Gestazione, nascita e differenze evolutive dei bambini in base alla razza di appartenenza. Philippe Rushton - www.altreinfo.org

Gestazione, nascita e differenze evolutive dei bambini in base alla razza di appartenenza. Philippe Rushton

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

“Ho studiato per vent’anni le differenze razziali che si rilevano nella dimensione del cervello, nell’intelligenza, nella sessualità, nel tasso di crescita, nella durata della vita, nel crimine e nella stabilità famigliare. In questo articolo ci occupiamo delle differenze razziali che si verificano nel grembo materno e dopo la nascita, fino alla pubertà e maturazione”. Philippe Rushton

Il modello seguito in questo lavoro è il cosiddetto “modello a tre vie“, elaborato da Philippe Rushton, il quale prevede la suddivisione della specie umana in tre razze: bianca, nera e orientale-est.

I bambini si evolvono in maniera diversa, a seconda della razza di appartenenza. I bambini neri sono pù precoci rispetto ai bianchi e i bianchi a loro volta rispetto agli orientali

Concepimento e fertilità

I tassi di ovulazione differiscono nelle razze, così come la frequenza delle nascite di gemelli. Le donne nere tendono ad avere cicli più corti rispetto alle donne bianche. Spesso le nere producono due ovuli in un singolo ciclo. Questo le rende più fertili.

Il tasso di concepimento di due gemelli omozigoti è inferiore al 4 per 1.000 delle nascite per gli orientali. Aumentano all’8 per mille per i bianchi, ma per i neri è di 16 per mille o addirittura superiore. I parti trigemellari o quadrigemellari sono molto rari in tutti i gruppi, ma mostrano lo stesso ordine a tre vie: i neri hanno più probabilità, seguono i bianchi, e infine gli orientali.

I parti gemellari sono più comuni nella razza nera rispetto alle razze bianca e orienale

Parto gemellare, una è bianca e l’altra è nera

Il grembo materno

I bambini neri passano, nel grembo materno, un tempo minore rispetto ai bambini bianchi. In America, nella 39° settimana di gravidanza, sono nati il 51% di bambini neri e il 33% di bambini bianchi. Anche in Europa, i bambini neri nascono prima dei bambini bianchi. Questi bambini neri non nascono prematuri. Nascono prima, ma biologicamente sono più maturi. La lunghezza della gravidanza dipende dai geni.

Durata della gestazione, in base alla razza di appartenenza

La prima infanzia

Il ritmo di crescita più veloce presso i neri prosegue nell’infanzia. I bambini neri hanno maggior forza muscolare. I loro muscoli del collo sono spesso così sviluppati che possono alzare la loro testa quando hanno un’età di sole 9 ore. In una manciata di giorni, possono girarsi su se stessi.

I bambini neri siedono, vanno gattoni, camminano e si vestono prima dei bambini bianchi e di quelli orientali. Le ricerche sono state fatte da Baykey’s Scales of Mental and Motor Development e dal Cambridge Neonatal Scales.

I bambini orientali, invece, maturano più lentamente dei bianchi. I bambini orientali in genere non riescono a camminare fino ai 13 mesi di vita. Il cammino comincia a 12 mesi per i bambini bianchi e a 11 mesi per i bambini neri.

I bambino neri hanno una maggiore forza muscolare alla nascita

I bambino neri hanno una maggiore forza muscolare alla nascita

Sviluppo delle ossa e dei denti

I raggi-X mostrano una crescita ossea più veloce per i bambini neri rispetto ai bambini bianchi. I bianchi sviluppano le ossa più velocemente rispetto agli orientali. Le onde cerebrali si sviluppano più velocemente nei neonati neri che in quelli bianchi. Inoltre, i neri hanno uno sviluppo dentale più veloce dei bianchi, a differenza degli orientali che lo hanno più lento.

La crescita della prima parte dentale permanente dei bambini neri avviene intorno ai 5,8 anni e termina intorno ai 7,6 anni. Per i bambini bianchi avviene all’incirca verso i 6,1 anni e termina verso i 7,7 anni, mentre per gli orientali inizia a 6,1 anni e termina a 7,8 anni. I neri hanno mascelle più grandi e denti più grandi. Hanno più denti e spesso hanno il terzo e quarto molare. I bianchi hanno mascelle e denti più grandi, oltre a  un numero maggiore di denti rispetto agli orientali.

Maturazione sessuale

I neri raggiungono la maturazione sessuale prima dei bianchi, i quali la raggiungono prima degli orientali. Ciò risulta vero per la prima mestruazione, per la prima esperienza sessuale e per la prima gravidanza.

Uno studio effettuato su oltre 17.000 ragazze americane nel 1997 “Issue of pediatrics” ha scoperto che la pubertà comincia un anno prima per le ragazze nere rispetto alle ragazze bianche. Fin dagli 8 anni, il 48% delle ragazze nere (solo il 15% di quelle bianche) avevano qualche sviluppo del seno, dei peli pubici o entrambi. Per i bianchi questo non accade fino ai dieci anni.

L’età in cui le ragazze cominciano ad avere mestruazioni era tra gli 11 e i 12 anni per ragazze nere. Le ragazze bianche invece cominciavano 1 anno più tardi. Anche la maturità sessuale nei ragazzi differisce in base alla razza. All’età di 11 anni, il 60% dei ragazzi neri ha terminato la fase della pubertà, segnata da una veloce crescita del pene. Il 2% ha già avuto rapporti sessuali.

I ragazzi bianchi tendono a non terminare la pubertà per ancora 1 anno e mezzo. Gli orientali impiegano da 1 a 2 anni in più dei bianchi per ciò che concerne lo sviluppo sessuale e l’inizio degli interessi sessuali.

***

di Alba Giusi

www.altreinfo.org

Fonte: Race, Evolution, and Behavior, di Philippe Rushton

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!