www.altreinfo.org - Pagina 30 di 138 -

Sito di controinformazione

politiche per abbassare il tasso di natalità, il gay pride e tutte le manifestazioni LGBT portano a questo risultato

Amalek, sterminio dei bianchi cristiani: come abbassare il tasso di natalità dei popoli europei. Elena Dorian

La condizione indispensabile per giustificare e favorire il flusso dei migranti, e quindi la sostituzione etnica dei popoli europei, è che il tasso di natalità delle popolazioni autoctone sia inferiore al tasso minimo di mantenimento. Attualmente il tasso di natalità in Europa è mediamente di 1,6 bambini per donna. Quindi è molto basso, visto che per mantenere stabile la popolazione è necessario che questo tasso non sia inferiore a 2,1. Nel 1965 in Italia il tasso di natalità era di 2,6 bambini per donna, ed anche nel resto del continente...

La sostituzione etnica dei popoli europei: a chi apparterrà la Germania del futuro?

La velocità con cui la popolazione tedesca sta diminuendo sembra essere troppo alta, anche per gli studiosi dell’istituto di statistica Destatis, secondo cui con livelli di immigrazione zero, la popolazione della Germania nel 2060 sarà di 60,2 milioni. Secondo il nostro team, questa è una previsione ottimistica: in 40 anni, la popolazione tedesca dovrebbe essere di circa 52,6 milioni di persone, una considerevole riduzione del 34% rispetto agli attuali 81 milioni, mentre per la fine del secolo, la popolazione autoctona, senza origini straniere, si ridurrà fino a 21,6 milioni. Non...

Hartz IV: troppo poco per vivere, troppo per morire

La ZDF (RAI 2 tedesca) intervista Frank Steger, un consulente Hartz IV che a Berlino aiuta le persone in stato di necessità a difendersi dalle richieste e dalla vessazioni dei Jobcenter. Steger sulle sanzioni previste dalle regole Hartz IV non ha dubbi: servono solo a tenere in piedi un gigantesco settore a basso salario e sono una minaccia per la dignità delle persone. Ne parla la ZDF heute.de: l’ex cancelliere federale Gerhard Schröder, per giustificare l’introduzione di Hartz IV, sottolineo’ allora che non esiste alcun diritto alla pigrizia. Le sanzioni possono essere considerate una risposta...

Agli assassini di Assad. Vandali e profanatori del misto. Maurizio Blondet

Stavolta è stato il ministro dell’energia, Yuval Steinitz, a minacciare di assassinio direttamente Assad: “Se permette all’Iran di dichiarare guerra a Israele dal territorio siriano, metterà in gioco non solo il suo regime, ma la sua esistenza personale”. L’anno scorso era stato  il ministro dell’Alloggio (quello che costruisce falansteri ebraici nelle terre rubate) Yoav Galant: “E’ venuto il tempo di assassinare Assad”.  Non pensano ad altro, non sanno pensare ad altro che assassinare, criminali disperati, come è disperato chi non ha un aldilà. Sicuramente il Mossad ha già pronta una...

Traffico di organi: Israele non ha mai pagato per le sue colpe. Alessandro Pagani

Il traffico di organi in Italia, Brasile e Palestina ha un comune denominatore: la partecipazione di ex funzionari israeliani presi con le mani nel sacco. Tuttavia, Israele non ha ancora pagato per le sue colpe e non c’è giustizia per un numero imprecisato di famiglie che hanno perso i loro figli. L’Italia è il paese in cui la domanda e la fornitura di organi umani si muovono nell’ombra da molti decenni. E questo, grazie all’impunità che copre le attività sioniste, illegali e criminali, protette dai membri dei servizi di intelligence...

Douglas Murray: “Ho visto città in mano a gang di immigrati, i vostri politici hanno fallito”

Nel suo ultimo saggio, The Strange Suicide of Europe (lo strano suicidio dell’Europa) che è in testa alle classifiche dei bestseller in Inghilterra, descrive le conseguenze mortali dell’immigrazione incontrollata in un’Europa in via di disintegrazione. In occasione della pubblicazione dell’edizione francese del suo libro, Douglas Murray ci ha concesso un’intervista esclusiva al Figaro. Prendi un tono particolarmente veemente sulla Svezia, che viene spesso citato come esempio. Perché? Perché a parte la Germania, nessun paese in Europa ha accettato tanti migranti negli ultimi anni come la Svezia. E nessuno ha così...

“L’Euro è irreversibile”. Però gli altri si preparano al suo collasso. Maurizio Blondet

Strana sensazione: sembra che solo noi italiani – governo, opinione pubblica beatamente ignorante, banchieri – continuino a credere ottimisti all’eternità dell’euro. Gli altri si stanno preparando al suo collasso: precisamente, a come guadagnarci o non perderci. I tedeschi per primi, ovviamente Nel marzo scorso un parterre dei migliori e più celebri economisti germanici si sono riuniti a Berlino in conferenza. Titolo della conferenza: “L’euro può veramente sopravvivere, e se no, cosa succede?” . Il professor Clemens Fuest, numero 1 del prestigioso Institut für Wirtschaftsforschung (IFO), ha auspicato l’introduzione nelle normative europee di una clausola...

Micro-targeting, profilazioni, algoritmi: il vero problema etico è l’uso da parte della politica dei dati dei cittadini. Bruno Saetta

L’evoluzione tecnologica e la capacità di acquisire ed elaborare quantità enormi di dati hanno portato progressivamente all’introduzione di processi algoritmici praticamente in tutti i campi: dall’istruzione alla sanità e alle attività di polizia, dalla pubblicità alla politica. Gli algoritmi sono anche alla base della presentazione di notizie e video sulle piattaforme online, come i social media. Il posizionamento della notizia dipende da una specifica combinazione di elementi tratti dall’elaborazione dei dati degli utenti. Il primo problema che si presenta con gli algoritmi è che essi vanno “addestrati”. Nel software devono...

La Kyenge, lo sterco e l’inciviltà. Andrea Salerno

L’opinione pubblica era già pronta a sostenere l’attacco matrice razzista ai danni di Cecile Kyenge, ma lo stesso marito della parlamentare ha raffreddato gli animi: niente matrice razzista dunque, solo piccoli screzi tra vicini di casa. “Avrebbe potuto contare fino a cinque prima di parlare, a volte meglio stare zitti”. Ha esordito così, intervistato nel corso di una nota trasmissione radiofonica, Domenico Grispino, marito dell’ex ministro Cécile Kyenge. Questa esclamazione era riferita al fatto che da alcuni giorni aveva “scosso” l’italica cronaca – evidentemente sempre più incapace di occuparsi di cose serie –,...

I social media sono utilizzati dalla polizia e dalle agenzie di intelligence per raccogliere dati biometrici. Nicholas West

Tra la crisi di Facebook/Cambridge Analytica sulla sorveglianza generale e sull’utilizzo abusivo dei dati privati ​​degli utenti, c’è una tendenza emergente che è infinitamente più inquietante. Il primo episodio è apparso recentement nel Regno Unito, dove la polizia ha ammesso di aver utilizzato una foto inviata tramite WhatsApp per raccogliere le impronte digitali che in seguito sono state utilizzate per condannare 11 persone per reati di droga. Non si tratta di un caso isolato o particolare, ma di una tecnica sviluppata appositamente per utilizzare la grande quantità di foto pubbliche...

La Mummia Perdente rompe il Centro-Destra. Per andare col PD. Maurizio Blondet

Ora tutto dipende dai votanti del Molise, quelli di centro-destra: spetta a loro liquidare la Mummia rabbiosa. Mi vien voglia di chiedere a tutti coloro che hanno votato Forza Italia, per qualsiasi ragione o senza ragione: votando, avete voluto un governo col PD? Perché è quello il progetto fin dall’inizio: lo chiamiamo il progetto “glielo ha chiesto l’Europa” – neutralizzare ogni “deriva alla Orban” in Italia, ogni critica all’euro. Unendo i due partiti dell’ordine contro i  rivoluzionari: i due partiti dell’Ordine essendo il PD e Forza Italia. Già il metodo...

Sui nemici della libertà fra noi. Maurizio Blondet

Una coppia americana ha deciso di allevare l’essere che hanno generato (che hanno chiamato Zoomer) “senza genere”: «Sarà lei/lui a scegliere in quale sesso riconoscersi, una volta che sarà in grado di esprimersi». Ne ha parlato elogiativamente Il Sussidiario il 16 aprile, come i due si rivolgano a Zoomer con un pronome neutro. “I genitori di Zoomer non vogliono che cresca limitata/o da una cultura fatta di stereotipi di genere. Il “gender creative” è un metodo educativo per far sviluppare la creatività di Zoomer….”. Ovviamente, non è che la creaturina...

Israele: il “Tiro al Piccione Palestinese” continua, ma la stampa occidentale non vede, non parla e non sente. Alba Giusi

In Palestina, durante il quarto venerdì di manifestazione per il ritorno, sono stati uccisi 4 palestinesi, mentre 445 sono i feriti. Questa è la foto con cui dà la notizia l’ANSA. Come potete notare, i palestinesi sono molto ma molto pericolosi. E quindi questo giustifica il tiro al piccione messo in atto dai coraggiosi soldati israeliani, con proiettili dum-dum, vale a dire proiettili che si espandono quando colpiscono il bersaglio e amplificano le ferite. Inutile dire che si tratta di proiettili vietati da tutte le convenzioni internazionali. Ecco un breve...

La violenta realtà della Svezia sta sostituendo la sua immagine pacifica. Paulina Neuding

La Svezia potrà anche essere nota per la sua musica pop, per l’IKEA e per il suo sistema di protezione sociale generoso. Ma è sempre più associata anche a un numero crescente di reclute dello Stato Islamico, alle esplosioni e agli assalti con bombe a mano. All’inizio dell’anno, nel giro di due settimane, nel paese ci sono state cinque esplosioni. Ormai la cosa non è inusuale – gli Svedesi si sono abituati ai titoloni sui crimini violenti, alle intimidazioni dei testimoni e alle esecuzioni delle gang. In un paese a lungo noto...

Perché Gentiloni permette i massacri sauditi in Yemen? Fulvio Scaglione

La seduta parlamentare è stata torpida, d’altra parte si parlava solo di Siria, bombardamenti, armi chimiche, di un possibile conflitto con Usa, Francia e Regno Unito da un lato e Russia e Iran dall’altro, mica si poteva pretendere. Forse proprio per via del clima sonnolento, sono passate un po’ sotto traccia alcune affermazioni del premier uscente Gentiloni che, invece, meritano di essere considerate. Punto primo: “Non possiamo accettare che torni la legittimazione dell’uso delle armi chimiche”. A quanto pare, dunque, il nostro primo ministro sa con certezza che le armi chimiche sono state usate...

error: Alert: Content is protected !!