www.altreinfo.org - Pagina 3 di 87 -

Sito di controinformazione

Com’è nata e perché l’espressione “teoria del complotto”. Con un memo segreto della CIA… Bizzocchi Andrea

Chi si occupa di investigare e divulgare temi scomodi al potere, riceve automaticamente la nomea del “complottista”. La cosa farebbe anche sorridere se non fosse che quando si trattano temi e argomenti fondamentali per il presente e il futuro dell’umanità e del pianeta, visto come stanno le cose, da sorridere vi è ben poco. Ma perché scrivo che altrimenti ci sarebbe da sorridere? È presto detto. | Come è nata l’espressione “teoria del complotto” | Proprio nelle prime battute di Dietro le quinte. Rivelazioni sul governo invisibile che controlla il pianeta (Uno Editori),...

Thomas Sankara: l’eroe che pagò con la vita lo smascheramento del debito. Ilaria Bifarini

Sono passati 32 anni da quando il presidente del Burkina Faso, ribattezzato il “Che Guevara africano”, venne ucciso, secondo la ricostruzione ufficiale dal suo ex collaboratore nonché successore Blaise Campaorè, verosimilmente appoggiato dai francesi e da altre forze internazionali. Thomas Sankara era divenuto un personaggio scomodo, troppo scomodo, per il piano egemonico mondiale messo in atto dai poteri finanziari internazionali attraverso lo strumento del debito. Il suo discorso  tenuto  presso l’OUA (Organizzazione per l’Unità Africana), di una forza e di una chiarezza straordinarie, è un appello a tutti i rappresentanti...

le teorie neoliberiste, un ritorno al passato, a danno delle classi meno abbienti e a favore delle classi domininanti

La finanza globalista sta distruggendo l’Occidente e monopolizzando la sua ricchezza. Alberto Rovis

E’ davanti agli occhi di tutti che l’Occidente non riesce a rialzare la testa, che lo sviluppo economico e sociale conosciuto nel dopoguerra sta cedendo il passo ad un lento ma inesorabile impoverimento globale nonché alla concentrazione della ricchezza nelle mani di poche persone e gruppi sociali. Pensate davvero che tutto questo sia casuale? Pensate davvero che il problema dell’Italia sia il debito? Questa è soltanto propaganda, che permette al sistema di inculcare nella popolazione delle convinzioni sbagliate perché non si accorga della realtà, che è ben diversa. Il periodo...

Le banche e i banchieri ebrei ebbero un importante ruolo nella rivoluzione bolscevica

Promozione e Marketing della Guerra: tutti i conflitti degli ultimi secoli sono stati promossi e finanziati dagli stessi banchieri criminali e dalle stesse banche. Paolo Germani

Per combattere una guerra occorre molto denaro ed è quindi necessario aumentare le tasse o farselo dare dai banchieri, ricorrendo all’indebitamento, altrimenti la guerra non si può nemmeno iniziare. Era così nel Medioevo ed è così ancora oggi. Le guerre si combattono per tutelare gli interessi delle classi dominanti, non quelli del popolo. Sembrano due affermazioni logiche e scontate. Eppure nei libri di storia gli aspetti economici e finanziari delle guerre non vengono mai presi in considerazione. I racconti storici sono pieni di dettagli, nomi e cognomi, date ed eventi, battaglie...

Lapo Elkann: “Eravamo migranti anche noi”. Ma noi chi, i Rothschild e gli Agnelli? Quelli erano deportatori, non migranti. Elena Dorian

Lapo Elkann in visita a Palermo per firmare un protocollo d’intesa con il comitato regionale della Croce Rossa Italiana, ha fatto alcune dichiarazoni su migranti, nuovi italiani, ONG e politici. http://www.ilgiornale.it Meritano un commento. Lapo Elkann, figlio di Alain Elkann, appartenente ad una ricchissima famiglia di banchieri, imparentata con i Rothschild, quelli che hanno finanziato tutti i contendenti di tutte le guerre degli ultimi tre secoli, figlio di Margherita Agnelli e nipote di Gianni Agnelli, il patron della Fiat, quella che costruiva camion per la prima guerra mondiale, mitra e...

D’Alema: “Erdogan sta bombardando i nostri valori, non solo i curdi”. Ma mi faccia il piacere…. Elena Dorian

“Erdogan sta bombardando i nostri valori, non solo i curdi”, così ha dichiarato Massimo D’Alema, immagino dal suo veliero Ikarus, ormeggiato in qualche pacifico anfratto della Corsica o in qualche altra isola del Mediterraneo. Ma D’Alema non è quel Primo Ministro italiano che nel 1999 fece bombardare la Serbia, a nome di tutti gli italiani e per conto della NATO? E durante quei bombardamenti non morirono migliaia di persone innocenti? Quelli non erano contro i nostri valori? E le bombe americane non erano quelle che avevano le testate piene di...

L’evasione è enorme tra le multinazionali della pornografia e dei servizi online, ma al Governo questo non interessa. Alberto Rovis

Si fa un gran parlare di tasse e di evasione fiscale e tutti se la prendono coi soliti capri espiatori: l’idraulico e il dentista. A detta dei politici sono queste le categorie che, più di altre, non compilano le ricevute fiscali ed evadono le tasse. Questi però non sono né idraulici né dentisti: Amazon, Google, Airbnb, Uber, Facebook, Apple, Twitter, Instagram, Whatsapp. Nel 2018, tutte queste aziende messe insieme, hanno pagato in Italia soltanto 37 milioni di euro in tasse. Come fanno a non pagare le tasse? Evadono con un...

I crimini contro l’umanità e le violazioni dei diritti dell’uomo commessi dall’Occidente. Thierry Meyssan

Secondo la stampa internazionale, nel 2011 in Siria sarebbe scoppiata una rivoluzione popolare, malauguratamente andata male e trasformatasi in guerra civile. Se nel 2011 si poteva credere a questa versione, oggi, alla luce dei documenti emersi, non è più possibile. Questa guerra era stata pianificata da Washington dal 2001 ed è iniziata nel contesto delle “primavere arabe”, pianificate dal 2004 da Londra, sul modello della Grande Rivolta Araba guidata da Lawrence d’Arabia. L’Arabia Saudita ha ammesso di aver pagato e armato in anticipo i rivoltosi di Deraa che diedero il...

Rita Katz, il Mossad e gli attentati di Halle. Elena Dorian

Rita Katz, ebrea americana vicina al Mossad, titolare del SITE (a pagamento), pubblica un video (a pagamento) sul suo sito (a pagamento) in cui si vedono le riprese di un attentatore che in Germania ha attaccato una Sinagoga, uccidendo un uomo (non ebreo), mentre mangiava un Kebab, a 500 metri di distanza dalla Sinagoga, ed una donna (non ebrea), che passeggiava nei dintorni. L’attentatore ha lanciato anche una bomba nel cimitero ebraico disturbando diversi ebrei che riposavano in pace ormai da secoli. Si tratta di un neonazista antisemita, lontano mille...

Il taglio dei parlamentari è uno specchietto per le allodole. Nulla in confronto a ciò che dovrebbero fare. Alberto Rovis

L’Italia avrà 345 parlamentari in meno. Gigi Di Maio esulta: “una riforma storica, una grandissima vittoria dei cittadini”. E poi fa notare con orgoglio “Risparmieremo 100 milioni di euro all’anno“. E’ stato un taglio plebiscitario, davvero pochi quelli schierati per il NO. Tutti i parlamentari sono usciti a festeggiare questa riforma epocale. Siccome 100 milioni all’anno sembravano pochi, nei cartelloni hanno scritto “Risparmieremo 1 miliardo”, senza precisare però “in 10 anni”. Tutto molto interessante. Adesso magari si potrebbero emettere i titoli del debito pubblico utilizzando le aste competitive, anziché quelle marginali,...

Le origini del dominio bancario e l’arte di creare denaro dal nulla. Come gli orefici divennero prima banchieri e poi banche. Francesco Lamendola

Ormai è nozione comune che le banche dominano il mondo, non solo a livello finanziario ed economico, ma anche politico e mediatico; che le banche dominano il mondo per mezzo di denaro che, in realtà, non possiedono, per la semplice ragione che non esiste; e quindi che la dittatura finanziaria mondiale si regge su un gigantesco bluff, sostenuto da meccanismi psicologici di massa abilmente pilotati: tipico esempio, la minaccia dello spread, che – noi italiani ne abbiamo fatto l’esperienza nel 2011 – è abbastanza forte da poter abbattere il governo democraticamente...

Franco Gabrielli, gli stranieri commettono un terzo dei reati, ma la nostra percezione della sicurezza è sbagliata. Giorgio Lunardi.

Il capo della polizia, Franco Gabrielli, ha detto che in Italia un terzo dei reati vengono commessi da stranieri, nonostante rappresentino poco più del 10% della popolazione. Poi ha aggiunto che il numero complessivo dei reati è in diminuzione. Cosa ci diranno? Ora qualcuno ci dirà che se non ci fossero gli stranieri i reati diminuirebbero di colpo del 33% e che gli stranieri delinquono tre volte più degli italiani. Quindi, meno ne facciamo entrare, meglio è per tutti. Subito dopo qualcun altro ci farà preente che la nostra percezione...

Dazi: l’antiamericanismo della mozzarella. Massimo Fini

C’è voluto che gli americani attentassero alla nostra mozzarella perché l’Italia intera si sollevasse ed emettesse un ruggito antiyankee: dai giornali, la Repubblica, il Corriere, il Giornale, i cattolici Avvenire e Il Tempo, ai politici. Persino il tremebondo Di Maio ha fatto la faccia feroce di fronte al gauleiter Mike Pompeo mandato in Italia per rimetterci in riga: “difenderemo le nostre aziende”. “L’Italia s’è desta, dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa”. Finché ci costringono a tenere 800 soldati in Afghanistan, ci impediscono di avere relazioni economiche con l’Iran per noi molto vantaggiose e con la...

Il clima è un pretesto per lanciare la finanza verde. Giulietto Chiesa

C’è un piano per ri-finanziare l’intera economia mondiale attraverso la Green Economy. Si vede a occhio nudo. Ci sono prove eclatanti. Una di queste (solo una tra le molte) è la task force per lanciare la “finanza verde” promossa da Mark Carney (uomo Rothschild e attuale governatore della Banca d’Inghilterra) e da Michael Bloomberg. Il progetto è condiviso da istituzioni finanziarie che rappresentano 118 trilioni di $. È da questi centri, tentacoli del Leviathano mondiale, che sta partendo l’ondata. Si costruisce un fittizio scenario da “fine del mondo”, che nasconde...

L’importanza della storia, secondo il Ministro Fioramonti. Elena Dorian

Il Ministro Fioramonti, intervenendo all’evento “Quale futuro senza la storia”, ha dichiarato che “la storia non è soltanto una sequenza di battaglie e quindi non va raccontata come “Il trono di spade”, c’è molto di più”. L’importanza della storia E’ vero, siamo d’accordo. Per combattere tutte quelle battaglie era necessario avere molti soldi a disposizione, gli eserciti costavano cifre esorbitanti, nessuno fa niente per niente. Si potrebbe iniziare da qui, scrivendo nei libri di storia i nomi di quei banchieri senza scrupoli che finanziarono  tutte le guerre e tutti i contendenti,...

error: Alert: Content is protected !!