www.altreinfo.org - Pagina 30 di 186 -

Sito di controinformazione

Gli uomini delle caverne sono realmente esistiti? Harun Yahya

Avete mai considerato la possibilità che i cosiddetti “cavernicoli” non siano mai esistiti? E che non sia mai esistita un’era in cui gli esseri umani vivevano come animali cacciando e grugnendo, correndo qua e là con una clava in mano e della pelle di animali che ricoprivano il loro corpo? Molte persone non hanno mai pensato che questa potrebbe essere la verità perché, in ogni parte del mondo, i racconti ufficiali sostengono che gli uomini delle caverne siano realmente esistiti, nonostante i reperti archeologici lo smentiscano. Ma perché? Nonostante la...

Il crollo del credo sull’olocausto: un punto di vista da Israele. Gilad Atzmon

Quello che segue è un estratto da un rilevante articolo scritto da Ofri Ilani per Haaretz, intitolato “Il crollo del consenso sul fatto che gli ebrei siano statti le prime vittime dell’Olocausto”. L’articolo esplora i fondamenti della religione globale dell’Olocausto, identifica le istituzioni internazionali che sostengono questa dottrina e gli eventi politici che lasciano capire che i Goyim non ce la fanno più con questa storia degli ebrei-solo-popolo-ad-avere-il-primato della sofferenza. Sono abbastanza d’accordo con la maggior parte delle osservazioni di Ilani e con le sue previsioni sul destino della religione dell’olocausto. Una differenza...

Cari progressisti, la cittadinanza è un diritto inalienabile di prelazione, in qualsiasi Paese. Stelio Fergola

Lo “scandalo” che ha coinvolto Moby e Tirrenia per avere “osato” dichiarare (oltre che andarne fieri) la loro scelta di assumere “solo italiani” è l’apice di una cultura globalizzata che ha fatto suoi i soliti comandamenti: distruzione degli Stati, dei loro diritti, delle garanzie che offrono ai propri membri, dell’importanza assoluta che ha, per qualsiasi territorio al mondo, trattenere i propri cittadini invece che farli scappare a gambe levate senza che nessuno si ponga realmente il problema, al netto di tutte le dichiarazioni al miele che ci propinano tv, opinionisti e media in generale....

L’Italia nella morsa USA/NATO. Manlio Dinucci

Sono in corso simultaneamente, nella prima metà di marzo, due grandi esercitazioni di guerra – l’una nel Mediterraneo di fronte alle coste della Sicilia, l’altra in Israele – ambedue dirette e supportate dai comandi e dalle basi USA/NATO in Italia. Alla Dynamic Manta 2018 – esercitazione di guerra sottomarina, appoggiata dalle basi di Sigonella e Augusta e dal porto di Catania – partecipano forze navali di Stati Uniti, Canada, Italia, Francia, Belgio, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Grecia e Turchia, con 5000 uomini, navi di superficie, sottomarini, aerei ed elicotteri. L’esercitazione è diretta...

Tillerson cacciato: è guerra all’Iran. Maurizio Blondet

Trump ha cacciato Tillerson e l’ha sostituito con Mike Pompeo, capo della CIA. Il motivo è che Tillerson non era a favore del rigetto, da parte americana, del patto sul nucleare con l’Iran; il che significa che hanno vinto i neocon, che la guerra a Teheran tanto desiderata da Sion si sta avvicinando (Netanyahu era venuto a chiederla pochi giorni fa in USA). La nomina di Pompeo significa che anche la guerra in Siria continuerà e anzi avrà un’escalation: i j vogliono la rivincita. Mentre Tillerson viene cacciato senza nemmeno una...

Black-Pride: Parigi 2016, uniti nella diversità. Chi finanzia?

Fratello nero, parente bianco. Chi sta creando divisione tra bianchi e neri? Elena Dorian

I neri hanno un forte senso di appartenenza alla razza nera. Sembra che per loro il colore della pelle sia un collante, una cosa che li unisce, una specie di bandiera o stemma distintivo da esibire. Si sentono tutti fratelli e si salutano come se lo fossero davvero, anche se non si conoscono. Poi non è che si fidino molto l’uno dell’altro, anzi. Ma questa è un’altra storia. Eppure i fratelli neri sono diversissimi tra di loro. L’unica cosa che li accomuna è il colore della pelle ed il continente...

Ultimatum a Putin. Dove vuole arrivare la May? Maurizio Blondet

La domanda vera e inquietante è: dove vuole arrivare Theresa May accusando esplicitamente la Russia dell’avvelenamento del suo doppio agente Sergei Skripal? E con questi toni: ha dato un ultimatum di 36 ore all’ambasciatore russo “per spiegare come lo stato ha sviluppato l’agente nervino usato a Salisbury, o seguiranno gravi misure”, per questo “uso illegale della forza in territorio del Regno Unito”. Londra proclama infatti che è stato usato il Novichok, un agente letale da guerra chimica prodotto dai sovietici negli anni ’70. Nel ’92, quando Mosca ha aderito alla Convenzione...

Salari cinesi per tutti: ormai sono più alti che in Est Europa. Libreidee

O la Cina sta raggiungendo alcune zone dell’Europa in termini di salari, o le retribuzioni nei paesi entrati più di recente nell’Unione Europea sono schiacciati dalla competizione globale sul lavoro, una competizione che la Cina vince a mani basse. «In realtà, si tratta di entrambe le cose», scrive Kenneth Rapoza su “Forbes”. La notizia? Sarà la Cina a dettare, nel mondo, la futura quota del salario medio – anche in Europa. A Shangai le retribuzioni medie mensili ammontano a 1.135 dollari, a Pechino sono 983 e a Shenzen 938. «Sono più alte che in...

Olivetti, 110 anni e nessuno che abbia imparato la lezione. Ivo Mej

La prima cosa che ti viene da chiederti è perché. Perché un’azienda italiana che era all’avanguardia della tecnologia mondiale è quasi scomparsa? Perché un intero settore industriale del nostro paese è stato cancellato a favore delle aziende statunitensi? Perché la Silicon Valley aveva iniziato a parlare italiano ma poi la conquista dell’America è svanita nel nulla? Sono i perché che ti vengono su come un bolo visitando la mostra ‘Olivetti: 110 anni di impresa’ appena aperta alla Galleria di Arte moderna e contemporanea di Roma. La risposta che vi daranno a questi tanti perché i nostri attuali, rapaci, imprenditori e supermanager è...

Va in onda il “protezionismo”. Maurizio Blondet

“Trump mette i dazi! E’ la fine del libero commercio mondiale!” Cominciamo col dire che le misure “protezioniste” di The Donald sono: estremamente limitate perché ha subito escluso Canada e Messico; non sono una novità (già Bush mise i dazi sull’acciaio); e dopo 16 mesi da una campagna elettorale che ha vinto con la promessa di salvare milioni di posti di lavoro coi dazi, non poteva non fare qualcosa. Ha fatto il minimo che non ri-orienta certo la politica economica americana. Gli strilli ed urli di Europa e Cina, improbabili demi-vierges del...

burocrazia e rapporto debito pubblico pil

Come abbassare il rapporto tra il debito pubblico e il PIL? Combattendo senza pietà la burocrazia, naturalmente… Alberto Rovis

L’obiettivo principale di qualsiasi futuro governo sarà quello di abbassare il rapporto debito pubblico/PIL, oggi a quota 132%. Secondo i nostri amici dell’Unione Europea, e i trattati che abbiamo firmato, questo rapporto dovrebbe essere al 60%. Tra le molte strategie possibili, vediamone una, gradita a tutti e molto gettonata tra i politici. Ridurre la burocrazia che attanaglia imprese e cittadini. Ottima idea. Fa un certo effetto sentire che l’odiata burocrazia verrà smantellata o quanto meno ridimensionata. E’ un messaggio semplice, diretto, condiviso, comprensibile ed ha un bell’impatto mediatico. Tutti ne...

Lo zyklon B veniva utilizzato ad Auschwitz come disinfettante antipidocchio. Il suo utilizzo nelle camere a gas è semplicemente impossibile

Perché i nazisti utilizzarono lo Zyklon B nelle camere a gas anziché il micidiale gas nervino? Giorgio Lunardi

E’ stato svelato il motivo per cui i nazisti utilizzarono lo Zyklon B nelle camere a gas per sterminare gli ebrei, anziché il più maneggevole, efficace ed economico gas nervino (tabun e sarin), di cui disponevano in quantità industriali sin dal 1937. Ricordiamo infatti che lo Zyklon B è un insetticida granulare in grado di liberare un gas infiammabile, poco versatile, estremamente difficile da utilizzare, soprattutto per uccidere le persone. Il mistero per cui i nazisti utilizzarono lo Zyklon B, complicandosi enormemente la vita, compiendo uno sterminio al limite dell’impossibile e...

Vietato dire “Globalista”: è antisemita (Allora è vero..). Maurizio Blondet

E’ successo mercoledì, alla Casa Bianca, durante la conferenza stampa che aveva come argomento le dimissioni di Gary Cohn, il direttore del Consiglio Economico Nazionale di Trump, andatosene perché contrario ai dazi annunciati dal presidente. Il giornalista di Fox News, John Robert, chiede: Cohn “è un notorio sostenitore del libero commercio, un globalista. Il presidente lo sostituirà con un altro globalista, un altro liberista?”. Il giorno prima un uomo di Trump, Mick Mulvaney, direttore dell’ufficio amministrativo della Casa Bianca, nel salutare il dimissionario Cohn, aveva twittato: “Mai avrei immaginato di...

Manifestazione a Firenze della “tranquilla comunità senegalese”. Tutto distrutto, ma va bene così. Elena Dorian

A Firenze un bianco ha ucciso un nero. Secondo gli inquirenti non lo ha fatto per razzismo, ma per semplice follia. Poteva capitare che uccidesse chiunque, bianco o nero che fosse, ma purtroppo ha ucciso un nero. E questo è un torto gravissimo, anche per un folle. Questa è la manifestazione che ha seguito la tragedia, a cui ha partecipato la “tranquilla comunità Senegalese” che vive a Firenze. Bisogna precisare che questi sarebbero i “tranquilli senegalesi”, come li ha definiti l’Imam di Firenze, Izzedin Elzir. Si tratta di venditori ambulanti senza...

L’unico ghetto ebraico in Medio Oriente. Gilad Atzmon

AlJazeera ha riferito che il parlamento israeliano ha approvato una legge che consente al Ministro degli Interni di revocare i diritti di residenza di qualsiasi palestinese che vive a Gerusalemme sulla base di una non meglio precisata “violazione della lealtà” nei confronti di Israele. Sulla base di questa nuova legge, il Ministro degli Interni israeliano, Aryeh Deri, leader del partito politico ultra-ortodosso Shas, un criminale a suo tempo condannato, ha l’autorità di revocare i documenti di residenza di qualsiasi palestinese che ritenga una “minaccia”. Non ci vuole un genio per capire...

error: Alert: Content is protected !!