www.altreinfo.org - Pagina 20 di 138 -

Sito di controinformazione

Target 2: Antonio Maria Rinaldi lo spiega ai tedeschi

Sabato 21 luglio scorso a pag.24 la prestigiosa testata tedesca Frankfurter Allgemeine Zeitung ha dedicato un editoriale a cura di Tobias Piller sull’unione monetaria europea e in particolare sul tema dei saldi Target 2 prendendo spunto dalle teorie sostenute dall’economista Hanns-Werner Sinn ex direttore dell’Istituto IFO. Fra le opinioni a riguardo, il sottoscritto, invitato a rispondere sull’argomento, ha risposto nel seguente modo. “Come è notorio presso la letteratura economica, le teorie di Sinn sono considerate prive di fondamento. Purtroppo sì sono diffuse presso i media e politici tedeschi, generando un grosso equivoco,...

La caduta di Macron. Decisa dai suoi creatori? Maurizio Blondet

Sta venendo fuori tutto. Benalla, la guardia del corpo personale di Macron, aveva le chiavi della villa del Toquet, proprietà privatissima di Brigitte ed Emmanuel: viveva “In intimità con la coppia presidenziale”. Aveva ricevuto dalla DGSI (spionaggio interno) l’abilitazione “Sécret Défense”, come un membro importante del governo. Era stato fornito di un badge che gli dava accesso privilegiato all’Assemblea Nazionale, come un parlamentare. Era interno al Grande Oriente di Francia, collegato con la Loggia Emir Abdel Kader. Soprattutto, Benalla ha un legame preciso con i mega-attentati “islamici” del 13 novembre...

Prete nero se la intende con una parrocchiana, marito geloso lo insulta e lui lo picchia

Il prete nero va con tua moglie? Sii cornuto e felice, ma fai attenzione a quel che dici… Giorgio Lunardi

Riportiamo una notizia che ha fatto il giro del web. A Cremona un marito bianco segue la moglie bianca perché sospetta abbia un amante. La coppia si sta separando e ha due figli piccoli. Dopo qualche giorno scopre che la moglie se la intende con un prete nero. Il marito apre la portiera della macchina in cui i due si stavano scambiano effusioni, prende il prete e la moglie a male parole, li insulta ma non alza le mani. Il prete nero ricambia la cortesia, reagisce agli insulti e, in barba...

Mafia nigeriana, prostitute nigeriane, come mai così poca gente in carcere?

Come mai i mafiosi nigeriani, albanesi, georgiani e cinesi sono tutti a piede libero? Giorgio Lunardi

Leggiamo l’articolo 416 bis del Codice Penale, introdotto il 13 settembre 1982. Chiunque fa parte di un’associazione di tipo mafioso formata da tre o più persone, è punito con la reclusione da dieci a quindici anni. Coloro che promuovono, dirigono o organizzano l’associazione sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da dodici a diciotto anni. L’associazione è di tipo mafioso quando coloro che ne fanno parte si avvalgono della forza di intimidazione del vincolo associativo e della condizione di assoggettamento e di omertà che ne deriva per commettere delitti, per acquisire in modo diretto o indiretto la gestione o comunque il controllo di attività...

Cottarelli e Padoan, economisti ignoranti e arroganti. E stanno vincendo. Maurizio Blondet

Ci deve essere un limite all’arroganza. Invece questi distruttori vengono intervistati  con rispetto: Padoan: “Divieti, multe e minacce: punire l’economia è la missione di Lega e 5Stelle” (Repubblica). No: punire l’economia è stata la missione di Padoan: In soli tre anni tre, Padoan lascia in eredità 170 miliardi di maggior debito pubblico Indice di povertà ASSOLUTA è stato da lui aggravato  persino in confronto  al governo Monti: 2008: 3,6% 2014: 6,8% 2017: 8,3% Sotto Padoan l’Italia è divenuta il fanalino di coda della Ue, non è cresciuta per niente –...

Non dite “andate via” o “tornatevene a casa vostra” agli stranieri. Le Toghe sono inflessibili: è istigazione all’odio razziale. Giorgio Lunardi

Ci sono già molte sentenze della Corte di Cassazione che confermano questo indirizzo. Dire a uno straniero “vattene via” oppure “tornatene a casa tua” è istigazione all’odio razziale. L’ultimo caso lo trovate qui. https://www.ilfattoquotidiano.it E si riferisce ad un fatto avvenuto nel 2010. E’ stata riconosciuta l’aggravante dell’odio razziale per avere urlato agli stranieri “andate via”. Reato gravissimo. L’imputato, poi condannato, aveva fatto presente che le affermazioni erano generiche e prive di riferimenti a una presunta superiorità razziale. Ma come già altre volte, la Cassazione ha scritto: “…l’aggravante della finalità di...

Fenomeni naturali nelle città americane. Maurizio Blondet

Un increscioso fenomeno naturale sta bruttando San Francisco, compromettendo la sua bella la vibrante cultura progressiva e la felicità  della capitale di tutti i terzi sessi, libertà, creatività e dinamismo. “Feci. Feci. Più feci sui marciapiedi di quanti ne ho mai visti, e sì che io qui ci sono nata”, ha lamentato la nuova sindaca, London Breed, in una intervista alla NBC Bay Area: “E non sto parlando di cani, ma di feci umane”. E non solo feci, ma siringhe, “prodotti usati per l’igiene femminile; e secchi di urina”. Il...

Cecile Kyenge, accostata a un nero stupratore. Chi lo ha fatto è stato accusato di istigazione all'odio razziale

“Mai nessuno che se la stupri”. Corte di Cassazione: siccome è nera, “istigazione all’odio razziale”. Giorgio Lunardi

Ci occupiamo di un commento su Facebook, scritto qualche tempo fa da una incauta signora: «mai nessuno che se la stupri, così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato, vergogna!» Il commento era accompagnato dalla fotografia di Cecile Kyenge, che all’epoca rivestiva il ruolo di Ministro dell’Integrazione. La signora aveva scritto questo commento perché il giorno prima una ragazzina era stata stuprata da un rifugiato somalo e lei era molto scossa, avendo subito sua figlia lo stesso tipo di violenza. Aveva quindi postato, in un...

Le bombe su Gaza del 14 luglio. Questa ha ucciso due bambini. Nessuna ONG al soccorso.

Giudice Giuliano Amato, ecco qual è lo stato razzista. Maurizio Blondet

“In Israele sorge un razzismo simile a quello del nazismo ai suoi inizi”. A dirlo non è un suprematista ariano, ma Zeev Sternhell, una delle grandi figure della cultura ebraica: membro dell’Accademia ebraica, docente all’università ebraica di Gerusalemme, storico di valore mondiale – i suoi saggi sulla storia dei fascismi europei sono fonti di riferimento esemplari sul tema. Adesso, in un intervento su Le Monde, Sternhell si domanda: quando precisamente questo stato “nato nel 1948, fondato sulle rovine dell’ebraismo europeo e a prezzo del sangue dell’1% della sua popolazione, fra...

Il reato di istigazione all'odio razziale, il più gettonato d'Italia. "Dura lex sed lex". Massima attribuita a Socrate

“Siete dei selvaggi!” E’ istigazione all’odio razziale. Non lo puoi dire a nessuno, a meno che non sia italiano, bianco e cattolico. Giorgio Lunardi

Riprendo una significativa sentenza della Corte di Cassazione riguardante il reato di “istigazione all’odio razziale“. Ricordo che per questo reato la Procura procede d’ufficio e non in base a querela di parte. Ciò significa che, chiunque si macchi di questo reato, dovrà difendersi in un processo penale e sostenere tutte le spese del caso, a prescindere dal fatto che la persona offesa abbia presentato o meno querela. Sarà davvero difficile cavarsela senza condanna, vista la casistica di colpevolezza ad ampio spettro, ben documentata da innumerevoli sentenze, tra cui quella di cui...

Mark Zuckerberg invitato dalla AFD a chiudere i profili Facebook di coloro che metteno in dubbio l'Olocausto. I negazionisti non devono trovare canali per esprimere le proprie opinioni

La censura di Facebook, il dilemma di Zuckerberg e le pressioni della potente Lobby Ebraica dell’ADL. Giorgio Lunardi

“Negare l’Olocausto è “profondamente offensivo”, ma questo tipo di contenuti non va vietato da Facebook. Lo afferma l’amministratore delegato del social network, Mark Zuckerberg, spiegando che Facebook rimuove contenuti se si traducono in danni reali, fisici o in attacchi a individui.” http://www.ansa.it/sito/notizie Per questa affermazione Mark Zuckerberg è stato aspramente criticato dalla Anti-Defamation League, la lobby ebraica coi super poteri che negli Stati Uniti fa il bello e il cattivo tempo. Loro vorrebbero che Facebook oscurasse tutti i profili Facebook delle persone che negano l’olocausto o lo minimizzano o esprimono...

Ecco Mister Browder, il gran regista del “Russiagate”. Maurizio Blondet

Nell’incontro con Trump ad Helsinki, Vladimir Putin ha  offerto di consentire a Robert Mueller, il procuratore speciale  del Russiagate che cerca prove contro Donald, di interrogare i 12 funzionari russi che Mueller accusa di avere intercettato e infiltrato i gruppi Democratici sabotando l’elezione di Hillary Clinton. Chiedendo però che in cambio, gli Usa lasciassero che i procuratori russi interrogassero “persone di interesse”  americane,  fra cui l’ex ambasciatore a Mosca  Michael McFaul ed altri,  in “relazione alle accuse penali contro Bill Browder”. Orbene: è bastato che la portavoce della  Casa Bianca ...

Buone vacanze a tutti i nostri lettori!

Anche noi abbiamo bisogno di staccare, per ricaricare le batterie e riprendere il lavoro con più energia. Quindi, per qualche settimana non pubblicheremo nuovi post. Se avete qualche idea o suggerimento da darci potete comunque scriverci utilizzando il modulo contatti del sito. Auguriamo anche a voi Buone Vacanze, a presto! La Redazione

I falsi del politicamente scorretto sulle ONG. Comidad

Il modello di narrazione del politicorretto ha ormai disgustato un’opinione pubblica che vi identifica un modello comunicativo a carattere fiabesco ed edificante, privo di agganci con la realtà e con le istanze popolari. Ciò finisce indirettamente per accreditare il modello comunicativo opposto, quello del politicamente scorretto, a cui si rischia di riconoscere sempre di più una presunta aderenza ai dati reali. Oggi la casa madre del politicamente scorretto è Washington, perciò è ancora una volta dagli USA che partono i dettami della nuova narrazione. Di recente uno degli alfieri del...

Usa e Nato soppiantano la Ue in crisi. Manlio Dinucci

L’establishment statunitense continua a costringere il presidente Donald Trump a difendere la NATO, strumento principe dell’imperialismo transnazionale. Nonostante gli sforzi di Trump, i vassalli degli Stati Uniti rifiutano di affrancarsene e di volare con le proprie ali. Il presidente USA continua quindi nel solco della politica dei predecessori: favorire l’infantilismo degli europei e farli volgere contro la Russia. In previsione di una possibile dissoluzione dell’Unione Europea, parte dei suoi membri si è impegnata ancora un po’ di più nella NATO. Due Summit, ambedue a Bruxelles a distanza di due settimane,...

error: Alert: Content is protected !!