Chi andrà a premere il pulsante nucleare? Paul Craig Roberts - www.altreinfo.org

Chi andrà a premere il pulsante nucleare? Paul Craig Roberts

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

William Binney è l’ex funzionario della National Security Agency (NSA) che ha creato il programma di sorveglianza di massa dell’NSA per le informazioni digitali. Dice che se il governo russo avesse cospirato con Trump, hackerato il computer del Comitato Nazionale Democratico, o in qualche altro modo influenzato l’esito delle ultime elezioni presidenziali americane, l’Agenzia per la Sicurezza Nazionale ne avrebbe le prove digitali. Il fatto che abbiamo dovuto dar retta alle accuse infondate che comprendono il Russiagate per più di un anno senza che sia stato presentato uno straccio di prova è la dimostrazione completa che il Russiagate è una notizia totalmente falsa.

La notizia falsa è nata con il direttore della CIA John Brennan e il direttore dell’FBI Comey che cospirava con il DNC nel tentativo di screditare e spodestare il Presidente Trump e almeno impedirgli di danneggiare la vasta potenza e i guadagni del complesso militare / di sicurezza normalizzando le relazioni con la Russia.

Considerate cosa significa. I direttori della CIA e dell’FBI hanno inventato una storia totalmente falsa su un nuovo presidente eletto e hanno passato le menzogne agli organi di stampa e al Congresso. I giornalisti non hanno mai chiesto un briciolo di prova e hanno allargato la menzogna di Brennan & Comey affermando che tutte e 17 le agenzie di intelligence statunitensi avevano concluso che la Russia avesse interferito. In realtà, una manciata di persone accuratamente selezionate in tre delle agenzie ha preparato, forse sotto coercizione, un rapporto condizionale che non aveva prove a sostegno.

Era del tutto ovvio che fosse una notizia falsa creata per controllare il Presidente Trump, ma funzionari corrotti della sicurezza, senatori e deputati corrotti, un DNC corrotto e media corrotti hanno usato ripetizioni continue per trasformare una bugia in verità.

Ecco Binney:

http://www.washingtonsblog.com/2016/12/creator-nsas-global-surveillance-system-calls-b-s-russian-hacking-report.html

Ma anche:

https://www.strategic-culture.org/news/2017/11/17/capitalism-collapsing-from-inequality-blame-russia.html

Dopo aver spinto Trump nel campo dei militaristi, i suoi nemici hanno trasformato Trump in una persona instabile e volubile che potrebbe premere il pulsante. Il senatore Bob Corker (Repubblicano del Tennessee) e il senatore Chris Murphy (Democratico del Connecticut) stanno usando il Comitato per le Relazioni Estere del Senato per ritrarre il presidente Trump come una persona donchisciottesca che non dovrebbe avere il dito sul bottone nucleare. Siamo tornati al punto di partenza, da Trump che vuole disinnescare le tensioni nucleari a Trump che potrebbe premere il pulsante.

Se i senatori Corker e Murphy fossero davvero preoccupati e non stessero solo orchestrando un nuovo modo di attaccare Trump, metterebbero in evidenza il fatto che il Russiagate è uno scherzo che ha reso più probabile la guerra nucleare. Come ho sottolineato, Washington ha convinto Mosca di star progettando un attacco nucleare a sorpresa contro di lei e sta anche raccogliendo DNA russo per un’arma biologica su misura specifica per il popolo russo. Non riesco a pensare a qualcosa che possa scatenare la guerra nucleare più delle crescenti tensioni che il Russiagate sta impedendo a Trump di ridurre. Qui:

https://www.paulcraigroberts.org/2017/11/13/will-america-survive-washington-paul-craig-roberts/

Per la cronaca, contrariamente alle affermazioni errate di “esperti nucleari”, il Presidente non può semplicemente ordinare un attacco nucleare. Il Presidente deve accettare un piano di guerra degli Stati Maggiori Congiunti e ordinare un lancio quando l’esercito è pronto o deve accettare il consiglio del suo consigliere per la sicurezza nazionale di lanciare una rappresaglia per gli ICBM nemici in arrivo. Se un Presidente semplicemente ordinasse un attacco nucleare, l’ordine verrebbe ignorato.

Se non è il Presidente a dover prendere la decisione nucleare, allora chi? I militari? Dovremmo essere grati che non sia stato questo il caso quando gli Stati Maggiori Congiunti hanno fatto pressioni sul presidente John F. Kennedy per approvare un attacco nucleare contro l’Unione Sovietica.

conflitto nucleare

E’ facile rispondere alla domanda su chi dovrebbe avere l’autorità di lancio: nessuno.

Se arrivano missili nucleari, il lancio non ti protegge. Sarai già distrutto. Perché distruggere l’altra parte del mondo in un atto di vendetta? È inutile. Non esiste un attacco preventivo che prevenga ritorsioni. La guerra nucleare è un atto di follia. Niente può giustificarlo.

Lo scopo della diplomazia è prevenire la guerra. Tuttavia, da quando il regime dei Clinton ha attaccato la Serbia, la diplomazia statunitense è stata usata per causare guerre. Durante i 16 anni di George W. Bush e Obama, gli Stati Uniti hanno distrutto in tutto o in parte sette Paesi, uccidendo e mutilando milioni di persone e producendo milioni di rifugiati. Nessuna di queste guerre era giustificata. Ognuna di queste guerre si basava su menzogne. L’ultimo governo degli Stati Uniti che non ha mostrato alcun rispetto per la verità è stata l’amministrazione di George H. Bush.

Prima di lanciare ognuno di questi atti di aggressione non provocata, Washington ha demonizzato il leader del Paese. Per liberarsi di una persona, Washington non ha esitato a uccidere un gran numero di persone e a distruggere le infrastrutture del Paese. Questo vi dice che Washington non ha moralità. Nessuna. Zero. Pertanto, Washington è in grado di lanciare un attacco nucleare preventivo. Ai tempi in cui le armi nucleari erano insignificanti per gli standard odierni, Washington ha nuclearizzato due città giapponesi mentre il Giappone stava cercando di arrendersi. Era il 1945, una vita fa. Qualunque barlume di moralità ancora esistesse, allora è finita da tempo.

Oggi un redattore della CNN di nome Chris Cillizza, ha pubblicato online un articolo intitolato “C’è un enorme vuoto morale nel Paese in questo momento.” Alla fine, ho pensato, un presstitute si è reso conto che le continue minacce nucleari di Washington contro altre Nazioni mostrano una completa mancanza di rispetto per la vita del pianeta e indicano un vuoto morale. Ma no, il giornalista parla di molestie sessuali, in particolare di Roy Moore negli anni ’70. Ed è tutta colpa di Trump. Come può governare quando lui stesso  molesta le donne?

http://www.cnn.com/2017/11/16/politics/roy-moore-mcconnell-trump/index.html

Il presidente Trump intendeva normalizzare le relazioni con l’altra grande potenza nucleare. Gli è stato impedito di farlo dal complesso militare / di sicurezza, dal DNC e dalle agenzie stampa.

Cillizza afferma che le molestie sessuali sono una conseguenza “molto grande” dell’elezione di Trump. Mi chiedo se l’editore della CNN consideri la guerra nucleare tanto grave quanto le molestie sessuali.

 

di Paul Craig Roberts

Link: https://www.paulcraigroberts.org/2017/11/17/gets-push-nuclear-button/

Fonte: geopolitica.ru

Traduzione di Costantino Ceoldo

***

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!