato una proposta dal significato sociale forte: aumentare il salario minimo degli ucraini. La misura, che ovviamente ha anche molte sfaccettature politico-elettorali, visto che i sondaggi sul gradimento di Poroshenko sono ormai sotto la doppia cifra, interesserebbe 4 milioni di ucraini che attualmente guadagnano solo 1.450 grivne,...

La NATO continua a preparare la guerra contro la Russia

Alla NATO va bene qualsiasi pretesto pur di accusare la Russia di avere intenzioni aggressive. Ogni volta, l’alleanza ribadisce la sua falsa interpretazione dei comportamenti russi. “Vediamo una Russia sempre più assertiva e più forte, una Russia che vuole usare la forza”, ha concluso il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg, intervenendo ad una tavola rotonda tenuta a Passau,  in Baviera. Allo stesso tempo, la NATO si sta continuando la sua militarizzazione della “Zona Schengen” in Europa. “Stiamo lavorando per assicurarci che non servirà una decisione a livello politico per...

fornitura di munizioni da parte della germania

Tutti avanti verso la guerra con la Russia, come zombie e sonnambuli

Basta leggere alcuni titoli: “Il Regno Unito invia  carri armati, droni e 800 uomini al confine della  Russia”“La NATO spinge per il più grosso concentramento militare ai confini della Russia dai tempi della guerra fredda”. “Gli Usa contano di impegnare l’Europa a riempire quattro gruppo di battaglia di 4 mila uomini, come parte della risposta NATO all’annessione della Crimea e il  timore che possa fare lo stesso con gli stati ex-sovietici d’Europa.  Francia, Danimarca, Italia ed altri alleati sono tra le nazioni che ci si aspetta si uniscano ai quattro...

Prestigiatore, trucco e inganno. Così saranno le elezioni negli Stati Uniti?

Elezioni americane truccate? Chissà, forse non sono solo fantasie

Non è un segreto che l’élite oligarchica ha scelto Hillary come presidente degli Stati Uniti, nonostante questa abbia molti problemi. Da indiscrezioni e rapporti emerge che i suoi collaboratori stanno già allestendo gli uffici alla Casa Bianca. Sentono di essere già dentro la stanza dei bottoni. Tale fiducia nella vittoria prima del voto fa chiaramente intuire che loro hanno già tutto sotto controllo. Elezioni americane truccate? Durante l’ultimo dibattito, Trump ha ammesso la possibilità che i risultati delle elezioni possano essere truccati a favore di Clinton. I giornalisti immediatamente hanno attaccato lui per...

finta minaccia per aumentare le spese militari della NATO. Così interpreta PUTIN

La finta minaccia russa per giustificare le spese militari della NATO

Durante la sessione finale del Valdai Internazional Debating Club, che si è tenuta nella città russa di Sochi, il presidente russo Vladimir Putin ha appena dichiarato che il suo paese non dispone di mezzi sufficienti per avere un sistema di media globali come quello in mano agli Stati Uniti. Putin ha poi proseguito “mi piacerebbe avere quella macchina della propaganda in Russia”. Ma il suo paese non ha i sistemi di radiodiffusione occidentali come CNN o BBC. La fabbrica delle minacce finte Secondo Vladimir Putin, gli Stati Uniti creano continuamente...

Costituzione-degli-Stati-Uniti, prevede il bicameralismo perfetto. E allora perché Obama appoggia la riforma voluta da Renzi?

Costituzione degli Stati Uniti: bicameralismo perfetto

La Costituzione degli Stati Uniti d’America, approvata il 15 settembre 1787, prevede il bicameralismo perfetto. Le leggi devono essere approvate dal Congresso, formato dalla Camera dei Rappresentanti e dal Senato degli Stati Uniti. Inoltre, il meccanismo di approvazione delle leggi è volutamente lento e complesso. Nulla in confronto alle rigidità previste dalla Costituzione Italiana. E allora ci chiediamo perché Obama appoggia pubblicamente il SI al referendum di Renzi? La Costituzione degli Stati Uniti Una riforma come quella che si sta cercando di imporre in Italia, a colpi di propaganda e con...

Aereo russo Sukhoi

Washington vuole incriminare Putin per crimini di guerra

Putin ha esitato in Siria, proprio nel momento in cui avrebbe dovuto affondare il colpo e portare a casa la vittoria. Ha invece cercato di accordarsi con Washington, ha voluto condurre un’azione comune contro l’ISIS, ha concesso tregue che hanno permesso agli USA di riarmare e riorganizzare i propri terroristi. Ora Putin sta pagando le conseguenze delle sue esitazioni. L’analisi che segue è stata curata da Paul Craig Roberts, noto analista e scrittore statunitense. L’esitazione della Russia in Siria è stata un errore strategico? Un report dell’ONU, ben orchestrato da...

Che cosa sta succedendo in Francia?

Che cosa sta succedendo in Francia? Si avvicinano le elezioni e la sinistra ha bisogno di vincere ancora grazie al voto dei “migranti” e così non solo si impennano le naturalizzazioni d’ufficio con cui si regala la cittadinanza (soprattutto – secondo i dati – a magrebini e subsahariani) ma si alza la soglia delle “marachelle” tollerate. Le bande di “nuovi francesi” che ormai da anni controllano tutte le periferie francesi e che dieci anni fa scatenarono quella che Le Pen definì la “prova generale della guerra civile”, negli ultimi mesi hanno...

Conflitti, la nostra società è devastata dai conflitti

Epidemia di disturbi mentali in un mondo lacerato dai conflitti

Quale peggiore messa in stato d’accusa del Sistema potrebbe esserci di un’epidemia di malattie mentali? Un’ondata di disturbi quali ansia, stress, depressione, sociofobia, disordini alimentari, autolesionismo e solitudine  sta colpendo le persone di tutto il mondo.  Le ultime, catastrofiche cifre sulla salute mentale dei bambini in Inghilterra riflettono una crisi globale. Esistono molte ragioni secondarie di questa emergenza, ma mi sembra che la causa scatenante sia dovunque la stessa. Gli esseri umani, i mammiferi ultra-sociali, il cui cervello è programmato per rispondere ad altre persone, sono sempre più distanti gli...

Referendum costituzionale

Riflessioni sul Referendum del 4 dicembre 2016

La Costituzione della Repubblica Italiana è stata scritta subito dopo la guerra devastante che aveva implicato non solo la fine della debole e corrotta monarchia sabauda intrecciata a venti anni di capitalismo fascista, ma tutti gli stati d’Europa, più Russia e Giappone. Emergeva nel 1945 l’impero militare industriale americano con pretesa di dominare tutto il pianeta Terra, essendo in possesso dello strapotere nucleare. Pretesa che si evidenzia con continuità fino al presente. Nelle condizioni di totale debolezza in cui si trovavano gli uomini che formularono la Costituzione scrissero un testo...

Conflitto in Palestina, Israele applica l'apartheid nei territori occupati

Brian Eno: apartheid, Israele non avrà la mia musica

Mia madre, belga, ha passato la guerra in un campo di lavoro tedesco (non un campo di sterminio, però neanche una vacanza) e da lei ho un’idea di quello che gli ebrei hanno sofferto durante la guerra – e della storia della loro sofferenza, prima e dopo. Capisco perché alcuni di loro hanno voluto un rifugio dove ciò non sarebbe mai più potuto accadere. Quello che non riesco a capire è il motivo per cui questa esigenza dovrebbe implicare un tale crudele comportamento nei confronti della popolazione indigena della terra che hanno...

Chiusura Equitalia, una mossa per rendere più efficace l'incasso, non per favorire i cittadini

Chiusura Equitalia: fumo negli occhi in vista del referendum

Il Governo si è speso e si spende molto per questa riforma costituzionale di cui la comunità finanziaria sente urgente bisogno. Basta bicameralismo, le leggi devono essere scritte nei centri studi delle istituzioni finanziarie, delle multinazionali e delle “fondazioni fucine di democrazia”, presentate prontamente dal governo alla “Camera dei nominati” e rapidamente approvate dalla maggioranza parlamentare, opportunamente apparecchiata dalla legge elettorale (che si fa finta e si intima di credere che non c’entri nulla con la riforma in corso). Appare verosimile, quindi, che si prometta la luna pur di portare...

error: Alert: Content is protected !!