Il razzismo squadrista in doppiopetto di Herr Oettinger. Giorgio Cremaschi - www.altreinfo.org

Il razzismo squadrista in doppiopetto di Herr Oettinger. Giorgio Cremaschi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Il signor Oettinger commissario UE al bilancio, naturalmente tedesco, ha affermato in una intervista che saranno i mercati ad insegnare agli italiani come votare.

Herr Oettinger è un razzista verso gli italiani come la grande stampa, il potere e anche una parte della opinione pubblica della Germania. Ed è anche uno squadrista, perché usa una minaccia violenta per imporre obbedienza al voto. Naturalmente manifesta questi suoi giudizi e intenzioni non con il manganello o con altre sopraffazioni fisiche, ma con l’uso violento dello spread. In questo senso, rispolverando un termine del secolo scorso, il signor Oettinger é un fascista in doppiopetto.

Ora però qui da noi non si esageri con la ipocrisia dello scandalo. Quello che ha brutalmente espresso il suo commissario, è la sostanza del potere autoritario della UE, che questo pensa e fa davvero, verso i propri popoli.

Alla vigilia del referendum greco sul memorandum il ministro delle finanze tedesco Schauble affermò che il voto non avrebbe contato nulla se il popolo con esso avesse contraddetto gli ordini della Troika. Si sa come è finita. In Italia un governo parlamentare può saltare non per gli spiriti razzisti di una parte dei suoi sostenitori, cosa giudicata perfettamente compatibile con la UE, ma per qualche libro euroscettico. Quindi niente ipocrisie, la UE è una istituzione antidemocratica ove conta davvero solo il mercato. Ed è anche una covo di pregiudizi razzisti versi i popoli del Sud Europa. Coloro che vogliono riformarla sono destinati tutti, di destra o di sinistra che siano, ad essere schiacciati.

La rottura della e con la UE è la sola via per riavere democrazia e sconfiggere il razzismo.

Grazie ad Herr Oettinger per aver brutalmente chiarito che il potere dei popoli e quello dei mercati oggi sono incompatibili tra loro. Noi siamo perché vincano i popoli.

 

di Giorgio Cremaschi

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!