Bambini palestinesi… fino a quando dovranno piangere? Giovanni Sorbello - www.altreinfo.org

Bambini palestinesi… fino a quando dovranno piangere? Giovanni Sorbello

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Non accenna ad arrestarsi la brutale macchina da guerra israeliana. Tre bambini palestinesi di età compresa tra 13 e 14 anni sono stati uccisi ieri durante l’ennesimo attacco aereo israeliano nella zona sud-orientale della Striscia di Gaza.

Ashraf al-Qidra, portavoce del ministero della Salute di Gaza, ha identificato i bambini uccisi: Khaled Bassam Mahmoud Abu Saeed, 14 anni; Abdul Hameed Mohammed Abdul Aziz Abu Zaher, 13 anni; Mohammed Ibrahim Abdullah al-Sutari, 13 anni. Ha detto che le ambulanze hanno portato i loro corpi all’ospedale dei martiri di Al-Aqsa a Deir al-Balah, nella parte centrale della Striscia di Gaza.

L’agenzia di stampa palestinese Wafa ha riferito che l’esercito israeliano “ha aperto il fuoco verso le ambulanze e di aver impedito il loro accesso” sulla scena del bombardamento, situato a nord-est di Khan Younis.

In una dichiarazione, l’esercito israeliano ha riferito che il suo aereo ha sparato su tre palestinesi che si erano avvicinati alla recinzione perchè “sospettati di voler piazzare un ordigno esplosivo improvvisato vicino al recinto”. Sappiamo bene che per gli israeliani basta un qualsiasi pretesto per decidere di uccidere civili inermi. Queste uccisioni arrivano il giorno dopo che Israele ha lanciato raid aerei su più di 80 siti nella Striscia di Gaza, in risposta a un presunto lancio di razzi nei territori occupati del sud. Il movimento di Resistenza Hamas ha negato ogni tipo di coinvolgimento con il lancio dei razzi.

Negli ultimi sette mesi, i palestinesi nella Striscia di Gaza hanno organizzato regolarmente manifestazioni lungo il confine con Israele per chiedere il diritto di tornare alle loro case dalle quali sono stati espulsi con la forza nel 1948. Chiedono anche la fine del blocco israelo-egiziano di Gaza che dura da otto anni ed ha devastato l’economia dell’enclave costiera e privato i suoi due milioni di abitanti di molti beni di base. Dall’inizio delle proteste avviate lo scorso 30 marzo, più di 200 palestinesi sono stati uccisi e circa 20mila sono stati feriti dalle forze militari israeliane.

Potranno bastare 80 anni di crimini e abusi contro il popolo palestinese? Fino a quando dovremo assistere al pianto disperato dei bambini palestinesi?

 

di Giovanni Sorbello

Fonte: https://www.ilfarosulmondo.it

***

***

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!